rescue media
BRISSAGO
07.10.17 - 12:330

«In determinate circostanze difficile decidere come reagire a un’imminente aggressione»

Giorgio Ghiringhelli sull'intervento di polizia costato la vita a un richiedente l'asilo: «Fatti come questo fanno riflettere sul tema della legittima difesa»

BRISSAGO - È in qualità di primo firmatario dell’iniziativa popolare “Le vittime di aggressioni non devono pagare i costi di una legittima difesa” che Giorgio Ghiringhelli rompe il silenzio circa l'intervervento di questa mattina a Brissago costato la vita a un richiedente l'asilo per mano di un poliziotto che, dalle prime informazioni, avrebbe agito per legittima difesa.

«Anche se i fatti sembrano chiari e incontestabili - scrive Ghiringhelli -, spetterà ovviamente ai giudici stabilire se si è trattato di legittima difesa o di eccesso di legittima difesa, ma quanto accaduto dimostra una volta di più che in determinate circostanze anche una persona ben addestrata all’uso delle armi non ha sempre il tempo per decidere come reagire a un’imminente aggressione fatta a sé o ad altri».

Ghiringhelli torna quindi sull'argomento della legittima difesa per difendere, appunto, la popria iniziativa: «Figuriamoci quando a dover prendere certe decisioni debbono essere dei semplici cittadini che poi, se uccidono o feriscono l’aggressore, finiscono sul banco degli imputati e dopo una lunga odissea giudiziaria arrischiano di dover pagare le spese processuali ed i costi dell’avvocato di fiducia anche in caso di assoluzione: come era accaduto a quel commerciante di Brissago che nel 2005 aveva ucciso uno dei suoi due rapinatori e dopo essere stato assolto dal giudice dovette pagare di tasca propria quasi 10'000 franchi».

Ghiringhelli ritorna sull'argomento anche in vista dell'esame della summenzionata iniziativa popolare avviato dalla Commissione della legislazione del Gran Consiglio. Quindi conclude: «Ricordo infine che dal settembre 2016 è pendente a Berna un’iniziativa parlamentare presentata da Lorenzo Quadri ( e sottoscritta pure da Ignazio Cassis, Marco Chiesa, Roberta Pantani, Fabio Regazzi e Marco Romano) che chiede di modificare l’art. 16 del Codice penale nel senso di un potenziamento del diritto alla legittima difesa per chi è aggredito in casa propria».

TOP NEWS Ticino
TICINO/GRIGIONI
5 ore
Mauro Gianetti turbato: «Questa foto fa venire i brividi»
Sassi sul Passo del Lucomagno, dove negli ultimi giorni è passato per ben due volte il Tour de Suisse.
CANTONE
6 ore
«Chiunque gioca sulle paure finisce per vincere»
Legge sul terrorismo, Paolo Bernasconi preoccupato: «Si rischia di arrivare a controllare perfino gli animalisti».
CANTONE
9 ore
Pensioni del Consiglio di Stato: «Si volta pagina»
La Legge sulla previdenza dei membri del Consiglio di Stato ha incassato il 52.1% di voti a favore
CANTONE
10 ore
Tre no e due sì dal Ticino
Le urne hanno respinto la legge sul Co2 e le iniziative agrarie. Favorevoli invece alla legge Covid e di polizia.
LUGANO
12 ore
Demolizione ex Macello, spunta un'altra telefonata
La polizia avrebbe chiamato un impiegato comunale tra le 20.00 e le 20.30.
CANTONE
14 ore
Prima notte tropicale e oggi qualche ora di canicola
Nel pomeriggio sono attese temperature massime fino a 34 gradi.
FOTO E VIDEO
CHIASSO
15 ore
Anziano leggermente intossicato dal fumo a Chiasso
L'incendio, divampato questa mattina nella cantina di una palazzina di via Soldini, è stato domato dai pompieri.
CANTONE
16 ore
In Ticino altri tre casi e zero decessi
Gli ospedali cantonali accolgono attualmente un solo paziente. Le cure intense sono vuote da due settimane.
FOTO E VIDEO
CANTONE
16 ore
I centauri ticinesi ricordano Jason Dupasquier
L'Associazione Motociclisti Ticinesi ha voluto realizzare un piccolo gesto simbolico in memoria del giovane pilota.
CANTONE
18 ore
Quei falsi profili di Rapelli che sono spuntati su Facebook
La ditta ticinese lancia l'allarme ai propri clienti: «Non siamo noi. Non partecipate al concorso».
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile