Immobili
Veicoli
20min/Simon Glauser
SVIZZERA
25.08.21 - 13:500

Due scenari per ridurre il debito Covid della Confederazione

Alla fine del 2022 il disavanzo del bilancio straordinario ammonterà a circa 25 miliardi di franchi

BERNA - Il debito straordinario della Confederazione, generato dalle misure per far fronte alla pandemia di coronavirus, dovrebbe essere ridotto senza programmi di risparmio. Il Consiglio federale ha posto in consultazione fino al 28 novembre due opzioni.

Stando alle stime attuali, a fine 2022 il disavanzo del bilancio straordinario ammonterà a circa 25 miliardi di franchi. Le misure proposte eviteranno tagli e aumenti delle imposte, precisa il governo. Il periodo di ammortamento sarà di tre legislature, vale a dire fino al 2035 e, in caso di eventi speciali, potrà essere prolungato di una legislatura.

La prima variante prevede una riduzione a medio termine tramite future eccedenze di finanziamento. La seconda propone di ridurre soltanto la metà del debito. Le distribuzioni supplementari della Banca nazionale svizzera (BNS) saranno pure utilizzate per ridurre il disavanzo, ricorda un comunicato, precisando che questo provvedimento non è incluso nel progetto.

All'inizio del prossimo anno, quando le conseguenze della pandemia sul bilancio saranno più chiare, l'Esecutivo deciderà quale variante proporre al Parlamento. Il messaggio sarà presentato verosimilmente in primavera del 2022. La modifica potrebbe quindi entrare in vigore a inizio 2023.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SAN GALLO
59 min
Cerca di sfuggire al ricovero, cade dal tetto e muore
Un 35enne con problemi psichici ha perso la vita questo pomeriggio ad Altstätten.
LOSANNA
1 ora
Il dottorato svizzero di Mussolini fa discutere
Venne conferito nel 1937 al Duce. Oggi una petizione chiede di revocarlo
SVIZZERA
1 ora
Cassis a Davos con la mente rivolta a Lugano
Il presidente della Confederazione ha aperto ufficialmente il WEF parlando della situazione geopolitica mondiale.
SVIZZERA
4 ore
Ricola «inganna i consumatori» secondo una consumatrice
Una donna dell'Illinois ha chiesto un risarcimento milionario accusando l'azienda di pubblicità ingannevole
SVIZZERA
5 ore
La quarta dose presto realtà
Da oggi la Confederazione consiglia una nuova vaccinazione «alle persone con un sistema immunitario indebolito».
SVIZZERA
7 ore
Commercio sostenibile: l'industria della moda sotto la lente
Public Eye ha compiuto un'analisi dei più noti rivenditori di moda in Svizzera. Zalando, Wish e Amazon nel mirino.
SVIZZERA
8 ore
Peggioramento delle disuguaglianze di genere durante la pandemia
Uno studio ha analizzato le conseguenze delle misure restrittive sull'occupazione di uomini e donne.
ARGOVIA
9 ore
Cade da una parete rocciosa, 14enne perde la vita
Il giovane stava effettuando una passeggiata assieme a un amico. Inutili i tentativi di soccorso.
SVIZZERA
11 ore
Vaiolo delle scimmie: Berna pensa all'acquisto di un vaccino
«Per il momento, non c'è motivo di preoccuparsi» rassicura la vicedirettrice dell'UFSP Linda Nartey
ZURIGO
20 ore
Feriti a bottigliate a Winterthur
Tre persone sono state arrestati per due episodi distinti avvenuti nelle prime ore di domenica
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile