Ti-Press
CANTONE
07.02.17 - 17:110

Occhio al casellario: se lo sporchi, ti puoi rovinare

Dopo la bufera scoppiata attorno a un politico comunale di Giubiasco, ecco i numeri: ogni anno 100.000 svizzeri nei pasticci. Oltre la metà per questioni di guida 

BELLINZONA – Una macchia sul casellario giudiziale può costare cara. Chiedetelo a Flavio Bruschi, municipale di Giubiasco, che nel 2012 si è fatto beccare a 170 all’ora sull’autostrada del Ceneri. Il reato commesso è tornato di recente a galla al momento in cui Bruschi ha presentato la sua documentazione per candidarsi alle elezioni della Nuova Bellinzona. Una situazione imbarazzante. Eppure Bruschi è in buona compagnia. «Ogni anno – evidenzia Raphael Frei, portavoce dell'Ufficio federale di giustizia – sono oltre 100.000 le condanne registrate nel casellario giudiziale. Oltre la metà dei casi riguarda proprio reati contro la legge sulla circolazione stradale».

Dentro le cifre – Gli ultimi dati disponibili sono quelli del 2015. Con 108.500 adulti condannati (circa 5.000 ticinesi) e registrati nel casellario giudiziale. «Ben 57.600 per reati sulla strada. È un trend». Per il resto quasi 35.000 situazioni riguardano una violazione del codice penale. «Ad esempio – commenta Frei – si parla di reati patrimoniali, violenti o sessuali. Poi ci sono state 18.000 sentenze per violazioni della legge sugli stranieri, ad esempio per entrate o soggiorni illegali in Svizzera. Statisticamente questi reati sono in calo. Aumentano del 4% invece i reati per traffico di stupefacenti, con ben 7.000 casi».

Fino a più di 20 anni – Secondo Frei, la tendenza generale evidenzia un leggero rialzo, di anno in anno, delle iscrizioni sul casellario. «Anche perché è aumentata la popolazione». Ma per quanto tempo una persona è costretta poi ad avere il casellario sporco? Dipende dalla gravità del reato commesso e dalla pena. Come minimo solitamente si parla di 10 anni. «Per le pene detentive senza la condizionale – puntualizza Frei – il tempo di permanenza del nome sul casellario può essere anche di 20 anni, a cui vanno sommate le durate dei periodi di carcere».

Eccezioni – In linea di massima, comunque, le sentenze non sono riportate sull’estratto rilasciato a privati, se sono trascorsi due terzi della durata determinante per l'eliminazione. «Va detto che per legge una condanna eliminata dal casellario giudiziale non può più essere utilizzata contro l’interessato. I dati eliminati non sono archiviati, ma distrutti».

Quando serve il casellario – Intanto, però, chi ha il casellario giudiziale sporco rischia di compromettersi opportunità di carriera. Non solo in ambito lavorativo, ma anche sociale. «Un estratto per privati è richiesto al momento di una candidatura per un posto di lavoro, per l’acquisizione di un permesso per il porto d'armi, per la domanda di cittadinanza. Ogni caso viene valutato singolarmente».  

Rigidità imperativa – E se in alcune situazioni, a seconda anche della posta in palio, si può chiudere un occhio, in altre la rigidità è imperativa. Accade, ad esempio, per le attività in cui si ha a che fare con minori. A quel punto si è marchiati praticamente a sangue. «Se l’interdizione – conclude Frei – è stata pronunciata per proteggere minorenni o persone particolarmente vulnerabili, allora viene riportata nell’estratto specifico per privati fintanto che l’autorità lo ritiene opportuno».

 

 

 

 

 

 

 

Commenti
 
Kevin Macullo 2 anni fa su fb
In poche parole se un volta fai una cazzata in auto senza far male a nessuno ti trattano come un assassino e ti rovinano la vita ottimo modo di gestire le cose?
Vhpd 2 anni fa su tio
Via sicura va assolutamente rivisto, fa acqua da tutte le parti. E con questo non parlo di limiti di velocità, controlli, ecc... parlo di sanzioni che arrivano all'eccesso, specialmente se paragonate ad altri crimini. Conosco personalmente Bruschi, è una brava persona, non penso che quei 170km/h in autostrada influiscano sul suo modo di agire politicamente e socialmente.
Igor Gutschen 2 anni fa su fb
la grande nazione Elvezia; dove un politico corrotto, un pedofilo, un mafioso, evasori fiscali e rifiuti vari, hanno vita facile....
Amos Bianchi 2 anni fa su fb
Ahahah pagliacci
Danny50 2 anni fa su tio
Via sicura peggio dei talebani. Solo dei vermi hanno potuto favorire questo cancro che di sicuro ha solo la vessazione degli automobilisti. Chi se non i rossi, invidiose sangusuga non abbiano potuto dribblare il buon senso grazie ad una manica di dormiglioni in parlamento che si addormentano con il dito sul bottone del sì per nonnaffaticarsi
Nick99 2 anni fa su tio
poi per solo 170km/h deve venir fuori una "bufera"...mah
Nick99 2 anni fa su tio
Quello che ha fatto Bosia Mirra è ben più grave rispetto all' "eccesso" di velocità
Vhpd 2 anni fa su tio
@Nick99 Esatto!!
Monello 2 anni fa su tio
@Nick99 Bravo Nick concordo pienamente..ormai in Svizzera agli occhi della legge siamo quasi tutti deliquenti ( ...per problemi di circolazione intendo ) ....multe che mettono in ginocchio delle famiglie ,specialmente oggi dove gia fai fatica ad arrivare alla fine del mese quando non hai spese straordinarie ...davvero qua dobbiamo fare qualcosa..!!...la vita da nos sta diventando impossibile ..ci stiamo ammalando ....ed inoltre abbiamo in giro gente come la Mirra o l addolarata Marra ...alle quali viene concesso tutto ....la corda é ormai tesa!!
Ste Anna 2 anni fa su fb
Qua cercano di incularti anche se ti comporti bene,ti portano a fare errori!!!che vergogna
Sandra Rezzonico-Abderhalden 2 anni fa su fb
Se ti comporti bene non ti succede niente! Se sgarri paghi. A me non sembra sia colpa di qualcuno che vuole incu...???????????
Papillon Estetica 2 anni fa su fb
E assurdo , lasciare segni nel caselario per la guida , e altri cazate , e redicolo, non si può considerare come un criminale una persona per stupidata con danni di tipo 100 Fr. E un sprecho di soldi dello stato per justitia inutile. E ."crimini" di guida - e una burocrazia , e solo per danegiare propii citadini .
Tex85 2 anni fa su tio
via sicura è stata elaborata solo per incassare soldi....Non è logico scontare un anno di prigione per velocità e un pedofilo che non nomino ha fatto 6 mesi e il resto condizionale....siete persone incoerenti con i paraocchi incorporato!!!
Eva Zimmermann 2 anni fa su fb
Ma qualcuno si ricorda la vicenda del Lombardi? E poi stato punito?
Igor Gutschen 2 anni fa su fb
no! non è accaduto nulla e, chi si è permesso di fare commenti su di lui nei social è stato bloccato e i post cancellati
Laila Berger 2 anni fa su fb
Ma quando mai! Gli avranno dato un premio ?
Daniela Frisco 2 anni fa su fb
corruzione legalizzata....che non esiste X i comuni mortali!
Ctg 2 anni fa su tio
Sono solidale con Bruschi. magari se rimaneva nel partito della cabina telefonica veniva messo tutto a tacere, come stanno facendo con la scienziata Bosia Mirra
Equalizer 2 anni fa su tio
Oltre la metà delle iscrizioni sono dovuti alle infrazioni del codice stradale, già in nessun paese al mondo si martella l'automobilista come in Svizzera. Poi ci si chiede perché i procuratori sono in ritardo con il lavoro. Ma d'altronde Via Sicura è un'idea partorita dal PS e sviluppata da uno dei più sciagurati politici rossi tal Moritz Leuenberger, la procura è rossa come come la bandiera cinese, cos'altro possiamo attenderci? Niente, solo clemenza per i ladri e punizioni bibliche per gli automobilisti, questa è la Svizzera di oggi grazie al PS.
Ben8 2 anni fa su tio
ma dove andiamo a finire ..... legge ridicola, il buon senso é andato a fottersi
Pyppie 2 anni fa su tio
quanti bla bla bla ridicoli per delle infrazioni stradali, magari successo una volta sola, fedina sporca, magari la vita professionale rovinata ma i reati gravi ... pedofili, gente uccisa ecc. se la cavano con delle condanne su piede libero, ma dove stiamo per finire???
F/A-18 2 anni fa su tio
@Pyppie ......e quelli che si sono intascati milioni con appalti gonfiati e girandola di lavori distribuiti in modo mirato non a chiunque ma a loro stessi, soldi pubblici ! milioni di soldi pubblici che poi diciamocela tutta, erano soldi che andavano presumibilmente anche a finanziare i vari partiti.......o no !
Lore62 2 anni fa su tio
.... «I dati eliminati non sono archiviati, ma distrutti».... Sarà vero? Concordo con qunto scrive F/A18 !
albertolupo 2 anni fa su tio
@Lore62 la pola sa sempre quali multe hai preso (e non solo da fedina), anche dopo decenni ...
Thor61 2 anni fa su tio
@albertolupo In pratica NON ELIMINANO NULLA delle vecchie infrazioni.
F/A-18 2 anni fa su tio
Casellario sporco per un'eccesso di velocità, vergognoso compromettere una carriera politica od altro ancora per un'eccesso di velocità, magari perché andava a 47 dove c'é il 30 e dove si é sempre andato a 50 . Svizzeri popolo ridicolo per certi versi !
Güglielmo 2 anni fa su tio
eh bom dai va beh, il politico di Giubiasco che cambia giacca, lo crocifiggono per una multa di veocità e bla bla bla bla.... la politica gran consigliera ROSSA passatrice di migranti, colta in flagranza di reato siede ancora al suo posto... e alura cos'è più grave... ma fate il piacere..
Thor61 2 anni fa su tio
Una multa per eccesso di velocità farla passare per un grave reato è un pò come la famosa "Via sicura". Se poi ci sono motivi politici, visto il cambio di casacca del personaggio è altra storia ed è ben peggio della velocità eccessiva in autostrada.
bobà 2 anni fa su tio
... non conosco bene la legge, ma secondo me dipende cosa c'è scritto e dipende da chi lo legge. Per candidarsi alle elezioni c'è scritto che andava a 170 in autostrada secondo me non è una macchia, se invece sta scritto che è stato condannato per furto di una mela, neppure. Ma se sta scritto che ha rubato 17'000 CHF o peggio (omicidio, stupro,..) allora le cose cambiano. Ho anche sentito che ci scrivono delle cose da poco, tipo: - intervento della cantonale per schiamazzi poi sedati - ha risposto all'agente in maniera polemica spero tanto che siano delle leggende, sennò davvero siamo in un paese di repressione poliziesca!
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
ASCONA
6 ore
«Traffico ticinese paralizzato ovunque, non ci si muove più»
Lo sfogo della deputata Michela Ris, che invita i cittadini a ricorrere al car sharing e al telelavoro: «Nel 2020 con Alptransit le cose miglioreranno? Dipende da dove si abita»
CANTONE
6 ore
Fino a 60 centimetri di neve in Vallemaggia
Allerta a nord. Ma da domenica il tempo migliora e la prossima settimana torna il sole
BIASCA
8 ore
Allarme su Fb: «Rapitori di bimbi in paese». La scuola: «È un fake»
Un post su Facebook mette in ansia i genitori. All’origine ci sarebbe un fatto reale, un automobilista che ha avvicinato una bimba chiedendole il nome e poi è ripartito
CANTONE
9 ore
Solo un distretto risparmiato dai radar
La prossima settimana niente controlli mobili a Blenio. Ben 15 le località controllate nel Luganese
LOCARNO
10 ore
Lettere anonime a Dadò: «È la 150esima. Un'ossessione»
Da anni uno stalker l'avrebbe preso di mira. «Invito questa persona a dedicare il suo tempo ad altro e a sé stesso. Probabilmente ne ha bisogno»
LUGANO
11 ore
Morta dopo la liposuzione, il medico non operava in Ticino
Arriva a distanza di un anno e mezzo la risposta del Consiglio di Stato sul dottor M.C. «Non ha mai ricevuto l'autorizzazione a esercitare»
FOTO E VIDEO
CANTONE / NEPAL
13 ore
Le mani ticinesi nella ricostruzione post terremoto
Oltre 600 case, due scuole e un ambulatorio medico grazie alla generosità. Kam For Sud ha concluso il lavoro di ricostruzione del villaggio di Saipu
LUGANO
15 ore
Chi conosce l’agente di quartiere, si sente più sicuro
Sono stati presentati stamani i risultati del sondaggio sulla sicurezza. I cittadini più soddisfatti della qualità di vita sono quelli di Castagnola, Carona e Cureggia
LUGANO
15 ore
Lago Ceresio, è allerta piena
Il rischio "marcato" è previsto tra le 11 di oggi e le 18 di lunedì. Anche la Tresa, l'emissario del lago di Lugano, si è alzata
LUGANO
17 ore
«Me la sono cavata con una giacca rotta e qualche "pattone" in faccia»
Parla la vittima dell'aggressione al posteggio di Campo Marzio: «Devo ringraziare la mamma che mi ha aiutato e la polizia cantonale che è stata gentilissima»
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile