CAMIGNOLO
23.01.15 - 11:400
Aggiornamento : 10.01.18 - 10:20

Scuola dell'infanzia, inaugurazione della nuova sezione

Una visita guidata organizzata dal Municipio di Monteceneri, per scoprire ed apprezzare le numerose novità che hanno accolto i bambini al loro rientro

CAMIGNOLO - La mattina del 7 gennaio maestra e allievi avevano un grande sorriso: entravano per la prima volta nella nuova sede della Scuola dell’infanzia del quartiere di Camignolo.

Un progetto fortemente voluto sia dal Municipio, che dagli abitanti del territorio che da quest’anno potranno contare su una più ampia disponibilità di posti per i loro bambini.

Già nel 2011, il crescente numero di iscrizioni portò alla creazione di due sezioni a doppia docenza. Diversi i fattori che hanno contribuito a questa crescita: da una parte un significativo incremento della popolazione, dall’altro, l’obbligo di frequenza alle scuole dell’infanzia a partire dai quattro anni d’età e, non ultima, la decisione del Cantone di dare la possibilità a tutti i bambini di frequentare la Scuola dell’infanzia a partire dai tre anni d’età.

Era quindi essenziale e urgente un progetto rapido e di ampio respiro, anche in previsione della nascita del nuovo Consorzio Istituto Scolastico Unico Alto Vedeggio (isuav) entrato in funzione nel settembre 2014.

Il nuovo edificio è stato pensato per convivere armoniosamente con l’edificio esistente. Il vecchio e il nuovo, visti con approccio innovativo, si integrano disegnando già dall’esterno un’unità finita, con una corte che abbraccia le due sezioni, permettendo nel contempo di contenere il dislivello tra il parco giochi e il piano superiore del campo sportivo.

Ogni particolare è stato progettato per dare al tutto un’immagine armoniosa: dal muretto di recinzione che rafforza lo spazio esterno e collega le due sezioni, al volume di un solo piano, contenente i servizi; dal percorso per raggiungere la nuova refezione, ai nuovi spazi come il portico, il piazzale esterno pavimentato, il servizio per disabili.

Le persone portatrici di handicap possono infatti accedere facilmente all’edificio: una piccola rampa a livello dell’entrata permette l’accesso a tutti gli spazi del piano terreno e al giardino, mentre l’ascensore assicura il collegamento con il livello superiore.

Il nuovo edificio rispetta i parametri dello standard Minergie, con le necessarie coibentazioni, criteri di risparmio energetico e impianto di ventilazione meccanica controllata.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
LUGANO
1 ora
La galleria Lione-Torino sarà progettata a Lugano
Il Gruppo Pini si è aggiudicato l’appalto per la progettazione e direzione lavori di opere sulla linea ferroviaria per 1,5 miliardi di euro
CASTEL SAN PIETRO / ZURIGO
3 ore
Crollo in borsa per Medacta: «Ha deluso completamente»
Dopo l'avvertimento sulla crescita inferiore del previsto, il titolo sta perdendo circa il 22% del suo valore. Gli analisti deplorano la mancanza di trasparenza
CANTONE
6 ore
Meno drammi nei laghi e fiumi ticinesi
La campagna di prevenzione "Acque sicure" sembra aver dato buoni frutti: i decessi registrati quest'anno sono stati "solo" due
CANTONE
7 ore
L'improbabile corsa del fisco per tappare il buco del petroliere
Le autorità fiscali intimano al nigeriano Kola Aluko il versamento di 1,5 milioni per imposte non versate. Lo scoperto della Città è di 450mila franchi. Ma il 50enne è da tre anni uccel di bosco
FOTO
CANTONE
8 ore
Nel Verbano le isole ora sono... ticinesi
A Brissago è stato ufficialmente siglato il passaggio di proprietà dell'Isola Grande e dell'Isola Piccola al Cantone
CANTONE
9 ore
Medacta lancia un avvertimento: «Crescita 2019 inferiore al previsto»
Negli Stati Uniti e in altri mercati minori la domanda si è sorprendentemente indebolita
VIDEO
BELLINZONA
12 ore
Addio Peter Pan: il responsabile è in lacrime
Il Ticino perde un locale storico. “Serata nostalgia” con ex collaboratori e clienti. Sul palco lo Swiss Elvis. Gianni Morici: «Qui dentro ho messo l’anima. Spiace per le nuove generazioni»
BELLINZONA
23 ore
Il compito sul seno: «Ecco come è andata»
L'insegnante 60enne licenziato a Bellinzona racconta la sua versione dei fatti. E punta il dito contro il Decs
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile