20min/Simon Glauser
Nella foto (a sinistra) la presidente della Gioventù socialista, Ronja Jansen.
SVIZZERA
27.09.21 - 17:370
Aggiornamento : 28.09.21 - 00:05

Ecco un'iniziativa che chiama i ricchi a pagare per il cambiamento climatico

Dopo la sconfitta dell'Iniziativa 99%, la Gioventù socialista si prepara a lanciare una nuova iniziativa

BERNA - «Ci siamo messi in gioco per vincere. Non ce l'abbiamo fatta, siamo delusi». Così la presidente della Gioventù socialista, Ronja Jansen, ha commentato il risultato scaturito ieri dalle urne: il 64,9% dei cittadini ha infatti respinto l'iniziativa “Sgravare i salari, tassare equamente il capitale” (meglio nota come Iniziativa 99%). 

Ma il partito giovanile non demorde e si prepara a lanciare una nuova iniziativa volta a tassare i ricchi, stavolta per “rimediare” al cambiamento climatico. La Gioventù socialista ci sta lavorando già da quando lo scorso giugno i cittadini hanno bocciato la legge sul CO2. La proposta si chiamerà “Make the rich pay for climate change” e prevede che nessuno debba avere più di cento milioni di franchi sul proprio conto. In sostanza, i ricchi saranno chiamati a pagare per il cambiamento climatico attraverso le tasse, finanziando per esempio riduzioni sul trasporto pubblico, l'energia fotovoltaica o fonti energetiche alternative.

Al momento, come spiega Jansen a 20 Minuten, si stanno discutendo i dettagli per una possibile attuazione. Fatto sta che l'obiettivo è di sottoporre il testo dell'iniziativa alla cancelleria federale nel corso dei prossimi mesi e di dare il via alla raccolta di firme durante la prossima primavera.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
56 min
Noto attivista Corona-scettico finisce in cure intense con il virus
Il 66enne François de Siebenthal si è opposto pubblicamente alle disposizioni sanitarie decise dal Governo federale.
FOTO
SVIZZERA
3 ore
«Tutte le persone presenti su quell'aereo devono testarsi»
L'UFSP ha scritto un SMS a tutti i passeggeri del volo atterrato questa mattina a Zurigo e proveniente da Johannesburg.
SVIZZERA
4 ore
Nuove Covid-restrizioni a Neuchâtel e San Gallo
Nel cantone romando scatta l'obbligo di mascherina in musei, cinema e chiese. Fortemente raccomandato il telelavoro.
SVIZZERA
5 ore
Licenziati cinque militari no-vax
Facevano parte del Comando forze speciali e senza vaccino non avrebbero potuto effettuare missioni all'estero.
FOTO
ARGOVIA
5 ore
Con il 2.6 per mille combina un disastro
Ieri sera a Mellingen, una 37enne si è messa alla guida della sua automobile completamente ubriaca. Pessima idea.
SVIZZERA
7 ore
La selezione dei pazienti? «È eticamente devastante»
Con le terapie intensive che si riempiono presto i medici dovranno di nuovo effettuare il tanto temuto "triage".
SVIZZERA
10 ore
L'industria degli eventi si prepara alle restrizioni
La regola delle 2G piace alle discoteche. A Zurigo un concerto punk-rock aggiunge il requisito del test antigenico
ZURIGO
18 ore
Quanto è pericolosa Omicron?
Potrebbe essere peggiore della già temibile delta. La parola agli esperti
SVIZZERA
1 gior
Omicron, chiudono i voli diretti con l'Africa australe
La decisione comunicata in serata, dopo l'emergenza della nuova variante, è valida a partire dalle ore 20 di oggi.
BERNA
1 gior
Dopo Pfizer anche Moderna mette il booster
Intanto l'Ufsp raccomanda la dose di richiamo per tutti. La spiegazione: «Migliora la protezione e frena la diffusione»
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile