keystone
SVIZZERA
01.08.21 - 15:480

A Chiesa non piacciono le città

«Parassitarie» e «covi della sinistra». Il presidente dell'UDC si sfoga il Primo d'Agosto

BERNA - In occasione della Festa nazionale si sono rivolti al pubblico anche i presidenti di UDC e PLR: Marco Chiesa ha attaccato le città, ritenute covo della sinistra che pratica una politica parassitaria; Petra Gössi ha chiesto al suo partito più flessibilità sui problemi importanti per il Paese.

In un discorso video, il presidente dell'UDC Chiesa ha esaltato la Svizzera come luogo di democrazia diretta, indipendenza, federalismo nonché di varietà di lingue e culture. Il 46enne ticinese vede però le libertà minacciate soprattutto dal divario città-campagna. Le «città di sinistra» attuano «politiche parassitarie» che bisogna combattere, ha detto.

Secondo Chiesa, la «sinistra di lusso» e i «Verdi paternalisti» vivono «nelle loro bolle, fuori dalla realtà della maggior parte delle persone in questo paese». Allo stesso tempo, le città approfittato dei pagamenti provenienti dalle campagne. Un denaro che deve essere tolto alle città che perseguono politiche dannose.

Petra Gössi si è invece rivolta soprattutto ai membri del suo partito che, come un albero secolare, deve adattarsi costantemente ai cambiamenti dell'ecosistema per non dover improvvisamente lottare per la sopravvivenza. Occorrono flessibilità e soluzioni per i problemi politici più importanti, ha detto la 45enne svittese.

Gössi ha indicato lo sviluppo demografico come una delle maggiori sfide per la Svizzera, per la quale sono necessarie riforme incisive nel settore della previdenza per la vecchiaia. In relazione alla crisi dovuta al coronavirus e alle relazioni ancora non chiarite con l'Unione europea, la presidente del PLR ha chiesto di tutelare l'ordine economico liberale con riforme adeguate.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
4 ore
Giù i premi di cassa malati (anche in Ticino)
Per la prima volta dal 2008, vi sarà una diminuzione del premio medio. Berset: «Felice per le famiglie svizzere».
SVIZZERA
5 ore
Covid-19, 1'284 nuovi casi e undici decessi in Svizzera
Sono 122 le persone ospedalizzate nelle ultime 24 ore. Il bollettino dell'Ufsp.
SVIZZERA
5 ore
Johnson&Johnson arriva in Svizzera
Chiunque non ha potuto (o voluto) vaccinarsi con Pfizer o Moderna avrà un'alternativa. In Ticino previste 6'000 dosi.
SVIZZERA
6 ore
I deputati vogliono presentare il "pass"
Il Nazionale è favorevole all'obbligo di certificato per entrare a Palazzo federale. Dovrebbe scattare dal 2 ottobre
SVIZZERA
8 ore
Il "no" rischia di rovinarci le vacanze di Natale?
Tra due mesi la Svizzera torna a votare sulla legge Covid. Le domande e le risposte più importanti
SVIZZERA
10 ore
Test gratuiti, i costi superano i quattro milioni al giorno
Parlamento e Consiglio federale sono in disaccordo rispetto alla revoca della gratuità dei tamponi.
FOTO
SAN GALLO
11 ore
Terribile frontale in galleria, morto un 77enne
L'incidente è avvenuto questa notte tra Walenstadt e Murg nei pressi di un cantiere sull'A3.
SVIZZERA
20 ore
E se il 12 settembre diventasse festa nazionale?
Non solo il Primo d'agosto. In Svizzera bisognerebbe introdurre un nuovo giorno festivo. La proposta al governo
FOTO
ZURIGO
22 ore
Pompieri in azione a Zurigo
Intervento in Langstrasse per un incendio sviluppatosi in una cantina
SVIZZERA
22 ore
I dipendenti Swiss non vaccinati saranno lasciati a casa
Gli equipaggi dovranno essere vaccinati. Agli indecisi sarà concesso un periodo di riflessione di sei mesi
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile