fotolia
PREGASSONA
14.11.14 - 06:080
Aggiornamento : 10.01.18 - 10:20

Tre generazioni a caccia di fossili, di minerali e… di ragazzi

Sabato la 43° mostra organizzata dal club, 180 soci: 17 appartengono alla stessa famiglia. Ma i giovani sono sempre meno: "Per questo organizziamo corsi alle elementari"

PREGASSONA - Lui ci scherza su. "Come dico io, mi seguono per forza". Però è con soddisfazione che dà i numeri. "Siamo partiti in due, oggi siamo 17". Nel 1974, quando il club Cercatori minerali & fossili Ticino fu fondato, erano lui e la moglie. Adesso ci sono anche i quattro figli, i rispettivi coniugi, i sette nipoti: "Di 24 anni, 20, due di 14, 12, 11". Su 180 iscritti, fanno quasi il 10%.

Una famiglia di appassionati: succede, quando il capostipite è il presidente. Franco Brughera, 89 anni e la stessa voglia di un tempo di cercare con scalpello e mazza, non si rassegna all’evidenza. "Soltanto qualche anno fa, i ragazzi erano molti di più". Organizza corsi in 22 scuole elementari del Ticino, sei lezioni complessive, per provare a trasmettere entusiasmo e conoscenza. "Dodici, massimo 15 allievi per volta. E sì, trovo persone molto interessate. Ma poi...". Poi sono pochi quelli che partecipano alle escursioni, che diventano membri attivi. "E pensare che il Ticino è una delle zone più ricche della Svizzera".

Presidente, come mai?
"Oggi i ragazzi hanno molte più alternative di una volta. Preferiscono dedicarsi allo sport. Guardiamo solo quanti allievi ha il calcio. Un’attività che può anche diventare una fonte di guadagno".

Anche i minerali hanno mercato
"Vero. E quando lo capiscono, qualcuno inizia a cercare per far soldi. Ma non è questo lo spirito dell’associazione. Il nostro scopo è lo studio, la ricerca".

Argomenti poco attraenti?
"Loro mostrano anche dell’interesse sincero. Ma poi ci sono i genitori. Molti non amano la montagna. Meglio le gite sul lago, dicono".

Non sarà anche che la montagna fa un po’ di paura?
"Senza dubbio. Le escursioni sono faticose. E la montagna è ricca di pericoli. Bisogna conoscerla bene prima di partire. Al di sotto dei 15 anni, non si può partecipare se non si è accompagnati. Fortunatamente, di incidenti gravi in Ticino se ne contano pochissimi, a differenza della Svizzera interna".

Cosa deve sapere chi vuol diventare cercatore?
"Anzitutto, è fondamentale la conoscenza del territorio: che cosa c’è nel sottosuolo. Tutti conosciamo la natura che sta sopra, ma ignoriamo quella nascosta. Poi insegno la storia, parlo delle pietre grezze, dei minerali, l’oro, i meteoriti. Anche la geometria è importante, la chimica e la fisica, ma sono materie che non funzionano coi giovani. Porto i minerali: perché a un ragazzo non basta ascoltare, deve anche toccare con mano. Faccio una panoramica generale che permette di capire chi è davvero portato".

E quando trova qualcuno, che cosa fa?
"Spero che continui. Ma se non accade, aspetto. Faccio in modo di andare a recuperarlo quando avrà 16-17 anni. Tengo il nominativo e lo ricontatto".

L’ultimo ragazzo che si è iscritto?
"Non saprei. Ma c’è viene alle escursioni. Vent’anni, non di meno: sono ancora ragazzi?"

E le donne?
"Poche. Ma le mogli accompagnano i mariti".

Scuole?
"Qui non ce ne sono. Bisogna andare in Svizzera interna. I professori neanche vogliono portare gli alunni al museo del monte San Salvatore. Purtroppo è più visitato dalle scuole d’Oltralpe che da quelle ticinesi".

Qualche altra idea per provare a coinvolgere le giovani leve?
"Ho cominciato ad applicarmi alle diapositive 3D. Sono molto apprezzate, soprattutto all’estero".

Quanti visitatori si aspetta alla mostra?
"Anni fa era molto più attrattiva. Arrivavano anche 1 200 persone. Oggi 700, 800".

Perché venire a vedere la 43a edizione?
"Perché ognuna è diversa dall’altra. Quest’anno ci saranno 38 espositori. Ci sarà una vetrina con i fossili, un’altra di pietre preziose, il sabato dalle 10 alle 18 e domenica fino alle 17, al capannone delle feste di Pregassona. Sarà una mostra mercato".

Lei cosa venderà?
"Io non vendo. Ho impiegato anni a raccogliere minerali, non voglio certo liberarmene".

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
1 ora
«Quest'estate troppi giovani a casa»
I Giovani UDC ticinesi sono preoccupati per la disoccupazione under 25. E chiedono misure urgenti
CANTONE
13 ore
Garzoni: «Sì a piscine, fiumi e laghi. E dimagriamo»
Il direttore della clinica Moncucco sulle dichiarazioni di Zangrillo: «Non è certo che il virus sia mutato».
CANTONE
16 ore
L'ex infermiere dell'OBV è stato ritrovato morto
Il 45enne era scomparso lo scorso 30 maggio da Balerna. La sua automobile era stata rinvenuta ieri a Buseno.
CANTONE
16 ore
Al via su Piazzaticino.ch la seconda serata di Poestate
Il festival letterario luganese ritorna questa sera alle 18.00 con la sua edizione 100% online
FOTO
LUGANO
17 ore
Il nuovo volto della Foce per contenere gli assembramenti
Uno specifico arredo, con panchine e altri accorgimenti, è stato posato per delimitare il numero di presenze.
CANTONE
19 ore
Galleria del Ceneri, discoteche e spesa in Italia. Norman Gobbi a 360°
Il presidente del Governo ha toccato diversi temi durante un'intervista rilasciata a Radio Ticino.
CANTONE
19 ore
«La ricerca attiva del virus continua: 100 tamponi al giorno»
In conferenza stampa oggi erano presenti il medico cantonale, il presidente dell'Ordine dei medici e Renato Pizolli
CONFINE
22 ore
Auto nel lago, 24enne verso i domiciliari
L'interrogatorio per il giovane accusato di omicidio stradale dovrebbe tenersi tra oggi e domani
CANTONE
22 ore
"Ma quale calo, gli affitti continuano ad aumentare"
La denuncia dell'Associazione inquilini: "Il problema è che sempre più alloggi appartengono a grandi gruppi immobiliari"
CANTONE
22 ore
Una visita al giorno, al massimo di mezzora
Da lunedì saranno di nuovo possibili gli incontri nelle strutture sanitarie ticinesi.
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile