CANTONE
28.06.17 - 10:450

Una «Città dei mestieri» anche in Ticino: via libera al progetto

BELLINZONA - Il Consiglio di Stato ha dato luce verde nella seduta di martedì 27 giugno all’attivazione del progetto del Dipartimento dell'educazione, della cultura e dello sport (DECS) per la creazione di una «Città dei mestieri». Il progetto è inserito tra le priorità nelle Linee direttive della legislatura 2016-2019 in tema di «Formazione, Lavoro e Sviluppo economico», era già tra le priorità della legislatura precedente ed è oggetto di una mozione presentata da Nicola Pini e cofirmatari.

Il progetto si propone di dare risposta ai crescenti bisogni di supporto espressi da giovani e adulti nel campo delle scelte professionali e formative, in un mondo del lavoro che cambia in modo sempre più radicale e veloce. La «Città dei mestieri» sarà un’antenna informativa dove chi è alla ricerca di un posto di lavoro o di sostegni per il proprio perfezionamento troverà in un unico luogo, centrale e facilmente raggiungibile, risposte professionali e mirate. Ma sarà anche uno spazio espositivo permanente e di animazione aperto verso tematiche legate a professioni, settori professionali, opportunità occupazionali e perfezionamenti. La Divisione della formazione professionale avrà la responsabilità del progetto.

Mettendo in rete attori istituzionali e organizzazioni del mondo del lavoro, la «Città dei Mestieri» offrirà:
- un servizio di sportello in materia di lavoro e formazione, che si baserà su colloqui brevi senza appuntamento dove operatori professionisti assicureranno una prima informazione su temi come la ricerca di opportunità lavorative e formative, la scelta della professione e della scuola, il finanziamento della formazione, l’autoimprenditorialità, la possibilità di fare esperienza e studiare fuori dal Ticino, la formazione continua per la qualifica degli adulti o il perfezionamento professionale;
- accesso ad un centro di documentazione multimediale e multicanale relativo a impiego, professioni e formazioni;
- giornate informative ed eventi dedicati a temi rilevanti del lavoro e della formazione, organizzate dai diversi partner della rete.

Nei prossimi mesi verrà realizzato il progetto esecutivo, partendo dall’esperienza già maturata a Ginevra. Qui l’impatto della struttura è stato importante: oltre 36’000 visitatori annui, metà dei quali disoccupati, due terzi adulti, con tutti i livelli di formazione rappresentati. L’istituzione della «Città dei Mestieri» ha contribuito a costruire una nuova immagine del servizio pubblico, centrata sul cittadino, i suoi interessi e i suoi bisogni.

Anche in Ticino ci si attendono vantaggi importanti, e la fase di progettazione operativa sarà accompagnata da una sperimentazione presso il Centro professionale tecnico di Trevano già nel corso dell’anno scolastico 2017/2018.

I punti su cui si sta in particolare lavorando riguardano:
- la necessità di adattare il modello organizzativo alle caratteristiche del territorio e delle strutture formative già attive;
- l’allestimento degli spazi idonei per la sede centrale della Città;
- il programma degli eventi e della rete, attraverso il coinvolgimento dei centri di formazione operativi sul territorio e delle associazioni professionali;
- l’organizzazione concreta della struttura.

Il lancio della «Città dei Mestieri» è previsto nel corso del 2018.

TOP NEWS Ticino
FOTO E VIDEO
MINUSIO
1 ora

Ancora un'auto in fiamme

È accaduto questa notte in via Frizzi. Nessuno avrebbe riportato ferite

FOTO E VIDEO
QUINTO
3 ore

Perde il controllo dell’auto e finisce nel cantiere: quattro feriti

L'incidente si è verificato sull’A2, in direzione sud. Sul posto anche un elicottero della Rega

VIDEO
MELIDE
4 ore

Tutto è pronto, o quasi, per la Nuotata del Ponte Diga

La manifestazione prevede la traversata da una sponda all’altra del Lago di Lugano e l’affiancamento durante il tragitto del famoso Ponte Diga

FOTO
SANT’ANTONINO
15 ore

Ecco cosa è rimasto dell’auto bruciata sulla “tirata”

Spente le fiamme, la carcassa è stata recuperata e portata via dalla carrozzeria di servizio

CANTONE
18 ore

Casellario lindo per i candidati senatori, tranne Xenia Peran

In corsa per la Lega Verde la 56enne ha commesso lo scorso anno un’infrazione grave alle norme della circolazione nel canton Svitto

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile