CANTONE / SVIZZERA
21.05.15 - 14:230
Aggiornamento : 10.01.18 - 10:20

Multate 95 aziende elettriche, 4 sono della Svizzera italiana

BERNA - Quattro aziende elettriche della Svizzera italiana sono state multate dall'Ufficio federale dell'energia. In totale sono 95 su 671 i fornitori di energia elettrica che, nonostante vari richiami, non hanno pubblicato la composizione del mix di produzione (come è obbligatorio dal 2012) sul sito www.stromkennzeichnung.ch.

Tutte le aziende elettriche svizzere almeno una volta l'anno devono informare i consumatori finali sulla composizione del mix di produzione di energia elettrica dell'anno precedente (etichettatura dell'elettricità). Dal 2012 tali dati devono essere pubblicati anche su un indirizzo Internet unico per tutte le aziende soggette all'obbligo di etichettatura e liberamente accessibile.

In virtù dell'articolo 28 lettera c OEn, l'UFE infligge ora a tali aziende una multa di 800 - 1200 franchi.

Le aziende multate sono perlopiù piccoli fornitori di proprietà dei Comuni della Svizzera interna e dei Grigioni (79), della Svizzera romanda (12) e della Svizzera italiana. Nel complesso 10 aziende elettriche non hanno dichiarato i dati del 2012, 14 quelli inerenti al 2013 e 72 aziende hanno violato l'obbligo di etichettatura in entrambi gli anni.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
TOP NEWS Ticino
CANTONE
2 ore
Aziende ticinesi: «La situazione attuale è particolarmente critica»
In un sondaggio di UBS le ditte prevedono di tornare nel 2022 allo stesso livello di fatturato pre-crisi.
VIDEO
AGNO
4 ore
«Ragazzi che cercano problemi», aggredito il rapper Daytona KK
Dalla vita reale a Instagram, passando dalla zona del Luna Park. Da una parte spavalderia, dall'altra derisione.
CANTONE
7 ore
«Paghiamo le riaperture. I casi? Cresceranno ancora»
Le previsioni del direttore dell’Epatocentro Ticino, Andreas Cerny: «Troppo preso per parlare di ondata "benigna"»
BELLINZONA
8 ore
Girava con l'erba, bloccato dagli agenti
La polizia ferma un uomo in Viale Stazione. Interrogatorio davanti a decine di presenti.
BISSONE
13 ore
Operaio ferito questa mattina a Bissone
Sarebbe stato schiacciato dal materiale usato per i lavori.
CANTONE
13 ore
Contagi sotto la decina nel weekend
Colpisce il numero delle ospedalizzazioni: il 50% di coloro che sono stati trovati positivi
LOCARNO
15 ore
Stalkerizzata dalla ditta di incasso
Vicenda surreale per una giovane, dopo un acquisto online. Regolarmente pagato. I retroscena.
CANTONE
18 ore
Giovani in ansia durante il Covid
Pro Juventute ha potenziato il suo 147 con la chat: «Siamo stati contattati da ragazzi sofferenti per i lutti da Covid»
PURA
1 gior
«Il mio viaggio di 23mila km, senza prendere un aereo»
Una giovane donna ticinese ha scelto di percorrerli da sola per mettersi in gioco e superare i suoi limiti
CANTONE
1 gior
Rientro a scuola: ecco i tre scenari
Il Decs sta studiando un piano per settembre. Bertoli: «Gli istituti dovranno essere pronti»
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile