CANTONE/CONFINE
10.10.15 - 17:310

Si è camminato per la pace

Buona partecipazione per la terza edizione dell'evento transfrontaliero. Presenti pure le sorelle Polli

CASLANO/LUINO - Una bella occasione di solidarietà e condivisione di un valore fondamentale per la nostra società come la convivenza pacifica e non violenta tra i popoli di diverse culture.

La terza edizione di "In Cammino per la Pace", evento transfrontaliero promosso dall'Associazione Culture Ticino Network e patrocinato da sette Comuni italiani e svizzeri, Agra, Luino, Lavena Ponte Tresa, Ponte Tresa, Cadegliano Viconago, Magliaso e Caslano, è stata ancora una volta caratterizzata da buoni riscontri in termini di partecipazione e contenuti.

Unione sulla Tresa - Un segnale di come questa manifestazione si stia consolidando come una piccola ma bella tradizione per i territori dell'Alto Verbano e del Malcantone. Il momento più importante di "In Cammino per la Pace" è stato l'unione dei popoli, svoltosi sul ponte sul fiume Tresa che unisce Italia e Svizzera. I manifestanti in arrivo da Italia e Svizzera si sono incontrati scambiandosi le bandiere della pace e creando un unico corteo che si è diretto verso il municipio di Ponte Tresa, dove si è svolta la consueta maccheronata di solidarietà allietata da numerose esibizioni artistiche, tra cui quella del coro dei bambini "Arcobaleno a Pois".

Riflettere  sui problemi - Tra le diverse figure istituzionali presenti a "In Cammino per la Pace" c'è stata anche per la terza volta consecutiva l'onorevole Maria Chiara Gadda, deputata della provincia di Varese e membro del comitato Schengen della Camera dei Deputati, che ha rimarcato come un evento così gioioso come la marcia della pace sia occasione di riflessione rispetto al fenomeno migratorio, alle centinaia di migliaia di persone che si mettono in cammino in condizioni disperate e di sfruttamento.

Gesto simbolico - Il saluto sul ponte scambiatosi tra italiani e svizzeri è un gesto dal forte significato simbolico, opposto alla politica dei muri che, oltre che anacronistici e ricordo di un triste passato, sono semplicemente inutili di fronte a situazioni così grandi ed epocali.

Le Polli: "Spirito olimpico" - Le due marciatrici ticinesi, le sorelle Laura e Marie Polli, hanno evidenziato il messaggio di pace e di unione tra i popoli di quest'iniziativa. "È simile allo spirito respirato ai Mondiali di atletica leggera di Pechino a cui abbiamo partecipato lo scorso agosto".

5° World forum per la Pace a Lugano - Anche la presidentessa di Associazione Culture Ticino Network, Margherita Maffeis, ha evidenziato il bel clima. "L'evento transfrontaliero si inserisce nella cornice del 5° World Forum per la Pace, dedicato alle "Donne del Mondo", che si svolgerà il 14-15-16 novembre a Lugano. E in un momento così delicato, in cui guerre e terrorismo sono all'ordine del giorni, il messaggio di pace deve essere rinforzato come un segno di speranza per il futuro" conclude Maffeis.​

Guarda le 2 immagini
Commenti
 
TOP NEWS Ticino
CANTONE
6 min
La difesa: «Ha reagito per rabbia e frustrazione»
Il legale del ventiquattrenne a processo per il delitto di Caslano si è battuto per una pena non superiore agli undici anni
CANTONE
1 ora
Uccise la nonna «per vendetta»
L’accusa ha chiesto una condanna di sedici anni, sospesa a favore di un trattamento stazionario, nei confronti dell'autore del delitto di Caslano
CANTONE
1 ora
Pronzini sbotta contro Gobbi: «Non si permetta di paragonarmi alla Stasi»
«Ribadisco a tutti di rimanere nei limiti del rispetto delle persone», ha detto Claudio Franscella rivolgendosi a entrambi e all'aula
FOTO E VIDEO
LUGANO
2 ore
I bambini davanti a un quadro di Van Gogh. Le loro reazioni
Stupore e incredulità dei più piccoli di fronte alla mostra virtuale che ha già registrato 10.000 visitatori. Le risposte più divertenti dei bimbi
FOTO E VIDEO
BELLINZONA/ANCONA
4 ore
Scontro burocratico al porto: resta a terra con la merce per i terremotati
Il viaggio umanitario di Besnik H., classe 1976, partito dal Ticino subisce una brusca frenata nelle Marche. Ecco il video che mostra ciò che è successo
CANTONE / BERNA
5 ore
Il Governo ticinese si congratula con Cassis
«L’auspicio è che la sua presenza continui ad aiutare a comprendere meglio le sfide alle quali è confrontato il Ticino e porti un contributo alla coesione nazionale»
CANTONE
5 ore
«L'avanzata dei Verdi non stravolge la formula magica»
IL PLRT applaude la conferma di Cassis e critica Verdi e socialisti per aver «voltato le spalle all’unico rappresentante della Svizzera che parla e pensa in italiano»
CANTONE
6 ore
Il nipote che uccise la nonna: «Volevo solo minacciarla, ma poi l’ho colpita»
Si è aperto il processo per il delitto di Caslano del luglio 2018. Fu un gesto premeditato?
CANTONE
8 ore
Ogni giorno da Novazzano a Milano «pur di lavorare»
Architetti in fuga dal Ticino. La storia di Chiara Bernasconi, 33enne di Novazzano, è il simbolo di un settore in affanno
CANTONE
9 ore
Uccise la nonna e poi le diede fuoco
Il 6 luglio 2018 un delitto scosse la comunità di Caslano. Il nipote a processo per assassinio
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile