Keystone
SVIZZERA
02.06.21 - 12:020

Lavoratori non residenti, bocciata la mozione di Marco Chiesa

Il senatore ticinese chiedeva di riconoscere le deduzioni sociali solo ai residenti e ai "quasi residenti".

Una mossa che avrebbe permesso ai cantoni di frontiera di aumentare le entrate finanziarie. Ma il Consiglio degli Stati ha detto no a larga maggioranza.

BERNA - Le deduzioni sociali concesse ai lavoratori non residenti che sottostanno all'imposizione alla fonte non subirà cambiamenti. Il Consiglio degli Stati ha bocciato oggi - con 33 voti contro 5 - una iniziativa parlamentare di Marco Chiesa (UDC/TI) che ne chiedeva la soppressione.

Riconoscere la deduzione sociale ai soli residenti e ai "quasi residenti" risulta più corretto rispetto alla situazione attuale, sostiene il ticinese nel suo atto parlamentare. La situazione giuridica attuale favorisce infatti i "non residenti" poiché possono beneficiare sia in Svizzera sia nel loro Stato delle deduzioni sociali.

Correggendo questa situazione si permetterebbe ai cantoni di frontiera di aumentare le loro entrate finanziarie. Chiesa propone pertanto una modifiche della Legge federale sull'armonizzazione delle imposte dirette dei Cantoni e dei Comuni e della Legge federale sull'imposta federale diretta.

L'iniziativa, ha però sottolineato Erich Ettlin (Centro/OW) a nome della commissione, creerebbe una disparità di trattamento tra le persone che risiedono all'estero e sono in parte imponibili in Svizzera e quelle residenti in Svizzera e in parte imponibili all'estero.

Questa situazione asimmetrica non andrebbe necessariamente corretta, ma se si dovesse farlo il dispendio legislativo sarebbe notevole. Per questo motivo, lo strumento dell'iniziativa parlamentare non viene ritenuto adeguato. È ipotizzabile l'inoltro di una mozione, ha suggerito Ettlin, ma prima di farlo occorre attendere il rapporto dell'Amministrazione federale delle contribuzioni sul tema che dovrebbe essere disponibile ancora quest'anno.

Il Consiglio degli Stati ha poi deciso di archiviare, su proposta del governo, una mozione che chiedeva di fare in modo che le deduzioni generali e sociali dei contribuenti residenti in Svizzera e limitatamente assoggettati all'estero vengano prese in considerazione a pieno titolo.

Secondo l'esecutivo la mozione è irrealizzabile: è infatti alquanto improbabile che uno Stato estero si impegni nell'ambito di una Convenzione per evitare la doppia imposizione (CDI) a concedere deduzioni previste dal diritto svizzero. «La questione delle deduzioni e delle tariffe fiscali non è inoltre armonizzata a livello internazionale per via dei differenti sistemi nazionali e della sua complessità», precisa il governo in nel rapporto che chiedeva l'archiviazione dell'atto parlamentare.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SOLETTA
36 min
Auto senza targa sull'A1, la polizia la insegue senza successo
Il veicolo, rubato a Zurigo, è stato successivamente ritrovato in un parcheggio a Derendingen.
SCIAFFUSA
1 ora
«Nulla a che fare con l'incidente a Paradies»
I sommozzatori della polizia erano impegnati nella ricerca dei due nuotatori scomparsi, quando hanno rinvenuto un corpo.
SVIZZERA
2 ore
In limousine dall'amante
Il Ministro nell'occhio del ciclone per aver utilizzato l'automobile di rappresentanza per un viaggio privato.
ZURIGO
2 ore
Un uomo trovato morto per strada
Le forze dell'ordine zurighesi presumono si tratti di omicidio e cercano testimoni.
ARGOVIA
4 ore
Esce di strada e scappa, 17enne riconsegna il patentino
Il giovane, in preda ai fumi dell'alcol, disponeva di una licenza per allievo conducente, ma non era accompagnato.
SVIZZERA
4 ore
«La Svizzera offrì 1,25 milioni per liberarci»
Daniela Widmer è tornata a parlare del sequestro di cui fu vittima nel 2011 mentre si trovava in Pakistan col fidanzato.
FOTO
TURGOVIA
5 ore
Si tuffano nel Reno e non riemergono più
Una donna di 23 anni e un uomo di 28 risultano dispersi da ieri sera.
SVIZZERA
5 ore
Crisi cardiache: per paura del virus si muore a casa
Il picco è stato raggiunto durante il primo lockdown. Una situazione che rischia di ripetersi
SVIZZERA
21 ore
Couchepin: «Bisogna ignorare le provocazioni di Maurer»
Secondo l'ex consigliere federale, il ministro fa «il solito gioco dell'UDC»
GRIGIONI
22 ore
Incidente a Laax: due giovani morti e un ferito grave
Il conducente del mezzo ha perso il controllo finendo fuori strada e contro un muro
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile