Fotolia
CANTONE
12.01.17 - 17:540
Aggiornamento : 22:39

Nella Svizzera italiana si guarda sempre meno tv

Anche il dato dei giovani svizzeri è in calo. In aumento invece l'utilizzo del servizio in differita

Quanto guardi la tv?

Caricamento in corso ...
Questi sondaggi non hanno, ovviamente, un valore statistico. Si tratta di rilevazioni aperte a tutti, non basate su un campione elaborato scientificamente. Hanno quindi l'unico scopo di permettere ai lettori di esprimere la propria opinione sui temi di attualità.

BELLINZONA - Gli svizzeri italiani guardano sempre meno tv. Infatti secondo Mediapulse, nel 2016 e per quel che riguarda la fascia d’età dai 15 ai 49 anni, il numero di spettatori ha toccato il minimo storico.

Gli spettatori di lingua italiana hanno guardato nel secondo semestre del 2016 la tv in media 120 minuti, 9 in meno rispetto al 2015.

Dall'introduzione della nuova misurazione nel 2013, i valori rilevati per il consumo televisivo quotidiano della popolazione complessiva non sono mai stati così bassi: 118 minuti nella Svizzera centrale e 135 nella Svizzera occidentale. Nella Svizzera italiana i dati indicano lo stesso risultato dell'anno precedente, 161 minuti.

Resto della Svizzera - In Svizzera due persone su tre vedono quotidianamente la televisione in diretta, ma è in aumento l'utilizzo di quella in differita. D'altro canto, i giovani tra i 15 e i 29 anni accendono la tv meno sovente e per periodi più brevi.

Nella seconda metà del 2016 i dati registrati eguagliano più o meno quelli raccolti nel semestre precedente.

I telespettatori della Svizzera tedesca dai 15 ai 29 anni rimangono giornalmente circa 57 minuti davanti alla televisione. Nove minuti in meno rispetto allo stesso periodo del 2015.

I giovani della Svizzera romanda rimangono davanti allo schermo in media 53 minuti al giorno. Dall'anno precedente le cifre indicano una diminuzione di 17 minuti.

Differita - In aumento anche l'utilizzo del servizio in differita. Questa nuova offerta è sfruttata dal 20-25% degli spettatori.

Commenti
 
GIGETTO 2 anni fa su tio
Per la "pochezza" che ci propone la ro$$a RSI (Radio Socialista della svizzera Italiana) è normale che calano gli ascolti....arriverà la votazione sulla Billag....aaahh se arriverà poi saranno c.....i amari in quel di Comano.
stones 2 anni fa su tio
eppure avrei detto che con personaggi come il Di Gioia gli indici d'ascolto sarebbero schizzati alle stelle...
Moga 2 anni fa su tio
@stones E chi è Di Gioia???
aquila bianca 2 anni fa su tio
@stones ;-)))))))))))))))))))))) Schizzati sopra le stelle di Buseno.... Val Calanca, dove ha trovato moglie e ora ha due figli..... ;o) ......la sua dislessia è palese...... Le battute... ??... Da strapparsi i peli delle ascelle.... (comunque, ha l'onestà di criticarle da solo e di questo bisogna dargli atto.... ). Buon pomeriggio stones ;-)))
Kahr 2 anni fa su tio
Forse che ci siamo rotti dei giochini scemi per i quali paghiamo canoni da salasso?
volabas 2 anni fa su tio
e il bello è che si paga il canone più alto d'europa, a ghè quaicoss che cirloka in dal manic
DaMaPo 2 anni fa su tio
A confronto con il resto della Svizzera l'offerta è decisamente inferiore, senza tener conto della stupidità di certi contenuti offerti da molti canali della vicina penisola. Vero che potrei guardare anche canali in tedesco e Francese, ma la TV la guardo per rilassarmi...
Tarok 2 anni fa su tio
basta billag!
Ivana Kohlbrenner 2 anni fa su fb
si guarda meno TV l o c a l e
curzio 2 anni fa su tio
Il modello di TV tradizionale è destinato a scomparire. I programmi si guardano sempre di più in streaming differiti, dagli archivi dei produttori e da portali come Youtube e simili. Ancora qualche anno e si sorriderà quando qualcuno dirà "Io, alle otto di sera, mi mettevo davanti al televisore per ascoltare un tizio che legge le notizie che lui ha scelto".
Tarok 2 anni fa su tio
@curzio infatti ti metterai in rete a sorbirti i contenuti previsti da facebook per il tuo profilo social
curzio 2 anni fa su tio
@Tarok Invece mettersi davanti al televisore e sorbirsi i contenuti previsti da chi si preoccupa degli indici di ascolto è sicuramente meglio, vero?
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
BODIO
8 ore
Il video con il fucile: «Ma sono bravi ragazzi»
Un gruppo di giovani di Bodio si è esibito sui socail con una clip rap dai toni un po'... estremi. L'intervento del sindaco
LUGANO
10 ore
Derubato e lasciato in mutande a Cornaredo
È accaduto sabato mattina a un collaboratore dell’FC Lugano. La polizia ha fermato una persona, sarebbe un altro collaboratore dell'FC Lugano
LUGANO
10 ore
«È la prima canzone creata solo con l’intelligenza artificiale»
Dall’A alla Zeta. Testi compresi. Così un algoritmo può capire i vostri gusti e realizzarvi brani su misura. Il responsabile del progetto: «Sarà la normalità. È solo questione di tempo»
BEDANO
12 ore
Rogo nella ditta di vernici, la vittima è stata identificata
Arriva la conferma: si tratta effettivamente del 49enne croato residente a Cadro, che lavorava nel settore. Escluso l'intervento di terze persone
LUGANO
14 ore
Consonni: «Siamo sconcertati»
La sentenza sul caso di mala-edilizia non ha lasciato indifferente il sindacato Ocst, che valuterà un ricorso. Duro anche l'MPS: «Indignazione e vergogna»
LUGANO
14 ore
Venti sub per 3 tonnellate di spazzatura nel lago
È questo il risultato dell'operazione "LagoPulito" svoltasi fra Ponte Tresa e Caslano
CANTONE
15 ore
Droga: 6 arrestati, un centinaio i denunciati
Lo stupefacente veniva principalmente spacciato nel Locarnese, in Vallemaggia e nel Luganese
LUGANO
16 ore
«Io prete che ha vissuto la depressione, vi racconto l’amore»
Don Luigi Verdi, classe 1958, è il fondatore della "Fraternità di Romena", in Toscana. Nella serata di oggi sarà in Ticino per parlare della sua resurrezione: «Le tecnologie ci hanno rincoglioniti»
LUGANO
17 ore
Il caso «più grave di sempre» si è sgonfiato
Mala-edilizia, la sentenza a sorpresa: tutti prosciolti gli imputati nel processo Consonni
CANTONE
18 ore
Le polizie comunali sono sotto-dotate
È quanto è emerso, tra le altre cose, dalla Conferenza cantonale sulla sicurezza organizzata dal Dipartimento delle istituzioni
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile