CANTONE
26.10.15 - 09:560

Farmacia, settore sano

BELLINZONA - Alla 51esima assemblea delle assistenti di farmacia è stato dimostrato ottimismo per il nuovo ruolo della farmacia e il futuro del settore, grazie alla nuova legge federale del 2017 e la nuova legge cantonale. All'incontro erano presenti 131 assistenti di farmacia diplomati, il consigliere di stato Vitta, il presidente dell’Ordine dei Farmacisti Mario Tanzi, il direttore de CPC Locarno e il farmacista Cantonale Giovan Maria Zanini.

Vitta ha messo in evidenza l’importanza del ruolo delle assistenti di farmacia - che hanno un lavoro sano e ricco di soddisfazioni - "nonostante si debba restare vigili, la disoccupazione di 17 assistenti su oltre 700 impiegate nelle farmacie del Cantone, rileva una situazione migliore che in tante altre professioni". Il consigliere ha ricordato inoltre che nella nuova legge verrà inserita l’obbligatorietà di un diploma riconosciuto per dispensare medicamenti.

L’ex medico cantonale Ignazio Cassis ha messo in evidenza i futuri cambiamenti: le revisioni della Legge federale sugli agenti terapeutici e della Legge sulle professioni mediche conferiscono al farmacista un ruolo sanitario più importante e autonomo. "In futuro, verosimilmente dal 2017-2018, il farmacista potrà fare certe diagnosi, prescrivere alcuni farmaci rimborsati dalla cassa malati, effettuare vaccinazioni, senza necessitare di una prescrizione medica. Il tutto entro i limiti di un elenco fissato dal Consiglio federale e previa apposita formazione. È un cambiamento fondamentale, per il quale mi sono molto impegnato, perché convinto che le farmacie debbano giocare in futuro un ruolo più importante, scaricando dalle bagatelle i medici di famiglia, il cui ruolo sarà di occuparsi di pazienti con malattie più complesse. Ora occorre prepararsi al meglio per questo cambiamento epocale!".

Il direttore del CPC Lafranchi ha raccontato la storia di un trasloco da Trevano a Locarno della scuola professionale assistenti di farmacia. Tutti e tre gli oratori hanno avuto un pensiero per Andrea Incerti, nel comitato dal 21 giugno 1969, invitandolo a non confermare le dimissioni previste il 21 giugno 2016.

Guarda le 2 immagini
TOP NEWS Ticino
CANTONE
6 ore

Ci aspettano pioggia, temporali e poco sole

La bella stagione tarda ad arrivare. Si alzano però le temperature: giovedì previsti fino a 25 gradi

CANTONE
9 ore

Zali: «Oggigiorno è difficile vendere semafori»

La reazione del consigliere di Stato all'esito della votazione sulle opere di fluidificazione sul Piano di Magadino. I promotori del referendum: «Ora si punti sul mezzo pubblico»

CADEMARIO
9 ore

Ecco il neoeletto Municipio

Il candidato più votato è il sindaco sfiduciato Fabio De Bernardis

CANTONE/SVIZZERA
9 ore

«Cessato pericolo per poliziotti e guardie di confine»

La reazione dell’ex magistrato Paolo Bernasconi all’approvazione della revisione della legge sulle armi

CANTONE
11 ore

Governo soddisfatto per Officine e AVS

Il Consiglio di Stato rimane invece convinto che: «la sostituzione di tre rotonde con impianti semaforici di ultima generazione avrebbe assicurato una buona gestione e fluidificazione del traffico»

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report