Keystone
BERNA
21.05.21 - 19:530

Guy Parmelin sottolinea i progressi nella lotta alla pandemia

Durante il vertice mondiale della salute è stata adottata la "dichiarazione di Roma"

BERNA - Il presidente della Confederazione Guy Parmelin ha partecipato oggi virtualmente al vertice mondiale sulla salute durante il quale si è discusso tra l'altro di quali siano gli insegnamenti da trarre dalla crisi dovuta al Covid-19. Altro tema trattato è stato quello di come la comunità internazionale possa migliorare la tutela della salute a livello globale attraverso la cooperazione solidale.

Il vertice - organizzato dalla Commissione europea e dall'Italia in qualità di presidente del G20 - ha adottato una "dichiarazione di Roma" che definisce i principi per rafforzare la cooperazione in materia di tutela della salute e prevenire le future possibili crisi sanitarie, ha comunicato oggi il Dipartimento federale dell'economia, della formazione e della ricerca (DEFR). Gli Stati partecipanti hanno sottolineato la necessità di agire e ribadito l'importanza dell'accesso globale ai vaccini e ad altri dispositivi medici nella lotta contro la pandemia. È stato inoltre messo in evidenza il ruolo fondamentale delle organizzazioni internazionali e in particolare dell'Organizzazione mondiale della sanità (OMS). Sono state anche discusse le questioni del finanziamento, della governance e dell'attuazione degli obiettivi di sviluppo sostenibile 2030.

Parmelin ha sottolineato gli enormi progressi nella lotta contro la pandemia. Tuttavia le nuove varianti del virus continuano a costituire un grande pericolo e la crisi socioeconomica deve ancora sortire i suoi principali effetti. Il presidente della Confederazione ha affermato che «la pandemia sarà finita solo quando tutti i Paesi l'avranno superata», aggiungendo che «dall'inizio della crisi la Svizzera si è impegnata nella ricerca di soluzioni globali per consentire un accesso rapido, equo e a basso costo ai rimedi contro la crisi causata dal COVID-19».

A titolo di esempio Parmelin ha citato la decisione del Consiglio federale del 28 aprile 2021 di sostenere con 300 milioni di franchi l'iniziativa "Access to Covid-19 Tools Accelerator". Durante la sessione estiva - precisa il comunicato - il Parlamento dibatterà sul corrispondente credito aggiuntivo. Si tratta di un'iniziativa che intende migliorare l'accesso a vaccini, test e farmaci nei Paesi in sviluppo e rafforzare i sistemi sanitari di questi ultimi.
 
 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
2 ore
«300 franchi a chi fa il vaccino, multa di 100 a chi non lo fa»
L'ex presidente del PS Peter Bodenmann è convinto che i no-vax "duri e puri" siano solo il 10-15% della popolazione.
GINEVRA
3 ore
«Il problema, in Svizzera, è il lassismo»
Stéphane Koch, esperto di sicurezza online, giudica «drammatico» il fatto di poter trovare dati personali sul darkweb
ARGOVIA
4 ore
Incendio a scuola, tre bambini ricoverati per intossicazione
Il fumo è fuoriuscito dal sistema di aspirazione presente nel seminterrato dell'edificio.
SVIZZERA / STATI UNITI
13 ore
«Al lavoro per un mondo più resiliente e più giusto»
Il presidente della Confederazione ha parlato alla 76esima Assemblea generale dell'Onu
FOTO
VAUD
15 ore
2000 in piazza a Losanna contro il certificato Covid all'università
La manifestazione non era autorizzata ma si è svolta senza problemi
FOTO
SVIZZERA
15 ore
I raduni per protestare contro la violenza della polizia
I raduni sono avvenuti su appello del collettivo "Exit Racism Now"
ZURIGO
16 ore
Parmelin vuole giornate lavorative di 15 ore e più lavoro domenicale
Il ministro dell'Economia ha presentato un “compromesso” relativo alla legge sull'orario di lavoro.
SVIZZERA
18 ore
La cultura vuole ancora i test gratuiti
Secondo gli esponenti del settore si è ancora lontani dalla normalità e dal 1° ottobre potrebbe esserci un peggioramento.
SVIZZERA
18 ore
GastroSuisse pretende l'indennizzo
I presidenti delle 26 sezioni cantonali auspicano inoltre un rapido piano di uscita dalla pandemia.
SVIZZERA
19 ore
Condannati tre manifestanti in bici
Avevano partecipato a una manifestazione a maggio 2020, infrangendo le norme anti-Covid
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile