+ 1
LUGANO
13.05.17 - 14:220

Concluso il Dies Academicus dell’USI

Si è svolto stamattina il ventunesimo Dies Academicus dell’Università ticinese, il primo per Boas Erez da rettore

LUGANO - Si è svolto questa mattina presso il campus di Lugano il ventunesimo Dies academicus dell’Università della Svizzera italiana. Dopo il saluto della Presidente del Consiglio dell’Università Monica Duca Widmer, l’intervento del Rettore Prof. Boas Erez – intitolato “La voce dell’Università” – ha posto l’attenzione sui numerosi modi in cui l’Università esprime la propria voce, contribuendo in modo originale e diversificato al progresso scientifico, al dibattito culturale e allo sviluppo sociale ed economico delle sue comunità di riferimento, così come del territorio della Svizzera italiana.

Secondo il Rettore, nell’ultimo anno l’Università ha gettato le basi affinché le diverse voci che la compongono possano parlare in modo più coeso, aumentando la portata complessiva del proprio discorso: è il caso ad esempio del Senato accademico, riunitosi per la prima volta lo scorso 4 maggio, il cui obiettivo è proprio quello di rafforzare la condivisione all’interno dell’Ateneo, discutendo aspetti della sua pianificazione strategica e delle condizioni generali di lavoro. Voci più coese e voci fresche: il Rettore ha infatti ricordato la recente nomina di Cristina Largader a nuova Direttrice amministrativa, la designazione di Riccardo Blumer alla guida dell’Accademia di architettura e quella di Antonio Carzaniga a Decano della Facoltà di scienze informatiche.

Di seguito, il Professore dell’Università di Cambridge David Abulafia ha tenuto una prolusione dal titolo “Mediterraneo passato e Mediterraneo futuro”, a sottolineare il rinnovato interesse dell’USI per il tema: è stata infatti istituita la Cattedra Medio-Oriente Mediterraneo, il cui titolare sarà per il primo anno il noto politologo, orientalista e accademico francese Gilles Kepel. Nel contesto della Cattedra è previsto un corso di 10 lezioni aperte al pubblico sui temi più caldi della regione.

Al termine della cerimonia, come da tradizione, sono state conferite le onorificenze, che hanno riguardato quest’anno la Facoltà di scienze informatiche: il Dottorato honoris causa è stato assegnato a Shriram Krishnamurthi, professore di Computer Science alla Brown University, “per le innovazioni nel campo della teoria dei linguaggi di programmazione e per gli straordinari contributi all’insegnamento dell’informatica, dalla scuola media fino all’università”; il Credit Suisse Award for best teaching è stato attribuito a Mehdi Jazayeri, Decano fondatore della Facoltà di scienze informatiche, «per la creazione di un curriculum di informatica innovativo e per la qualità del suo insegnamento da quando è con l’USI».

 

Guarda tutte le 5 immagini
Commenti
 
TOP NEWS Ticino
BELLINZONA
2 ore

Schiume sul Lago Maggiore: «Un fenomeno naturale»

Numerose segnalazioni tra Muralto e Brissago. Il Dipartimento del territorio tranquillizza: «Non si tratta di inquinamento, ma di alghe che risalgono in superficie»

LUGANO
3 ore

«Mio figlio parla solo tramite video»

Il mutismo selettivo è un problema per (almeno) una ventina di bambini in Ticino. L'associazione Atimuse: «Abbiamo fatto passi avanti»

CADENAZZO
4 ore

Cadenazzo pensa alla videosorveglianza per bloccare i furbetti

Il traffico parassitario è un problema in alcune strade residenziali del Comune. Il vicesindaco: «Entro metà-fine ottobre metteremo due telecamere»

CANTONE
5 ore

Girardi fa istanza alla Corte d'appello: «Nel mio iPhone 5 c'è la prova »

Il direttore del Lumino’s chiede la revisione del processo e fa leva sulla donazione alla Lega, negata da Bignasca: «Se ho dato 50mila franchi, che motivo avevo di far coazione sul loro ministro?»

CANTONE
7 ore

Meno automobilisti in odore di cannabis dal medico del traffico

Negli ultimi tempi Camorino opta per l'ammonimento, laddove prima veniva ordinata la visita. «Uniformate le prassi cantonali. Nulla a che vedere coi fatti degli ultimi mesi» precisa l'autorità

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile