TiPress
CHIASSO
21.03.17 - 15:010
Aggiornamento : 17:09

Incendio in via Odescalchi: «La Polizia non c'entra nulla»

La perizia effettuata dagli esperti di Zurigo ha scagionato gli agenti dalle «speculazioni della stampa» su eventuali responsabilità nel rogo di novembre 2016

CHIASSO - Gli agenti della Polizia cantonale non hanno alcuna responsabilità nell'incendio avvenuto nel novembre 2016 in via Odescalchi a Chiasso. La perizia effettuata dagli esperti di Zurigo esclude la loro responsabilità.

Il rogo era scoppiato il 23 novembre, poco prima delle 14, in un appartamento di una palazzina. Il Ministero pubblico e la Polizia cantonale fanno notare che «vengono così a cadere le speculazioni diffuse a mezzo stampa» che parlavano di una «leggerezza o disattenzione» degli agenti. La Polizia era intervenuta alle 6 del mattino nel locale che ha successivamente preso fuoco per arrestare l'inquilino di 36 anni.

Lo stabile interessato dalle fiamme si trova in una strada di Chiasso che alimenta frequentemente i fatti di cronaca, compresa la rissa della scorsa notte che ha portato i cittadini a definirsi «esausti» e a maturare l'idea di trasferirsi. Nello stesso stabile abitava il 35enne portoghese ucciso a ottobre 2015 in una faida tra gang. Lo stesso Municipio aveva in seguito annunciato «misure incisive» a salvaguardia dei cittadini di via Odescalchi allo scopo di lottare contro attività illecite che impediscono una normale convivenza tra i cittadini del quartiere.

L'inchiesta del Procuratore pubblico Nicola Respini prosegue per chiarire cause e responsabilità.

TOP NEWS Ticino
GORDOLA
1 ora
Un 34enne scompare sui Monti di Motti
Si chiama Aurèle Donis, di Ginevra, ed è stato visto per l'ultima volta attorno alle 10 di questa mattina
LUGANO
2 ore
Voleva fare una strage a scuola: ecco la sentenza
Il 21enne è stato condannato a 7 anni e mezzo sospesi, in modo da potersi curare in una struttura adeguata.
CANTONE
2 ore
Traffico congestionato sulle strade ticinesi
Il maltempo contribuisce a peggiorare la situazione, specie nel Luganese. Rallentamenti sia sull'A2 che sulle cantonali
CAMORINO
3 ore
Lite al centro asilanti, un arresto
Due ospiti del bunker di Camorino sono venuti alle mani. Scattano le manette
CANTONE
4 ore
Nuovi focolai in due feste private
«Dobbiamo mantenere alta la guardia». De Rosa e il governo introducono nuove disposizioni per contenere l'epidemia
CANTONE
5 ore
Perché il nome di quel ragazzo è sul sito del Cantone?
Strage sventata alla Commercio: il giudice Mauro Ermani chiedeva privacy per l'imputato. Ma poi...
CANTONE
7 ore
Un temporale, quasi 10 gradi in meno
È accaduto ieri a Lugano. Altrove raffreddamenti, ma non così marcati
LUGANO
7 ore
Crediti Covid, arrestato un "furbetto" nel Luganese
Oltre 600mila franchi usati, in realtà, per spese personali. In manette un 47enne italiano
CANTONE
8 ore
Covid: i casi ticinesi crescono anche oggi
Invariato, invece, il numero dei deceduti a causa del virus che resta fermo a quota 350
CANTONE
9 ore
Il Municipio sotto accusa per presunti abusi edilizi
La Lega chiede alla Sezione degli enti locali di «ristabilire la legalità negli spazi dell'ex caserma»
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile