CHIASSO
15.07.15 - 15:380

La Ipus si difende: "Mai fatto pubblicità ingannevole"

La Ipus di Chiasso risponde alle accuse

CHIASSO - In merito all’articolo comparso su 20 minuti e Ticinonline il 9 luglio scorso sul caso di una studentessa dell’Ipus, l’istituto di Chiasso fa sapere che la ragazza in questione ha in effetti "pagato la tassa di iscrizione di 9500 euro ed è stata regolarmente iscritta alla facoltà di scienze infermieristiche per l'anno accademico 2013-14". In base alla lista delle presenze, aggiunge la Ipus, "durante questo anno scolastico la studentessa ha frequentato la maggior parte dei corsi, e malgrado le siano state indicate le date degli esami che avrebbe dovuto sostenere dopo la conclusione del primo anno, la stessa non si è presentata agli appuntamenti".

L'ipus precisa inoltre che, sul modulo di iscrizione sottoscritto dalla studentessa, "era scritto chiaramente che si autorizzava l'istituto a inoltrare l'iscrizione anche ad una Università appartenente all'Unione Europea che avrebbe consentito alla stessa al termine del corso di ottenere il titolo abilitante alla professione del paese d'origine".

Nel caso della ragazza, però, l'iscrizione all'università straniera (in Slovenia) non è avvenuta. Quanto al decreto d'accusa emesso dal Ministero Pubblico nei confronti della Ipus, l'istituto afferma di avere "presentato presso le competenti autorità federali una richiesta di riconoscimento dello statuto di Istituzione Universitaria" e sostiene che "nel caso concreto non è stata dunque mai millantata nessuna pubblicità ingannevole".

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CROGLIO
58 min

Poliziotto graziato dopo l’alcol test: due agenti nei guai

Il Procuratore generale Andrea Pagani ha emanato due decreti di accusa. Le ipotesi di reato sono di favoreggiamento e abuso di autorità

FOTO E VIDEO
LUGANO
1 ora

Rogo in via Camara: «Nelle cantine? Tutto da buttare»

Inquilini ancora scossi per l'ennesimo intervento dei Pompieri in pochi giorni. E questa notte probabilmente dovranno dormire altrove

MAGGIA
3 ore

Pestaggio al carnevale estivo di Giumaglio: arrestati due 19enni

I due ragazzi domiciliati nel Locarnese sono stati fermati e interrogati. Le ipotesi di reato sono di aggressione, lesioni gravi e vie di fatto

TAVERNE
4 ore

Bici rubata a un disabile: ma il ladro la restituisce

Un brutto furto al centro Carvina. Ma l'appello dei famigliari su Facebook forse è servito a qualcosa

FOTO E VIDEO
NOVAZZANO
5 ore

Punta il taglierino contro la commessa, rapina al distributore di benzina

È successo questa mattina poco dopo le 9.30, in Via Marcetto. Il rapinatore si è dato alla fuga in bicicletta

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report