BERNA
03.11.13 - 15:270
Aggiornamento : 21.11.14 - 08:26

Mamme che lavorano: poche in Ticino e Alto Vallese

Lo stile di vita potrebbe determinare l'esito della votazione sull'iniziativa sulle famiglie dell'UDC il 24 novembre.

BERNA - A livello nazionale le regioni con la maggior quota di madri che non esercitano un'attività professionali sono il Ticino, l'Alto Vallese e la Svizzera centrale. È quanto mostra il primo studio condotto sull'argomento. Lo stile di vita potrebbe determinare l'esito della votazione sull'iniziativa sulle famiglie dell'UDC il 24 novembre.

Questo fatto si è già palesato nella votazione sull'articolo costituzionale sulla politica familiare, bocciato in marzo dalla maggioranza dei Cantoni. Le donne con un'attività lavorativa superiore al 70% hanno approvato l'articolo, secondo il politologo Michael Hermann, incaricato dell'indagine dalla "SonntagsZeitung", che la pubblica oggi.

La maggioranza dei "no" è invece arrivata dalle aree in cui le donne non svolgono alcuna attività professionale. La regione in cui ci sono più casalinghe in assoluto è l'Alto Vallese, seguito da Ticino e parti della Svizzera centrale.

Inoltre, si riscontrano differenze a livello di regioni linguistiche. Nella Svizzera di lingua italiana la percentuale di casalinghe è la più alta (37%). La più bassa si trova invece nella Svizzera Romanda (20%). Nella Svizzera tedesca la quota si attesta al 25%.

Fra grandi città e campagna non esiste una forte differenza nella percentuale di casalinghe: si oscilla fra il 21% delle città e il 26% delle zone rurali. La distinzione si fa invece più marcata nei risultati di voto: in marzo gli agglomerati urbani hanno accettato l'articolo con il 69% dei suffragi, contro il 46% della campagna.

Il tipo di impiego del padre influisce sull'attività lavorativa o no della madre. Quando l'uomo è un alto dirigente, quattro madri su dieci avranno un'attività lavorativa. Se invece fa parte dei quadri medi o inferiori, la quota scende rispettivamente al 27% e 23%.

Anche la formazione della donna ha una sua importanza. Più è istruita, meno è probabile che la madre sia casalinga. La formazione del padre non è invece particolarmente rilevante.

ATS

 
 

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
TOP NEWS Svizzera
BERNA
14 ore
«Questo virus non scomparirà più dalla nostra vita»
Gli esperti hanno evidenziato strategie e obiettivi della tracciabilità del virus. Obiettivo: Scoprire ogni singolo caso
SVIZZERA
16 ore
Coronavirus: 10 nuovi casi e un decesso in Svizzera
Il numero di contagi in Svizzera dall'inizio dell'emergenza sale a 30'746
FOTO
SVIZZERA
17 ore
Una promozione felina nell'esercito
Lili ha meritato le mostrine «per il suo efficiente servizio in favore della truppa».
SVIZZERA
18 ore
Gli averi a vista della BNS continuano a salire, ed è record storico
Ed è la 19esima volta di fila per il valore più elevato mai raggiunto, e non è detto che sia una cosa positiva
VAUD
18 ore
Crediti Covid trasferiti all'estero: sospetti di una frode milionaria
Il Ministero pubblico vodese ha avviato un'inchiesta. Una persona si trova in detenzione preventiva
SVIZZERA
19 ore
«Con l'auto il rischio di morte è 59 volte maggiore»
L'Ufficio federale dei trasporti ha pubblicato il suo ultimo rapporto sulla sicurezza dei trasporti pubblici
SVIZZERA
20 ore
Settore secondario: produzione ancora in crescita, cifre d’affari in calo
La pandemia ha avuto ripercussioni sui risultati di febbraio e marzo
ZURIGO
21 ore
Coronavirus e rimborsi, il direttore di Hotelplan critica Swiss
«Ha preso soldi dai clienti e poi ha bloccato unilateralmente il rimborso nei suoi sistemi»
BERNA
21 ore
«Servono più scorte mediche»
Jürg Schlup, presidente FMH, ritiene il materiale sanitario debba tornare ad essere prodotto in Svizzera ed Europa
BERNA
22 ore
Coronavirus: togliere alla lotta all'alcolismo per dare ai bar?
A Berna si pensa alla sospensione della tassa sugli alcolici. L'idea non piace alle associazioni contro le dipendenze.
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile