Immobili
Veicoli
keystone
SVIZZERA
01.08.21 - 15:480

A Chiesa non piacciono le città

«Parassitarie» e «covi della sinistra». Il presidente dell'UDC si sfoga il Primo d'Agosto

BERNA - In occasione della Festa nazionale si sono rivolti al pubblico anche i presidenti di UDC e PLR: Marco Chiesa ha attaccato le città, ritenute covo della sinistra che pratica una politica parassitaria; Petra Gössi ha chiesto al suo partito più flessibilità sui problemi importanti per il Paese.

In un discorso video, il presidente dell'UDC Chiesa ha esaltato la Svizzera come luogo di democrazia diretta, indipendenza, federalismo nonché di varietà di lingue e culture. Il 46enne ticinese vede però le libertà minacciate soprattutto dal divario città-campagna. Le «città di sinistra» attuano «politiche parassitarie» che bisogna combattere, ha detto.

Secondo Chiesa, la «sinistra di lusso» e i «Verdi paternalisti» vivono «nelle loro bolle, fuori dalla realtà della maggior parte delle persone in questo paese». Allo stesso tempo, le città approfittato dei pagamenti provenienti dalle campagne. Un denaro che deve essere tolto alle città che perseguono politiche dannose.

Petra Gössi si è invece rivolta soprattutto ai membri del suo partito che, come un albero secolare, deve adattarsi costantemente ai cambiamenti dell'ecosistema per non dover improvvisamente lottare per la sopravvivenza. Occorrono flessibilità e soluzioni per i problemi politici più importanti, ha detto la 45enne svittese.

Gössi ha indicato lo sviluppo demografico come una delle maggiori sfide per la Svizzera, per la quale sono necessarie riforme incisive nel settore della previdenza per la vecchiaia. In relazione alla crisi dovuta al coronavirus e alle relazioni ancora non chiarite con l'Unione europea, la presidente del PLR ha chiesto di tutelare l'ordine economico liberale con riforme adeguate.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
1 ora
La variante Omicron... e i test Covid
Non mancano i dubbi attorno ai test Covid. Ecco le principali risposte
SVIZZERA
3 ore
«Le visite agli strip club erano per motivi di lavoro»
L’ex amministratore delegato di Raiffeisen Pierin Vincenz giustifica le spese pazze addebitate alla banca.
SVIZZERA
4 ore
Le “firme” nel sistema immunitario di chi rischia il Long Covid
Uno studio zurighese ha identificato i fattori di rischio immunologici
SVIZZERA
5 ore
Il processo Vincenz non si ferma
La Corte ha respinto le richieste di sospensione. Inizia l'interrogatorio dell'ex Ceo
SVIZZERA
5 ore
In Svizzera 36'658 contagi e dodici decessi in ventiquattro ore
Nelle strutture sanitarie elvetiche sono state ricoverate altre 121 persone col Covid
SVIZZERA
7 ore
«Un allentamento delle misure porterebbe a un'ulteriore ondata»
Gli esperti della Confederazione fanno il punto della situazione. E frenano gli entusiasmi su una fine delle restrizioni
SVIZZERA
10 ore
«Ci siamo comportati come bravi soldatini, adesso basta»
Politici e associazioni economiche fremono: Le attuali restrizioni sono «sproporzionate» e «vanno revocate».
ARGOVIA
10 ore
Cadavere nella grotta, il 22enne a processo per assassinio
Il Ministero pubblico argoviese ha richiesto sedici anni e quattro mesi di carcere per il giovane omicida.
BERNA
11 ore
Aquila reale vittima di una turbina eolica
L'incidente è avvenuto nel mese di novembre sul Mont-Soleil, nel Giura bernese.
SVIZZERA
11 ore
«La Svizzera deve mettere il turbo sul fotovoltaico»
Secondo Greenpeace un maggiore uso del solare ridurrebbe a zero le emissioni di CO2 di trasporti, edifici e industria
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile