Foto Guido Santinelli
+16
CHIASSO
26.11.16 - 18:290

Mamme e bebè, tutti al m.a.x. museo

Le famiglie con bambini piccoli hanno approfittato della speciale giornata per visitare la mostra “Federico Seneca (1891–1976). Segno e forma nella pubblicità”

CHIASSO - Grande successo per “Mamme e bebè al m.a.x. museo” sabato 26 novembre.

La visita è pensata appositamente per rendere accessibili i luoghi culturali anche ai genitori con neonati e bambini piccoli. Lanciata un anno fa dal m.a.x. museo in occasione della mostra sulla “Grafica per l’aperitivo”, viene proposta da allora per ogni esposizione. In braccio ai genitori, nei passeggini, nelle carrozzine oppure avanzando tentoni i piccolini hanno così visitato la mostra “Federico Seneca (1891–1976). Segno e forma nella pubblicità” guidati dalla direttrice Nicoletta Ossanna Cavadini. Fra i soggetti delle réclames di Seneca, numerosi animali (gatti, cigni, api, volpi, serpenti...), come pure cuochi panciuti e fattorini che corrono a consegnare cioccolatini.

E sono stati addirittura 30 i mini visitatori che hanno partecipato: Filippo, Ondine, Thea, Nico, Eleonora, Giulia, Alaska, Anna, Pablo, Esther, Gabriel, Emma, Felice, Letizia, Kaio,Margarete, Aina, Eva, Gioia, Blue, Sophie, Martina, Santiago, Nignst, Siye, Yul, Bianca, Sirio, Costanza e Martino.

I piccolini hanno viaggiato per visitare la mostra sulle réclames di Federico Seneca e sono giunti non solo da Chiasso, ma anche da Pedrinate, Balerna, Arzo, Ligornetto, Salorino, Bruzella, Melano, Lugano, Vezia, Tesserete, Cimo, Bellinzona e Como. Il “primato della più piccolina” va a Nignst di 5 mesi. Alcuni bebè avevano già partecipato alle visite precedenti e sono tornati insieme ai genitori.

Durante la visita i bambini più grandi hanno appiccicato dei pallini colorati ad alcune delle pubblicità di Federico Seneca stampate appositamente per loro: una volpe che vorrebbe tanto mangiare un grappolo d’uva, una ballerina, un Babbo Natale carico di pacchetti, un cameriere che regge un vassoio, un calciatore che salta e una bambina che si allunga verso una calza della Befana. Tutte pubblicità visibili in mostra.

Molto apprezzata anche “Una seggiolina tutta per me”: nelle sale del m.a.x. museo i piccoli visitatori hanno trovato, infatti, un’opera appesa ad altezza di bambino con quattro mini sedie per accomodarsi e gustarsi l’arte in tutta calma. Alla fine tutti si sono ritrovati per un aperitivo a base di succhi di frutta e stuzzichini e sono nate nuove amicizie.

La mostra “Federico Seneca (1891–1976). Segno e forma nella pubblicità” celebra, a quarant’anni dalla sua scomparsa, uno dei protagonisti della grafica pubblicitaria del Novecento, attraverso oltre 300 manifesti, locandine, insegne, logotipi, album da disegno, biglietti d’auguri, cartoline, calendari, scatole in latta e cartone e splendidi bozzetti scultorei in gesso mai esposti. Tra i suoi lavori più conosciuti, la pubblicità dei “Baci” Perugina. La mostra “Federico Seneca (1891–1976). Segno e forma nella pubblicità” resta aperta sino a domenica 22 gennaio 2017.

Foto Guido Santinelli
Guarda tutte le 20 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CONFINE
44 min
A Varese 7 robot made in Italy per assistere chi è in isolamento in ospedale
Servono per monitorare i malati e tener loro compagnia, anche se inizialmente erano stati pensati per fare altro
FOTO
CANTONE
1 ora
Furgone si schianta contro un camion: da ferito esce da solo dalle lamiere
Uno spaventoso incidente quello avvenuto questa sera sulla A2 non lontano da Airolo
CANTONE/ITALIA
3 ore
Emergenza Covid-19: seimila frontalieri hanno perso il lavoro
Si parla in particolare di stagionali attivi nel settore turistico, fortemente colpito dalla pandemia
CANTONE
5 ore
«Abbiamo toccato il picco, ma non è finita»
Il medico cantonale in conferenza stampa dà buone notizie. Ma non è il momento di allentare le misure.
CANTONE
5 ore
Funerali in streaming causa Covid-19
Attraverso tablet, smartphone o pc, i cari possono prendere parte al rito officiato dal sacerdote
BELLINZONA
6 ore
Forzata la porta della Capanna Mognone, parte la denuncia
Si presume che gli autori siano escursionisti che, trovato chiuso causa Covid-19, hanno deciso di entrare con la forza
CANTONE / GRIGIONI
6 ore
Si intensificano i controlli per le festività pasquali
La popolazione grigionese viene spronata ulteriormente a rinunciare a viaggi inutili e a escursioni fuori porta
CANTONE
8 ore
Gobbi: «Appello inascoltato, i Confederati sono venuti in Ticino»
La chiusura del San Gottardo durante il weekend di Pasqua è un'opzione esclusa
BODIO
9 ore
A 185 chilometri orari sul 100, automobilista nei guai
Un 20enne del Locarnese è stato fermato ieri pomeriggio sull'A2.
CANTONE
9 ore
Droga: sequestri, denunce e vittime nel 2019
Sequestri in calo nel 2019, ma aumentano le denunce e le morti per overdose
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile