keystone
BERNA 
13.08.21 - 10:260

PLR: domenica scade il termine per la candidatura del nuovo presidente

Finora è stata presentata solo una candidatura ufficiale, ma si concretizzerà solo in caso di copresidenza.

Diversi i nomi emersi in questi mesi. L'unico candidato ufficiale, attualmente, rimane il consigliere nazionale sangallesse Marcel Dobler.

BERNA  - Chi sarà il successore di Petra Gössi a capo del PLR a partire dal 2022? Domenica scade il termine per presentare le candidature, ma al momento nessuno vuole esporsi e sono pochi i nomi che circolano.

Finora è stata presentata solo una candidatura ufficiale, ma si concretizzerà solo in caso di copresidenza.

Tra i nomi emersi durante questi mesi figurano ad esempio il consigliere agli Stati zurighese Ruedi Noser, quello lucernese Damian Müller, il "senatore" argoviese Thierry Burkart, oppure i consiglieri nazionali Andri Silberschmidt (ZH), Susanne Vincenz-Stauffacher (SG) e Philippe Nantermod (VS), aveva ipotizzato a metà giugno il politologo Michael Hermann in un colloquio con l'agenzia Keystone-ATS.

L'unico candidato ufficiale, attualmente, rimane il consigliere nazionale sangallese Marcel Dobler, il quale vuole però assolutamente guidare il PLR con un copresidente della Svizzera francese. Se un tale ticket a due non si concretizzasse o se si presentasse un candidato singolo migliore, il sangallese rinuncerebbe alla sua candidatura.

Hanno invece deciso di non presentarsi né il consigliere nazionale Christian Wasserfallen (BE), né la collega Jacqueline de Quattro (VD). In un'intervista pubblicata ieri sera sui siti di vari giornali del gruppo Tamedia, l'ex consigliera di Stato vodese non ha invece escluso un eventuale interessamento al ruolo di vicepresidente. Dalle parole di de Quattro, sembra inoltre chiaro che a guidare il partito sarà un esponente liberale-radicale della Svizzera tedesca.

Elezione il 2 ottobre

Il 2 ottobre il PLR eleggerà il successore della presidente uscente Petra Gössi. La commissione di selezione è presieduta da Saskia Schenker, presidente del PLR di Basilea Campagna. Le persone interessate hanno tempo fino al 15 agosto per presentare le loro candidature alle rispettive sezioni cantonali.

Dopo cinque anni alla guida del PLR, Petra Gössi ha annunciato il 14 giugno che lascerà la presidenza del partito alla fine dell'anno. La consigliera nazionale svittese vuole concentrarsi maggiormente sulla sua carriera professionale. Continuerà a sedere in parlamento.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
1 ora
Predatori, inquilini, stranieri: le votazioni negli altri cantoni
In 10 cantoni i cittadini si sono espressi su oggetti locali. Ecco i risultati
SVIZZERA
1 ora
«L'odio e la rabbia non appartengono alla Svizzera»
Quello della Legge Covid «è il miglior risultato mai raggiunto da una legge posta sotto referendum», così Berset.
ZUGO
4 ore
L'albero di natale in macchina, la multa all'autista
L'appello della polizia: «Bisogna fare attenzione che il carico non ostruisca la visuale»
SVIZZERA
7 ore
Camici in aria, approvata l'iniziativa sulle cure infermieristiche
Il risultato è apparso chiaro sin dai primi risultati: è un trionfo dei favorevoli.
SVIZZERA
7 ore
Sorteggio per eleggere i giudici? Niente da fare
Il 68,1% dei cittadini svizzeri ha deciso di mantenere il sistema attuale
SVIZZERA
7 ore
Fine dei giochi, la Legge Covid trionfa con un netto sì
Il 62% degli svizzeri ha approvato il testo. Alto tasso di consensi anche in Ticino.
FOTO
SVIZZERA
7 ore
Palazzo federale blindato per il voto
Misure di protezione mai viste a Berna in vista del voto odierno sulla Legge Covid-19.
SVIZZERA
8 ore
«La nuova variante si diffonderà presto o tardi anche in Svizzera»
Al momento Tanja Stadler non si sbilancia su un'eventuale maggior pericolosità di Omicron.
SVIZZERA
10 ore
«Venga introdotta la regola del 2G»
Nel giorno della votazione sulla Legge Covid-19, sale la pressione sulle persone non vaccinate.
SVIZZERA
11 ore
Vaccino dai cinque anni in su: «Siamo in ritardo»
In Svizzera, contrariamente all'UE, i bambini sotto i 12 anni non possono ancora vaccinarsi.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile