Tipress
CANTONE
16.01.17 - 17:440
Aggiornamento : 19:47

Nel cantone dei tombolifici: andare in rovina una cartella alla volta

Non potrebbero esistere, ma in Ticino sono attive vere e proprie sale bingo: ogni anno 450 tombole

TOMBOLA

Caricamento in corso ...
Questi sondaggi non hanno, ovviamente, un valore statistico. Si tratta di rilevazioni aperte a tutti, non basate su un campione elaborato scientificamente. Hanno quindi l'unico scopo di permettere ai lettori di esprimere la propria opinione sui temi di attualità.

LUGANO - Chi non ha mai gridato quintina al quarto numero estratto non può dirsi un vero burlone. Perché in Ticino il tempo del carnevale è anche quello delle tombole. Un gioco aggregativo, divertente e da sempre tra i sistemi preferiti per finanziare le associazioni. Ma c’è un altro lato della medaglia: «50 franchi a sera, per 6 o 7 volte a settimana, moltiplicato per 20-25 volte al mese, per 10 mesi l’anno. Ho stimato che nell’ultimo trentennio mia moglie si sia giocata 400mila franchi», ci racconta un ticinese che chiede di mantenere l’anonimato.

Tombolieri professionali - Impossibile giocare tutte le sere a tombola? No, non in Ticino. Infatti, oltre alle tradizionali tombolate benefiche, esistono alcune strutture che le organizzano in modo pressoché professionale. Come? Se per legge, tombole e lotterie sono consentite solo a enti di pubblica utilità o di beneficenza, nessuno vieta che qualcuno offra, dietro compenso, un “pacchetto tutto compreso”. La squadra o la società di turno non deve fare quasi nulla, e l’organizzatore gli mette in piedi sala, banditore, distribuzione delle cartelle, accompagnamento musicale e addirittura tutta la trafila burocratica.

Contratti e statuti - Come ci spiega il tenente Elia Arrigoni, capo del Servizio autorizzazioni, commercio e giochi della Polizia cantonale, in Ticino vi sono 6 strutture di questo tipo che «organizzano tombole per conto di 7/8 associazioni». Tra questi due soggetti viene allestito un contratto e una copia viene consegnata anche alla Polizia. «Il Servizio verifica gli statuti delle società e queste sono tenute a inviare regolarmente i rendiconti finanziari», spiega Arrigoni.

Le cartelle - È proprio l’esistenza di strutture come queste che rende possibile che nel nostro cantone si tengano circa 450 tombole ogni anno. Secondo i dati della Polizia cantonale nel 2016 sono state distribuite 179’500 cartelle, da 20 o 50 centesimi e 1 franco. Un dato questo che negli ultimi anni mostra una continua flessione: nel 2012, infatti, se ne contavano 224’387.

Controlli - Siamo sicuri dello scopo benefico o di pubblica utilità di questi eventi? Come si controlla? «Per ragioni operative non possiamo indicare tutti i generi di controlli che vengono effettuati. In ogni caso si può indicare che, fra gli altri, vengono effettuati dei controlli sulla legittimità delle associazioni/società tramite consegna degli statuti societari», afferma Arrigoni. Le irregolarità, però, non sono frequenti: nel 2016 è stata emessa una sola contravvenzione, «per non aver inoltrato il rendiconto finanziario».

Ludopatia? - A differenza dei casinò, in questi locali, nonostante si giochi d’azzardo quasi ogni sera, non c’è una regolamentazione contro i rischi della ludopatia. E se qualcuno si rovina? Arrigoni ci spiega che la Polizia non può controllare «perché non vi è una base legale per farlo». Non resta quindi che confidare nella revisione della Legge federale sui giochi in denaro, attualmente in corso. A quel punto anche il Ticino aggiornerà le sue norme, i lavori preliminari per l’adattamento delle legge cantonale d’applicazione sono già in corso.

Commenti
 
Carlo Aieie 2 anni fa su fb
Quando lo stato ruba le pensioni.......per darle ad asilanti.........
Marco Bozzotti 2 anni fa su fb
Ma che calcoli fanno sti caproni? Se spende 50 franchi a sera moltiplicato per 25 sere al mese fanno 1250.- al mese, per dieci mesi sono 12500.- franchi.... come fa nell'ultimo triennio ad aver speso 400 mila franchi??? Capre!
Eliano Scapozza 2 anni fa su fb
Trentennio, non triennio...
Ticinonline 2 anni fa su fb
Caro Marco, ha già risposto educatamente Eliano. Prima di criticare, soprattutto con certi toni, bisognerebbe magari leggere attentamente l'articolo...
Marco Bozzotti 2 anni fa su fb
Avete ragione... Ho letto male, chiedo scusa!
Antonella Ciaccia 2 anni fa su fb
Brutto ma dirsi ma a Lugano e' l'unico centro chiamiamolo pure di aggregazione frequentatissimo da persone soprattutto anziane...un modo a loro dire per uscire e stare insieme agli altri.Forse bisognerebbere chiedersi cosa offre la città alla sera o magari alla domenica....specie di inverno!!!
Equalizer 2 anni fa su tio
La maggior parte dei giocatori di tombola sono già li in fila per il congedo definitivo, quindi il numero di cartelle vendute è destinato a scendere ancora molto, ad un certo punto l'operazione non sarà più redditizia ed allora si tornerà come anni addietro dove chi organizza è chi ha bisogno.
spank77 2 anni fa su tio
Tombofili...ludopatia... che paroloni... :-)
Frankeat 2 anni fa su tio
@spank77 I tombofili sembra significare qualcosa d'altro più lugubre, però rende l'idea, così come ludopatia. In effetti si vedono chiaramente alle tombole molte persone, normalmente over 50, che sono veramente dipendenti da questo "gioco". Complimenti comunque all'anonimo che guadagna così tanto da lasciar spendere alla moglie oltre 13'000 franchi all'anno in tombole. Mica male.
Laura Furlan 2 anni fa su fb
Rebecca Clemente
Rebecca Clemente 2 anni fa su fb
??? il mio cesto ??
Laura Furlan 2 anni fa su fb
Eh già già ?
Rebecca Clemente 2 anni fa su fb
Ormai siamo noi che mandiamo avanti la tombola ??
TOP NEWS Ticino
MENDRISIO
2 ore
Caos viario, l’SOS di cinque sindaci: «Siamo al limite della sopportazione»
L’appello lanciato dai sindaci del distretto ai colleghi del Luganese: «Ancora molto può essere fatto sul vostro territorio contro i posteggi selvaggi e per promuovere la mobilità aziendale»
LUGANO
2 ore
Arriva la tassa sul sacco: tutto quello che dovete sapere
Il prezzo dei sacchi. Le novità degli ecocentri. Quelli che il sacco possono averlo a un prezzo agevolato. Lugano si prepara alla rivoluzione dei rifiuti.
FOTO E VIDEO
AROGNO
2 ore
Cade per 20 metri e si ferisce gravemente
Un uomo di 82 anni è stato vittima di un serio infortunio mentre stava effettuando dei lavori di disboscamento in zona Devoggio ad Arogno
BREGGIA
3 ore
Dopo 20 giorni l'acqua torna potabile
A Cabbio e Muggio l'acqua è rimasta troppo torbida per settimane. Ma in attesa del rinnovamento degli impianti il Comune ha le mani legate
FOTO
POSCHIAVO (GR)
3 ore
Fuori strada e giù dalla scarpata per 200 metri
L'incidente è avvenuto mercoledì sera sulla strada principale del Bernina
CANTONE
5 ore
Valichi e criminalità: Berna ha fretta
Il Consiglio nazionale si chinerà a breve sul problema dei malviventi "transfrontalieri". L'UDC «preoccupata»
FOTO E VIDEO
LUGANO
7 ore
I treni circolano normalmente, le auto non ancora
Il carro attrezzi ha evacuato l'auto travolta questa mattina da un treno merci. La sbarra del passaggio a livello ha riportato qualche danno e sono in corso le verifiche tecniche
CANTONE
7 ore
Orario 2020: 27 collegamenti al giorno tra il Ticino e Milano
La rinnovata cadenza oraria sulla linea RE10 è la principale novità del cambio orario TILO. Confermati i cambiamenti introdotti per il cantiere sul lago di Zugo
FOTO E VIDEO
LUGANO
8 ore
Auto travolta da un treno, passaggio a livello chiuso fino alle 14
Il conducente del veicolo colpito da un convoglio merci non ha riportato ferite. I lavori di sgombero dureranno ancora qualche ora
FOTO E VIDEO
CANTONE
8 ore
A Natale va di moda la Bir-Brulé
C’è ancora un po’ di diffidenza. Ma diversi birrifici della Svizzera italiana si stanno lanciando nel nuovo business. Tio/ 20 Minuti ne ha visitato uno a Cugnasco-Gerra
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile