LUGANO
04.03.07 - 11:010
Aggiornamento : 05.11.14 - 23:24

Giacomo Tachis, uomo del vino italiano

di Luigi Bosia
 
LUGANO - Nato in provincia di Torino, Giacomo Tachis è il re degli enologi italiani, l'uomo che ha inventato il Sassicaia.
 
Dopo 30 anni di servizio nell'azienda Antinori non si mise in pensione ma divenne consulente, in Sicilia, all'Istituto regionale della vite e del vino, alla Corvo e a produttori emergenti come i figlio di Diego Planeta che già lo voleva nella sua azienda agli inizi degli anni '90. Oggi si occupa quindi del Nero d'Avola.
 
Giacomo Tachis studiò enologia ad Alba poi, dopo aver rifiutato un posto da Ricasoli, nel 1961 fu convinto da Antinori.
 
Nel 1968, Antinori gli chiede di dare un'occhiata ai vini del marchese Incisa della Rocchetta che aveva deciso di divertirsi un po' con del cabernet della sua vigna e confrontarsi con i suoi amici francesi, i Rothschild, .
 
Segue quel vino e dopo qualche anno, nasce il Sassicaia, il primo grande vino italiano in grado di competere con gli Châteaux d'oltralpe.
 
Oggi è in Sicilia e dei gioielli di quella terra ha fatto una sua personalissima classifica: Nero d'Avola, Frappato, Pinot nero dell'Etna e due bianchi: l'Inzolia e il Caricante e, anche lui come nel Gattopardo, è convinto che il grande errore del principe di Salina era quello di brindare con vino francese.
Tachis si occupa anche di altri vini. Il "Pollenza" del conte Bachetti Peretti a Tolentino (Macerata)
 
TOP NEWS Ticino
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report