TICINO
10.04.10 - 12:450
Aggiornamento : 16.11.14 - 21:18

FOFT, il nuovo presidente è Marco Bassi

TENERO - Il bilancio dell’annata 2009, l’analisi delle sfide per il settore orticolo e il cambio di presidenza dopo dodici anni tra Carlo Belossi e Marco Bassi, sono stati al centro dell’assemblea ordinaria della FOFT (Federazione ortofrutticola ticinese), convocata venerdì 9 aprile al Ristorante Campo Felice di Tenero.

"Il 2009 si è chiuso confermando il trend di crescita del settore orticolo, che sta caratterizzando gli ultimi anni. Malgrado alcuni problemi di smercio del pomodoro registrati in luglio, le favorevoli condizioni meteorologiche hanno permesso di raggiungere buoni risultati sia a livello di volumi di  produzione, sia di fatturato", è quanto afferma il FOFT in un comunicato.

Negli interventi del direttore Paolo Bassetti e del presidente Carlo Belossi, è emersa ancora una volta con chiarezza e determinazione, la volontà di impegnarsi sempre di più per migliorare la redditività degli orticoltori. In questo senso sono stati ricordati il lancio del marchio Ti.Or che caratterizza le verdure di qualità, e soprattutto la costruzione della nuova Centrale di distribuzione a Cadenazzo.

Concludendo la sua relazione, il presidente uscente è poi tornato su un problema che da tempo assilla la produzione, quello della pressione sui prezzi. "Con sempre maggiore frequenza - ha ribadito usando un tono ancora più preoccupato dell’anno scorso - diverse grandi catene di distribuzione ricorrono alle cosiddette azioni, offrendo prodotti a prezzi che non coprono nemmeno i nostri costi di produzione. Da una parte questi prezzi destabilizzano il mercato e hanno gravi influenze sull’economia del nostro settore. Da qui anche il recente appello di Grerman, presidente dell’associazione degli orticoltori svizzeri, a non vendere a prezzi sottocosto. Lavorare assieme a tutela della regionalità, non vuol dire vendere a prezzi stracciati prodotti d'importazione quando abbiamo i campi o le serre piene di verdure che vanno a male".

Significativo il saluto del presidente uscente: "Lascio la FOFT con la grande soddisfazione di aver lavorato in questi lunghi anni con persone capaci che hanno creduto e credono nel nostro settore e nel Ticino. Lascio una Cooperativa forte e dinamica e una produzione ticinese compatta e unita. Ringrazio tutti per l’aiuto assicuratomi in questi anni e concludo la mia ultima relazione da presidente non più con un appello, ma con una certezza: siamo uniti e crediamo nel nostro futuro".

L’assemblea ha quindi eletto il nuovo Comitato formato da: Claudio Cattori, Mirko Del Bello, Werner Meier, Daniele Mocettini, Daniele Oberti, Luigi Pagani e i nuovi Alberto Brusa e Marco Bassi. Comitato che a sua volta ha nominato nuovo presidente Marco Bassi con i vicepresidenti Cattori e Pagani.
 

TOP NEWS Ticino
LUGANO / MILANO
11 ore

19enne anarchico di Lugano si consegna alla Polizia

Il giovane farebbe parte del gruppo che lo scorso 9 febbraio a Torino, durante un corteo, mise a ferro e fuoco la città

CANTONE
11 ore

Si cerca Danial Tekinov

Classe 2005, il ragazzo è scomparso durante il tragitto casa/scuola

LUGANO
13 ore

La vie en rose di Plein a Milano con citazione finale in Pretura a Lugano

La Barzanò & Zanardo, società leader nella tutela dei marchi, reclama dallo stilista oltre 400mila franchi per fatture non saldate. Si presenterà? «Il personaggio è imprevedibile» dicono

CANTONE
14 ore

Tutto il Ticino sotto l'occhio vigile dei radar

Nessun distretto sarà escluso dei controlli della velocità mobili e semi-stazionari della prossima settimana

FOTO E VIDEO
CANTONE
15 ore

Evacuata l'Ikea di Grancia

Sul posto 4 veicoli del Pompieri. L'allarme è rientrato dopo una manciata di minuti

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile