Keystone
SVIZZERA
20.06.21 - 09:070
Aggiornamento : 12:40

Cassis non esclude un nuovo accordo quadro con l'UE

I presupposti dovrebbero essere molto più espliciti di quanto siano stati nei negoziati precedenti.

Il consigliere federale immagina anche una partecipazione al Green Deal dell'Ue.

BERNA - Il consigliere federale Ignazio Cassis non esclude che dopo l'abbandono delle trattative per un accordo quadro, un giorno la Svizzera non torni a discutere con l'Unione europea su questioni istituzionali.

Un simile passo potrebbe essere il risultato del dialogo politico, ha affermato il ministro degli esteri in un'intervista pubblicata oggi dalla "SonntagsZeitung". Se si arrivasse a tal punto la Svizzera dovrebbe mettere in chiaro fin dall'inizio cos'è accettabile e cosa no.

I presupposti dovrebbero essere molto più espliciti di quanto siano stati nei negoziati sull'accordo quadro, altrimenti la Svizzera rischia un nuovo accordo che politicamente non ha alcuna chance, ha sottolineato il ticinese. Un'adesione all'UE nei prossimi anni inoltre non è realistica.

Berna e Bruxelles sono interessate a una collaborazione come è stato il caso nella lotta alla pandemia di coronavirus. La Svizzera è inoltre uno dei più importanti siti di ricerca. Secondo il consigliere federale entrambe le parti sono interessate a proseguire la cooperazione.

Cassis può anche immaginarsi una partecipazione al Green Deal dell'UE: la Confederazione e i Ventisette hanno obiettivi simili in materia di protezione del clima. Pertanto «avrebbe senso esaminare un'alleanza in questo ambito», ha sostenuto. La consigliera federale Simonetta Sommaruga aveva già proposto una collaborazione sul Green Deal al Forum economico mondiale (WEF) del 2020.

Intanto il consigliere nazionale Nicolas Walder (Verdi/GE) ha confermato all'agenzia Keystone-ATS una notizia del "SonntagsBlick", secondo cui venerdì la Commissione di politica estera della Camera del popolo dovrebbe esaminare una sua mozione in cui si chiede che la Commissione della gestione analizzi la legalità e la costituzionalità della decisione del governo di rompere i negoziati sull'accordo quadro.

Walder ritiene che la decisione sia «caratterizzata da zone d'ombra»: «la Costituzione e la Legge sul Parlamento indicano che il parlamento partecipa al processo di decisione sulle questioni importanti di politica estera», ricorda l'ecologista che si chiede: se queste leggi non si applicano ai negoziati per un accordo quadro, allora a cosa si applicano?

Con la sua mozione Walder cerca prima di tutto di ottenere chiarimenti, soprattutto sulle interazioni tra le Camere e il Consiglio federale nel campo della politica estera.
 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
TURGOVIA
2 ore
Rifiuta la mascherina, si oppone alla multa e riceve un rimborso
L'uomo, che si trovava in treno, non si è fatto convincere nemmeno dalla Polizia ferroviaria.
BASILEA CAMPAGNA
4 ore
Minacciato di morte perché voleva offrire il caffè ai vaccinati
Il titolare di un ristorante aveva pensato di fare un regalo alla clientela immunizzata.
ZURIGO
5 ore
Canoista disperso nella Limmat: «L'abbiamo visto andare a fondo»
È entrato in acqua malgrado il divieto di navigazione e di balneazione. Lanciata una vasta ricerca.
SAN GALLO
6 ore
Ordigno inesplosa sulle rive del Sitter, era lì da cent'anni
La granata è stata rimossa oggi dagli specialisti dell'esercito. Proviene da un pezzo d'artiglieria svizzera.
SVIZZERA
8 ore
La grandine presenta la "fattura" più pesante
Temporali e inondazioni. Tra giugno e luglio il maltempo si è fatto sentire in tutta la Svizzera.
SVIZZERA
9 ore
Effetti avversi dopo il vaccino: le ultime cifre
I casi classificati come seri da SwissMedic sono 1537, ovvero il 35.6% del totale.
SVIZZERA
10 ore
In Svizzera 791 casi in un giorno
Nelle ultime 24 ore sono stati registrati anche due decessi e 13 ricoveri.
BERNA
12 ore
Usare il fiume per raffreddare la città? Berna ci sta pensando
Al posto dei climatizzatori convenzionali, l'idea è di prelevare l'acqua dall'Aare e sfruttare la sua energia.
BERNA
14 ore
Vuole donare 50 franchi per le vittime dell'alluvione, la Posta gliene chiede 20 di commissioni
Il sovrapprezzo giudicato troppo alto ha fatto desistere l'85enne dal compiere il gesto generoso.
BERNA
1 gior
Nuovi temporali, nuova allerta
Precipitazioni attese a partire da sabato. Possibili nuovi temporali in vista
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile