LUGANO
25.04.16 - 17:350
Aggiornamento : 18:50

Tisana: porte chiuse a Gabriella Mereu

In seguito alle pressioni da parte delle autorità, Tisana decide di cancellare l'intervento della sedicente guaritrice italiana

LUGANO - Si sono mossi i media, si sono mosse le autorità. E, alla fine, la dottoressa (radiata dall'albo in Italia) Gabriella Mereu non presenterà la sua terapia verbale a Tisana. Gli organizzatori, che fino a questa mattina avevano continuato a rivendicare la libertà di parola per tutti (vedi articolo correlato), hanno deciso di cancellare la conferenza. Nel comunicato stampa si capisce come l'intervento determinante sia stato quello del Municipio di Lugano che aveva fatto sapere di aver avviato degli accertamenti.

Da anni spazio a tutti- «Quali organizzatori da diversi anni diamo spazio a relatori che intendano offrire opportunità di approfondimento ai visitatori dell’evento, che hanno sempre dimostrato il loro grande apprezzamento», scrivono in un comunicato. «Lo abbiamo sempre fatto con il massimo rispetto verso la capacità di giudizio e valutazione del nostro pubblico e ricordando che Tisana non rappresenta alcuno dei partecipanti, espositori, operatori e relatori della manifestazione. Lo abbiamo fatto con l’intento di offrire la massima trasparenza ad informazioni e temi che potrebbero rischiare di essere trasmessi senza emergere all’attenzione pubblica».

Timori delle autorità - «In seguito a timori espressi dalle autorità pubbliche, riteniamo doveroso cancellare l’intervento della Sig.ra Mereu», conclude il comunicato. Questi timori sono interpretabili come quelli del medico cantonale, espressi durante la trasmissione Patti chiari, e quelli del sindaco di Lugano, Marco Borradori, sulle pagine del Giornale del Popolo. Pur avendo ribadito poche ore fa che di temi tanto appassionanti «è meglio parlare in pubblico che in clandestinità». Verosimilmente ad aver spinto alla retromarcia di queste ore è stata la pressione dell'opinione pubblica. Molti cittadini, infatti, hanno espresso il loro sdegno per la conferenza di Gabriella Mereu, alcuni promettendo anche di boicottare tutta la manifestazione.

 

3 anni fa Caso Mereu: «Meglio che se ne parli in pubblico che nella clandestinità»
TOP NEWS Ticino
BODIO
9 ore
Il video con il fucile: «Ma sono bravi ragazzi»
Un gruppo di giovani di Bodio si è esibito sui socail con una clip rap dai toni un po'... estremi. L'intervento del sindaco
LUGANO
10 ore
Derubato e lasciato in mutande a Cornaredo
È accaduto sabato mattina a un collaboratore dell’FC Lugano. La polizia ha fermato una persona, sarebbe un altro collaboratore dell'FC Lugano
LUGANO
10 ore
«È la prima canzone creata solo con l’intelligenza artificiale»
Dall’A alla Zeta. Testi compresi. Così un algoritmo può capire i vostri gusti e realizzarvi brani su misura. Il responsabile del progetto: «Sarà la normalità. È solo questione di tempo»
BEDANO
13 ore
Rogo nella ditta di vernici, la vittima è stata identificata
Arriva la conferma: si tratta effettivamente del 49enne croato residente a Cadro, che lavorava nel settore. Escluso l'intervento di terze persone
LUGANO
14 ore
Consonni: «Siamo sconcertati»
La sentenza sul caso di mala-edilizia non ha lasciato indifferente il sindacato Ocst, che valuterà un ricorso. Duro anche l'MPS: «Indignazione e vergogna»
LUGANO
14 ore
Venti sub per 3 tonnellate di spazzatura nel lago
È questo il risultato dell'operazione "LagoPulito" svoltasi fra Ponte Tresa e Caslano
CANTONE
15 ore
Droga: 6 arrestati, un centinaio i denunciati
Lo stupefacente veniva principalmente spacciato nel Locarnese, in Vallemaggia e nel Luganese
LUGANO
16 ore
«Io prete che ha vissuto la depressione, vi racconto l’amore»
Don Luigi Verdi, classe 1958, è il fondatore della "Fraternità di Romena", in Toscana. Nella serata di oggi sarà in Ticino per parlare della sua resurrezione: «Le tecnologie ci hanno rincoglioniti»
LUGANO
17 ore
Il caso «più grave di sempre» si è sgonfiato
Mala-edilizia, la sentenza a sorpresa: tutti prosciolti gli imputati nel processo Consonni
CANTONE
18 ore
Le polizie comunali sono sotto-dotate
È quanto è emerso, tra le altre cose, dalla Conferenza cantonale sulla sicurezza organizzata dal Dipartimento delle istituzioni
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile