LUGANO
16.10.03 - 09:360
Aggiornamento : 13.10.14 - 13:47

All'USI l'Assemblea annuale della Conferenza dei direttori cantonali delle opere sociali

LUGANO - Il Cantone Ticino ospiterà i prossimi 23 e 24 ottobre all'Università della Svizzera italiana la 64esima Assemblea annuale della Conferenza dei direttori cantonali delle opere sociali (CDOS).

Ai lavori assembleari parteciperanno i consiglieri di Stato responsabili della socialità nei 26 cantoni, alti funzionari degli stessi cantoni, lo Staff del Segretariato della Conferenza dei direttori delle opere sociali. All'Assemblea interverranno anche il presidente della Confederazione Pascal Couchepin e il direttore dell'Ufficio federale dei rifugiati Jean-Daniel Gerber.

Tema principale della prima giornata dei lavori sarà la politica familiare. In particolare, alla luce della procedura di consultazione promossa dalla stessa Conferenza sulla piattaforma di politica familiare, i partecipanti saranno chiamati ad esprimersi su una serie di proposte e raccomandazioni, come ad esempio la legge quadro federale per un'armonizzazione formale degli attuali assegni famigliari cantonali; o come la modifica della Legge federale sulle prestazioni complementari volta ad estendere il modello degli assegni ticinesi di complemento a tutta la Confederazione; o ancora il sostegno finanziario da parte della Confederazione alla creazione di strutture d'accoglienza extra-familiari per bambini;

La direttrice del Dipartimento della sanità e della socialità Patrizia Pesenti presenterà ai partecipanti alla Conferenza la politica familiare ticinese fondata su tre pilastri: sostegno finanziario attraverso gli assegni di complemento per evitare che i bambini debbano crescere in povertà; sostegno nell'organizzazione attraverso la creazione di strutture d'accoglienza fuori dall'orario e dal calendario scolastico al fine di conciliare lavoro e famiglia; protezione dell'infanzia attraverso provvedimenti diversificati a seconda della gravità dei casi per ristabilire la funzione educativa della famiglia. Questi ultimi due pilastri sono contenuti nella nuova Legge per le famiglie approvata dal Gran Consiglio a metà settembre.

 

 

TOP NEWS Ticino
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile