Tipress
CANTONE
22.06.16 - 08:350

A processo uno dei cinque di via Odescalchi

Un ex pugile di 27 anni di origini ucraine a processo per aver picchiato un bagnino nel 2009. Attualmente è in carcere per l’omicidio di via Odescalchi

LUGANO - Il 28 giugno del 2009 Y.S, allora 20enne, dopo una discussione riguardo a un’infrazione del regolamento del Lido di Lugano, colpì con un pugno sul volto un bagnino della struttura. L’uomo crollò a terra con lesioni di una certa gravità. Un colpo devastante, anche perché l’aggressore è un ex pugile ed è stato attivo sulla scena dei locali notturni ticinesi come buttafuori. Difeso dall’avvocato Mario Bazzi comparirà oggi davanti alla Pretura penale di Bellinzona, a giudicarlo il giudice Marco Kraushaar.

Sul filo della prescrizione - Martedì prossimo per questo reato scatterà la prescrizione. L’iter giudiziario di questo caso, infatti, è stato piuttosto contorto e si arriva a processo proprio all’ultimo minuto. Una condanna, per avere validità, dovrà arrivare entro martedì.

L’omicidio di via Odescalchi - L’8 ottobre 2015, in via Odescalchi a Chiasso, venne ucciso con due colpi di pistola un 35enne portoghese. L’uomo oggi a processo fa parte del gruppo di 5 persone accusate di averlo ucciso durante uno scontro a fuoco. Il 27enne nei giorni successivi all’omicidio cercò di fuggire oltre Gottardo, per averlo aiutato anche la madre è stata indagata per favoreggiamento. Ironia della sorte, in entrambi i casi la titolare dell’incarto è la procuratrice pubblica Pamela Pedretti.

TOP NEWS Ticino
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile