Foto Ti-Press Davide Agosta
MENDRISIO
22.02.15 - 17:340
Aggiornamento : 10.01.18 - 10:20

Exten, "lo sciopero è totalmente illecito!"

L'avvocato della ditta spiega in quattro punti perché la mobilitazione dei lavoratori e dei sindacati non avrebbe ragione d'esistere

MENDRISIO - "Lo sciopero è totalmente illecito!". Lo afferma, senza giri di parole, l'avvocato Prisca Renella, legale della Exten SA di Mendrisio, bloccata da giovedì dopo l'annuncio di un taglio salariale del 16% per i lavoratori indigeni e del 26% per i frontalieri.

L'avvocato Renella ha inviato una lettera aperta al sindacato Unia, che sostiene attivamente gli scioperanti. Nel testo si elencano quattro condizioni che rendono 'lecito' uno sciopero. Basterebbe una sola violazione per rendere illegittima un'azione di protesta.

La prima: che ci siano i dipendenti all'origine dello sciopero. In questo caso "lo sciopero sembra iniziato dall'UNIA e imposto ai dipendenti che vogliono lavorare". La seconda: "richiedere nuovi diritti e non prendere il posto dei tribunali". Alla Exten, dice l'avvocato, si scontrano due visioni: gli scioperanti sostengono che la modifica salariale è stata fatta con la minaccia, mentre l'azienda ribatte che i lavoratori sono stati rispettati. "Dato che questo problema può essere risolto davanti ad un giudice, non si può scioperare".

Presso la Exten non è in vigore nessun contratto collettivo, e quindi la terza condizione, quella che prevede che la "pace contrattuale" non venga violata, non va rispettata. Infine uno sciopero è valido, conclude il legale, quando diventa l'ultima misura possibile. Questo non varrebbe nel caso della Exten SA: "UNIA non ha negoziato, né intrapreso alcuna mediazione prima di scioperare, malgrado i dirigenti della ditta si fossero resi disponibili al dialogo".

Commenti
 
TOP NEWS Ticino
FOTO E VIDEO
BEDRETTO
3 ore

Il Passo della Novena è di nuovo aperto

Fine della chiusura invernale per la strada che collega il nord del Ticino (Val Bedretto) e l'alto Vallese (Valle di Goms)

CANTONE / ARGENTINA
14 ore

Blackout in Argentina, ma non a... Ticino

L'interruzione di corrente nazionale non ha toccato la comunità nella provincia di Córdoba, villaggio fondato da due svizzeri nel 1911

BELLINZONA / BIASCA
20 ore

Rissa sul treno e volano bottiglie: «Abbiamo avuto paura»

La polizia conferma il ferimento di una persona sul treno tra Bellinzona e Biasca. Le indagini sono in corso per far luce sull'accaduto

CANTONE
21 ore

Addio ad Antonio Snider

L’avvocato locarnese è stato stroncato nella notte da un male incurabile. Aveva 96 anni

CANTONE
23 ore

Finanze cantonali in nero, il preconsuntivo fa ben sperare

Dal Consuntivo 2019 potrebbe risultare un avanzo di 73.3 milioni di franchi. Incidono (anche) i 9.6 milioni di franchi di restituzione da parte di AutoPostale

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report