CANTONE
09.06.15 - 09:070
Aggiornamento : 10.01.18 - 10:20

Il corridoio del Gottardo: Zurigo e Milano si avvicinano

LUGANO - I due tunnel della NFTA che attraversano il Gottardo e il Monte Ceneri e che verranno inaugurati alla fine del 2016 e del 2019 non sono solo nuove vie di comunicazione, bensì pietre miliari storiche in grado di influenzare e modificare in modo permanente la convivenza delle persone e il loro contesto economico.

A conclusione di una collaborazione di due anni con i cantoni Svitto, Uri e Ticino, la Città di Zurigo invita a partecipare alla manifestazione «Il corridoio del Gottardo: Zurigo e Milano si avvicinano», che avrà luogo il 1° luglio 2015 presso il Padiglione Svizzero di EXPO Milano 2015. In quest’occasione l’ex Ambasciatore della Svizzera Philippe Oswald Welti parlerà delle relazioni storiche tra le aree di Zurigo e Milano, mentre la relazione della Professoressa Tatiana Crivelli Speciale, docente di Letteratura italiana all’Università di Zurigo, sarà incentrata sulla presenza del Gottardo nella letteratura.

I partecipanti al progetto hanno discusso diversi scenari di collaborazione in una vasta area nel corridoio del Gottardo. Dal mutamento delle condizioni quadro scaturiscono opportunità e rischi. Sul tema sono stati pubblicati uno studio tecnico specialistico e una rivista rivolta a un pubblico più vasto. I progetti regionali in corso indicano che i singoli territori situati all’interno del corridoio del Gottardo si stanno già adattando e riposizionando in base alla nuova situazione. Dal punto di vista odierno, imprimere slancio attraverso le istituzioni pubbliche è l’approccio giusto. Al tempo stesso esse hanno il compito di monitorare la situazione e introdurre misure mirate solo dove ciò è necessario.

In una prima fase, in seguito all’inaugurazione della NFTA i due importanti poli di Milano e di Zurigo si avvicineranno dal punto di vista economico, culturale e sociale. Contemporaneamente, grazie alle stazioni della NFTA si intensificheranno i contatti fra le città mediamente grandi situate nel corridoio, con conseguenti benefici anche per altri centri regionali. Nel lungo periodo, questo sviluppo migliorerà i collegamenti fra i centri regionali e i rispettivi territori circostanti e rafforzerà l’interconnessione con i grandi poli urbani. Dai tradizionali punti di forza delle singole regioni potrà derivare una diversificazione duratura di servizi specializzati per le esigenze delle aree metropolitane di Zurigo e Milano.

TOP NEWS Ticino
SVIZZERA
45 min
Coronavirus: c'è un primo caso, ed è in Ticino
Lo ha comunicato l'Ufficio federale della Sanità. A breve comunicazioni dal medico cantonale
CANTONE
1 ora
Niente acqua benedetta, né scambio della pace
La Diocesi di Lugano ha deciso di adottare alcune drastiche misure per evitare il propagarsi del coronavirus
CANTONE
1 ora
«Siamo sommersi dalle chiamate dal Ticino»
Isteria coronavirus. La helpline attivata da Berna è sotto assedio. E Aldi intanto prepara le scorte
LOCARNO
2 ore
Città più pulita del solito con la Stranociada senza usa e getta
Oltre 5'000 presenze al carnevale locarnese che ha avuto luogo lo scorso weekend
CANTONE
5 ore
Vento e una spruzzata di neve in arrivo
Allerta meteo per la giornata di domani con correnti che in pianura potranno raggiungere gli 80 km/h
SONDAGGIO
CANTONE
7 ore
In treno attraverso l'Europa? «Ci vuole un solo biglietto elettronico»
La prenotazione di un collegamento ferroviario che passa da più paesi «è complicato». L'ATA lancia una petizione
FOTO E VIDEO
LUGANO
7 ore
Sbanda e si scontra con un camion, chiusa la Vedeggio-Cassarate
Un SUV con un rimorchio carico di legname si è rovesciato nel tunnel, che è rimasto chiuso per oltre due ore
MENDRISIO
10 ore
La maestra resta... anzi no
Dietrofront dell'asilo per la docente accusata di maniere brusche. Non potrà rientrare fino a indagini concluse
LUGANO
10 ore
«Mediaset addio, e ora mi do ai fumetti in Ticino»
Luca Tiraboschi, per 13 anni direttore di Italia 1, ha scelto la Svizzera per ripartire: «Ora mi godo la famiglia»
CONFINE
20 ore
Coronavirus: deceduto il 62enne ricoverato a Como
Il 62enne di Castiglione d’Adda era stato trasferito nel reparto malattie infettive
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile