LUGANO
20.07.17 - 12:250

Via libera alla nuova immagine istituzionale della Città

Il Consiglio di Stato ha dichiarato irricevibile il ricorso presentato da un cittadino

LUGANO - Il Municipio di Lugano ha accolto con soddisfazione la sentenza del Consiglio di Stato dell’11 luglio 2017, che dichiara irricevibile il ricorso presentato lo scorso 10 aprile da un cittadino relativo al nuovo logo dell’amministrazione cittadina.

La nuova immagine istituzionale della Città, conferma l’istanza di ricorso, non è in contrasto con le leggi vigenti poiché non prevede la sostituzione dello stemma comunale, che resterà invariato: «Si tratta – scrive il Consiglio di Stato – di una mera misura organizzativa interna, mediante la quale il Municipio decide di adottare una determinata impostazione grafica relativamente alla connotazione avantutto degli atti comunali».

Il concorso nazionale per la realizzazione della nuova identità visiva della Città di Lugano era stato indetto nel 2015 e il Municipio aveva dichiarato vincitore il Consorzio Cascio-Mazzei nell’aprile 2016. L’Esecutivo – considerato anche l’avvio della riforma organizzativa Progetto Nuova Amministrazione (PNA) – aveva ritenuto che il momento fosse propizio anche «per rinnovare l’identità visiva cittadina, orientarla verso i bisogni
dell’utenza e rafforzare il marchio Città di Lugano, fornendo una linea guida unitaria, chiara e coordinata a tutti i settori amministrativi».

La nuova immagine visiva di Lugano - oltre a rivisitare lo stemma con l’obiettivo di creare un nuovo logo volto a unificare quelli già esistenti - «ha infatti avviato un esame approfondito di tutti i supporti di comunicazione cittadini (carte da lettera, biglietti da visita, intestazioni di documenti ufficiali, siti web, opuscoli, cartellonistica, ecc.) che, in futuro, saranno emanazione di un’unica identità, forte e coordinata» fa sapere la Città di Lugano.

«L’obiettivo del progetto è anche quello di favorire il senso di appartenenza dei collaboratori e l’organizzazione della struttura».
I lavori per l’implementazione della nuova identità visiva, sospesi nell’attesa della decisione dell’istanza di ricorso, ripartiranno a metà settembre, dopo la scadenza del termine di ricorso al Tribunale cantonale amministrativo.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
ASCONA
6 ore
«Traffico ticinese paralizzato ovunque, non ci si muove più»
Lo sfogo della deputata Michela Ris, che invita i cittadini a ricorrere al car sharing e al telelavoro: «Nel 2020 con Alptransit le cose miglioreranno? Dipende da dove si abita»
CANTONE
7 ore
Fino a 60 centimetri di neve in Vallemaggia
Allerta a nord. Ma da domenica il tempo migliora e la prossima settimana torna il sole
BIASCA
8 ore
Allarme su Fb: «Rapitori di bimbi in paese». La scuola: «È un fake»
Un post su Facebook mette in ansia i genitori. All’origine ci sarebbe un fatto reale, un automobilista che ha avvicinato una bimba chiedendole il nome e poi è ripartito
CANTONE
9 ore
Solo un distretto risparmiato dai radar
La prossima settimana niente controlli mobili a Blenio. Ben 15 le località controllate nel Luganese
LOCARNO
10 ore
Lettere anonime a Dadò: «È la 150esima. Un'ossessione»
Da anni uno stalker l'avrebbe preso di mira. «Invito questa persona a dedicare il suo tempo ad altro e a sé stesso. Probabilmente ne ha bisogno»
LUGANO
11 ore
Morta dopo la liposuzione, il medico non operava in Ticino
Arriva a distanza di un anno e mezzo la risposta del Consiglio di Stato sul dottor M.C. «Non ha mai ricevuto l'autorizzazione a esercitare»
FOTO E VIDEO
CANTONE / NEPAL
13 ore
Le mani ticinesi nella ricostruzione post terremoto
Oltre 600 case, due scuole e un ambulatorio medico grazie alla generosità. Kam For Sud ha concluso il lavoro di ricostruzione del villaggio di Saipu
LUGANO
15 ore
Chi conosce l’agente di quartiere, si sente più sicuro
Sono stati presentati stamani i risultati del sondaggio sulla sicurezza. I cittadini più soddisfatti della qualità di vita sono quelli di Castagnola, Carona e Cureggia
LUGANO
15 ore
Lago Ceresio, è allerta piena
Il rischio "marcato" è previsto tra le 11 di oggi e le 18 di lunedì. Anche la Tresa, l'emissario del lago di Lugano, si è alzata
LUGANO
17 ore
«Me la sono cavata con una giacca rotta e qualche "pattone" in faccia»
Parla la vittima dell'aggressione al posteggio di Campo Marzio: «Devo ringraziare la mamma che mi ha aiutato e la polizia cantonale che è stata gentilissima»
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile