TICINO
16.12.09 - 10:580
Aggiornamento : 09.11.14 - 19:19

"Il fatto di essere donna mi ha spesso penalizzato in politica"

Le rivelazioni di Marina Masoni al periodico Confronti. L'ex consigliera di Stato punta il dito anche contro il presidente PLRT Fulvio Pelli: "Una volta disse che né io né Giuseppe Buffi avevamo carisma"

LUGANO - “In un comitato del PLRT di diversi anni fa quando si discuteva della possibilità che il compianto consigliere di Stato Giuseppe Buffi assumesse la presidenza del partito, il presidente Fulvio Pelli rimproverò a noi due ministri di allora una mancanza di carisma…” Marina Masoni si toglie più di un sassolino dalle scarpe nell’intervista rilasciata al periodico Confronti, in edicola in questi giorni. L’ex consigliera di Stato parla a ruota libera dei torti che, nel corso della sua carriera politica, sarebbe stata costretta a subire. “E il fatto di essere donna - ammette - nei momenti difficili non mi ha di certo aiutato”.

Per le donne, esami supplementari - La sua è una vera e propria rivendicazione al femminile. “In politica - dice - ancora oggi una donna è chiamata a superare esami supplementari: le si chiede di più, c’è maggior severità di giudizio e comunque un’aggettivazione spesso più negativa: se un uomo è determinato, una donna è testarda”.  Marina Masoni nel suo sfogo chiama in causa anche Silvio Berlusconi. “Proviamo a immaginare cosa sarebbe successo in Italia – sottolinea – se le scappatelle amorose fossero state compiute non da Berlusconi ma da un primo ministro donna. E si potrebbe citare la recente, infelicissima, battuta dello stesso Berlusconi contro Rosy Bindi: “Lei è più bella che intelligente”. Di un avversario politico uomo non l’avrebbe mai detto”.

Mancanza di collegialità - Dodici anni in Governo. Tra momenti di gloria e attimi di  difficoltà. Anni in cui Marina Masoni è stata anche accusata di mancare di collegialità. “In un cantone con le caratteristiche del Ticino – precisa – non si realizza la politica che il Dipartimento delle finanze e dell’economia ha saputo realizzare dal 1995 al 2007 senza saper creare squadra a tutti i livelli, non solo con i proprie collaboratori”. E aggiunge: “Nella mia visione politica le individualità, le capacità dei singoli sono pilastri fondamentali”.
 

TOP NEWS Ticino
LOCARNO
1 ora
Un’immobiliare contro il venditore ambulante: «Chiamate la polizia»
La Assofide Sa mette in guardia gli inquilini: «Non l'abbiamo mandato noi e neppure il Cantone». Lui si difende: «Diffamazione e violazione della privacy»
TICINO / VENEZUELA
4 ore
Un prete rivoluzionario, da Curio al Venezuela
Don Angelo Treccani fa il missionario in un paese allo sbando: serve più di mille pasti al giorno ai bisognosi, grazie alla generosità ticinese
VIDEO
CANTONE
5 ore
L’amianto che dorme nelle case: «Prima di svegliarlo fate una perizia»
Il materiale è tornato d’attualità, ma i più ignorano le potenziali “bombe” che si trovano nelle abitazioni costruite prima del 1991. L’esperto: «Il Ticino, purtroppo, è fanalino di coda in materia».
FOTO
BELLINZONA
6 ore
Col furgoncino vola nel riale
Sul posto Polizia e Pompieri, oltre alla Scientifica. Non sono note le condizioni del conducente
CANTONE
17 ore
In bici al lavoro: «Un pieno di benzina adesso mi dura 4 mesi»
La proposta di Patrizia, che ha abbandonato l’auto per abbracciare il “bike to work”: «Sarebbe bello promuovere degli incentivi al chilometro». L'esperto: «Non dimentichiamoci della sicurezza»
LUGANO
18 ore
«Le Iene si sono introdotte in quel salone in modo vergognoso»
Un testimone racconta l'episodio verificatosi nella serata di giovedì da parte degli inviati di Italia 1. Tra scorrettezza e violazioni della privacy a gogo 
LUGANO
21 ore
Caos all'inaugurazione del salone: arrivano Le Iene e la polizia
Storie di ex mogli che sostengono di essere state raggirate. La vicenda riguarda un noto parrucchiere. Grande scompiglio creato dagli inviati della trasmissione italiana
COMANO
22 ore
Una miscela di gas esplosivo per forzare il bancomat
Gli autori del tentato furto della scorsa notte sono tuttora in fuga. Le ricerche sono in corso
VIDEO
CANTONE
1 gior
Le forti piogge sono finite, ma la Maggia è ancora carica
Dopo l’allerta piena per i fiumi, ora tocca ai laghi. Aumenta a vista d'occhio, in particolare, il livello del Verbano
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile