Tipress
BELLINZONA
08.11.17 - 18:160

Officine, entro metà dicembre una decisione sul nuovo stabilimento

Le FFS confermano la diminuzione a lungo termine dei volumi di lavoro

BELLINZONA - È ufficiale: le FFS prevedono a lungo termine una diminuzione del volume della manutenzione alle Officine di Bellinzona, dovuto ai cambiamenti nella manutenzione dei veicoli merci.

«Per compensare la netta flessione in questo settore è necessario un cambiamento strategico della manutenzione» ha spiegato l’ex regia federale in una nota diramata nel pomeriggio, precisando che la «manutenzione dei treni regionali e a lunga percorrenza costituisce, accanto alla revisione delle locomotive, un aspetto fondamentale nella prospettiva a lungo termine delle Officine di Bellinzona».

«Al fine di poter impiegare le più moderne tecnologie, ormai imprescindibili, e di restare competitivi nel tempo, sono necessari considerevoli investimenti in uno stabilimento nuovo in un’ubicazione adatta in sostituzione delle storiche Officine di Bellinzona» in quanto «l’attuale impianto non è adatto per svolgere le manutenzioni di più moderna concezione e al più tardi dal 2030 la produzione non sarebbe più economicamente sostenibile».

Le Officine di Bellinzona sono confrontate con un contesto economico sempre più difficile. Nella pianificazione a medio termine fino al 2022 le FFS prevedono in generale uno sviluppo stabile delle ore di lavorazione per le locomotive e per le sale montate, mentre l’attività dei carri merci, già a partire da quest’anno, sarà interessata da una marcata flessione. A fronte del prospettato andamento del mercato, questa tendenza proseguirà anche nei prossimi anni.

In stretta collaborazione con la Città di Bellinzona, il Governo ticinese e la Confederazione, le FFS stanno sviluppando delle opzioni per un nuovo stabilimento in Ticino. Una decisione indicativa in merito è attesa verso la metà di dicembre di quest’anno

1 anno fa Officine, solo in 180 a Castione dal 2026
TOP NEWS Ticino
LUGANO
2 ore
Caos all'inaugurazione del salone: arrivano Le Iene e la polizia
Storie di ex mogli che sostengono di essere state raggirate. La vicenda riguarda un noto parrucchiere. Grande scompiglio creato dagli inviati della trasmissione italiana
COMANO
3 ore
Una miscela di gas esplosivo per forzare il bancomat
Gli autori del tentato furto della scorsa notte sono tuttora in fuga. Le ricerche sono in corso
VIDEO
CANTONE
5 ore
Le forti piogge sono finite, ma la Maggia è ancora carica
Dopo l’allerta piena per i fiumi, ora tocca ai laghi. Aumenta a vista d'occhio, in particolare, il livello del Verbano
CANTONE
8 ore
«I radar? No agli accanimenti»
Norman Gobbi spezza una lancia a favore degli automobilisti. E insiste sulla distinzione tra «prevenzione e far cassetta»
FOTO E VIDEO
COMANO
9 ore
Esplosione al bancomat: «Ad agire? Presumibilmente più di una persona»
Per la Polizia è prematuro parlare della stessa mano dei precedenti colpi. Il portavoce: «Attendiamo i rilievi»
FOTO
CANTONE / SVIZZERA
10 ore
Le frane bloccano il Lucomagno e la Novena
Diversi metri cubi di roccia sono precipitati sulla carreggiata in territorio di Disentis. Smottamenti anche a Ulrichen e in via Valmara a Brissago
FOTO E VIDEO
COMANO
11 ore
Nuovo assalto al bancomat
Ignoti hanno tentato di far saltare un distributore di banconote della Raiffeisen
LUGANO
12 ore
Beatificata una parente di due noti giornalisti attivi in Ticino
Si tratta di Benedetta Bianchi Porro, sorella di Corrado, esperto in economia, e zia di Rachele, conduttrice televisiva. Afflitta da mille malattie, ha affrontato la vita con coraggio estremo
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile