Fonte foto: Walter Coccarelli
LUGANO
29.04.15 - 06:070
Aggiornamento : 10.01.18 - 10:20

Professione dog&cat sitter: "Che coraggio"

Alessandra Stalder è una degli appena 18 diplomati “guardiana degli animali”, ha scelto di dedicarsi a cani e gatti e deve confrontarsi con la concorrenza non qualificata e a basso costo

LUGANO - Ha ragione pure lei in fondo, che dice con la semplicità di una saggezza popolare: "Se studi qualcosa, è per farla". Non in modo certo improvvisato, senza competenza e pezzi di carta che servano a certificarla. Alessandra Stalder, 26 anni di Lugano, voleva dedicarsi a cani e gatti: ma dopo un percorso formativo di tre anni a Locarno, e un raro diploma in “guardiano di animali”, il lavoro restava una chimera. "Ho accettato addirittura un contratto in Securitas, dal 2011 fino all’anno scorso, prima di prendere coraggio. Non volevo rinunciare a una passione".

Solo 18 diplomati in 13 anni in Ticino - È più facile, racconta, in tempo di crisi: mettersi in proprio invece di ostinarsi nella ricerca di un impiego, talora anche qualunque, che non c’è e non arriva. Nonostante la domanda cresca, l’offerta invece langua: dal 2002, anno in cui è stato introdotto il corso in Ticino, sono stati consegnati solo 18 attestati federali di capacità. L’anno più prolifico il 2012, con 7 diplomi, quello più deludente il 2011, appena uno; tre nel 2005, 3 nel 2006, 6 nel 2008, 2 nel 2009, 2 nel 2010 e altrettanto pochi nel 2013. "Quando ho cominciato io, nel 2006, eravamo in 4. Siamo rimasti in due".

Il grande passo. “Mi butto” - Era il 2009, partì per la Toscana e un’esperienza in una clinica veterinaria. "Sono tornata dopo due anni: ma possibilità nel mio campo ancora non ce n’erano. Ho ripiegato su tutt’altro, ho dovuto relegare gli animali a hobby. Ma con i turni il tempo era poco, la frustrazione grande. Così ho deciso di buttarmi in pieno. Realizzare il mio sogno".

Crescere un animale: questione di sensibilità - Consacrar sé stessa al benessere degli animali altrui, offrirsi per dar loro quello che il padrone, fuori casa tutto il giorno per dovere, non riesce a garantire. "Lo vedo nel quotidiano: la gente è sempre più impegnata e non è in grado di badare ai propri cani e gatti come vorrebbe. Rispetto a qualche anno fa, è anche diventata più sensibile: non si accontenta di mandarli in una pensione, specie i gatti".

Il grande cruccio: la concorrenza sleale - A volte, però, si fa bastare lo studente che sbarca il lunario con 15 franchi all’ora e nessuna qualifica. "Ecco il mio più grande rivale. Io vado a domicilio, senza calcolare rimborsi spese per il viaggio, per 30 franchi il cane e 25 il gatto". Prima un appuntamento per conoscere il “cliente”: "La decisione è sua. Se l’animale non mi accetta, se la mia presenza lo mette sotto stress, non lo obbligo: rifiuto il lavoro". In caso contrario si comincia: passeggiate, giochi, primi approcci educativi, pappa e pulizia. "Al momento, ho più gatti che cani nella mia agenda".

“Ci metto l’anima: può bastare?” - Sarà che il cane è il migliore amico dell’uomo: e illude di poterlo diventare a prescindere da ciò che gli si offre. Alessandra, sopra questo punto, non si fa bastare niente: "Ora mi piacerebbe frequentare il corso di assistente di vasca del Centro cinofilo europeo, per aiutare i cani in un’eventuale riabilitazione idroterapica". Più arduo, senza arrivare a tanto, inventarsi amico dei gatti: è con loro che Alessandra può far valere meglio la sua professionalità. "Per certa gente sono “cara”. Ma attenzione: un diplomato che ci mette l’anima e una persona qualunque che lo fa per guadagnare qualche soldo non sono la stessa cosa".

More Info: Facebook Alessandra Dog & Cat Sitter Luganese e Mendrisiotto

Ingrandisci l'immagine
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
BALERNA
49 sec
Chi ha visto quest'uomo?
Il 45enne è scomparso la mattina del 30 maggio da Balerna.
ARBEDO-CASTIONE
1 ora
Camion bloccato in un sottopasso
È successo attorno alle 16 in territorio di Arbedo
CANTONE / CONFINE
1 ora
Turismo degli acquisti, primi furbetti pizzicati in dogana
Registrato un aumento del 20% del traffico transfrontaliero
CANTONE
1 ora
«Dopo 93 giorni mia figlia ha riabbracciato il papà e i nonni»
Il racconto di una mamma: «Il bene di mia figlia è più forte delle incomprensioni fra genitori». E anche del coronavirus
CANTONE
4 ore
«Aveva perso la fiducia di tutti»
L'ex comandante Antonini sconfessato dal Tribunale amministrativo federale. Confermata la sospensione
CANTONE
4 ore
Il ballottaggio per il Consiglio degli Stati è valido
Lo ha stabilito il TRAM, che ha respinto il ricorso presentato lo scorso novembre dall'avvocato Gianluca Padlina
CANTONE/CONFINE
5 ore
Ticinese fermato in dogana, rischia la multa per un giornale
Nel caso specifico si è chiuso un occhio. Niente multa, ma l'acquisto è stato lasciato oltre confine.
CANTONE/BERNA
6 ore
Non chiamateli omicidi "passionali"
Femminicidio: le deputate ticinesi Gysin e Carobbio chiedono una svolta linguistica (ma non solo) nel codice penale
CANTONE
7 ore
Covid: un positivo e zero decessi
Dall'arrivo del coronavirus nel nostro cantone si registrano complessivamente 3'316 contagi
CAMORINO
8 ore
Danni e sporcizia alla Capanna Cremorasco
Atti di vandalismo da parte di alcuni ignoti. Il Patriziato di Camorino ha sporto denuncia.
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile