PSC / archivio TiPress
LUGANO
06.06.17 - 15:070
Aggiornamento : 15:47

«Insieme contro i furti», i 7 consigli ufficiali

La campagna è stata lanciata dalla Polizia della Città di Lugano, unitamente alla Cantonale e alla Prevenzione Svizzera della Criminalità

LUGANO - Il furto con scasso, nonostante il calo registrato negli scorsi anni - nel 2016 la frequenza è scesa al di sotto di quella nazionale, con 4,4 scassi ogni 1000 abitanti -, rimane uno dei reati più comuni alle nostre latitudini, in particolare in alcuni comuni del Malcantone, che registrano le frequenze più elevate del Ticino. Per questo motivo la Polizia della Città di Lugano, unitamente alla Polizia cantonale e alla Prevenzione Svizzera della Criminalità (PSC), hanno lanciato la campagna di prevenzione “Insieme a voi, contro i furti con scasso!”.

Dal 2014 al 2016 i ladri hanno colpito le abitazioni prevalentemente da aprile a giugno (tra le 12 e le 17), durante il mese di settembre (tra le 13 e le 18) e da dicembre a febbraio (tra le 15 e le 20), come indicato in una lettera che arriverà in tutte le economie domestiche del distretto il prossimo 8 giugno.

I 7 consigli - L’obiettivo dell’iniziativa è quello di coinvolgere i cittadini a partecipare attivamente contro il fenomeno in quanto «l’autoprotezione costituisce la migliore prevenzione». A tal proposito, la campagna indica 7 consigli ufficiali per ridurre considerevolmente il rischio di subire furti con scasso:

  1. Chiudete a chiave le porte.
  2. Chiudete le finestre, le porte dei balconi e le terrazze.
  3. Mettete i vostri oggetti al sicuro, in cassaforte o in banca.
  4. Aprite gli occhi! Avete notato una persona che si comporta in modo strano, un veicolo sospetto o rumori insoliti? Informate subito la polizia chiamando il 117.
  5. Accendete le luci.
  6. Attivate l'allarme.
  7. Rivolgetevi gratuitamente ai consulenti per la sicurezza della polizia per sapere come ridurre i rischi usando semplici mezzi.

E se questo non basta? - Nel malaugurato caso in cui, nonostante le precauzioni, doveste constatare un furto, ci sono due aspetti da tenere in considerazione. Il primo è quello di non mettere a repentaglio la propria sicurezza, allontanandosi rapidamente e chiamando immediatamente il 117. Il secondo è quello di non toccare nulla, evitando così che importanti indizi presenti sulla scena possano andare persi, complicando le indagini.

PSC
Ingrandisci l'immagine
Commenti
 
Lonely Cat 2 anni fa su tio
Hanno dimenticato il consiglio più importante. Se già non l'avete procuratevi un'arma. E magari mettete un cartello fuori dalla porta che informi i ladri di questo fatto.
lo spiaggiato 2 anni fa su tio
@Lonely Cat Si, cosí vengono apposta da te per rubartela... :-))))
Lonely Cat 2 anni fa su tio
@lo spiaggiato A loro rischio e pericolo! :)
udesto 2 anni fa su tio
È sufficente una semplice legge: chi viene condannato per furto, non esce più di prigione fino quando non ha restituito ciò che ha rubato. Scommettiamo che anche il più stupido dei delinquenti cambia "posto di lavoro", le prigioni si svuotano e lo stato risparmia montagne di soldi ! Invece ci dicono di allontanarsi rapidamente e aspettare che il giudice lo condanni, sempre se viene preso, con le solite aliquote giornaliere con la condizionale, che vuol dire nienteeeeee. Nemmeno entrano nelle nostre prigioni 5 stelle. Mi assumo la responsabilità nel dire che é tutta una pagliacciata e la giustizia fa schifo.
TOP NEWS Ticino
FOTO E VIDEO
LOSONE
2 ore
Valigia sospetta, isolata la zona attorno alla Raiffeisen
È successo questa mattina verso le 8.30. Un uomo con volto coperto avrebbe preso a calci la borsa
FOTO E VIDEO
BELLINZONA
2 ore
Volo di 6 metri nel teatro, rischia la vita
Grave un addetto alla manutenzione. Da chiarire le cause dell'incidente
CANTONE
2 ore
Coronavirus: «Necessari esami rapidi, il Ticino sarà d'esempio»
Lo specialista basilese: «La chiusura delle frontiere o i controlli alle dogane sono inutili»
FOTO E VIDEO
BELLINZONA
3 ore
Boato a scuola: usato un ordigno "da bancomat"
Tra le ipotesi al vaglio quella di una sorta di "test" dell'esplosivo. I danni? Tra i 30 e i 50 mila franchi
LUGANO
3 ore
Da Lugano a Zurigo: ecco come nasce un ingegnere gestionale
Mattia Ceraudo ha 29 anni. Da piccolo voleva fare il calciatore. Dopo la Supsi è andato a Rotterdam. Oggi è un manager
CAPRIASCA
4 ore
Il coronavirus mette a rischio il carnevale
Gli organizzatori dei festeggiamenti di Tesserete si dicono pronti ad annullare l'evento «qualora fosse richiesto»
BRIONE SOPRA MINUSIO
5 ore
Gli asini scappano, interviene la protezione animali
Irregolarità sulla gestione delle bestie? Partita la segnalazione di routine al veterinario cantonale
VIDEO
MERIDE
6 ore
Voglio andare alla Posta a pagare con i fossili, ma non si può
Le agenzie postali si stanno infilando ovunque. Anche alla RSI. Quella di Comano, però, non è stata la prima follia
FOTO E VIDEO
BELLINZONA
13 ore
Il Coronavirus non ferma il Rabadan
Nel giorno del “primo caso in Ticino” si chiude la 157edizione del carnevale. Il video di Tio/ 20Minuti tra la gente
CANTONE
14 ore
Coronavirus, nel caos c’è chi diffonde fake news
Sono stati diffusi alcuni nostri articoli volontariamente modificati. Seguite i canali ufficiali
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile