deposit
SVIZZERA
11.05.21 - 10:000

I Cantoni vogliono relazioni stabili con l'Unione europea

E chiedono al Consiglio federale di essere maggiormente coinvolti nelle discussioni con Bruxelles.

BERNA - Benché le posizioni della Svizzera e dell'Ue su determinati aspetti dell'accordo quadro rimangano distanti, i Cantoni si attendono che il Consiglio federale faccia il possibile per rafforzare la via bilaterale dando al Paese relazioni stabili col maggior partner economico.

Secondo i Cantoni, per i quali la Svizzera ha già fatto importanti concessioni, tutte le possibili opzioni politiche devono essere esplorate nelle discussioni con l'UE prima di prendere una decisione strategica. I Cantoni, che vogliono essere coinvolti maggiormente nelle discussioni, si attendono anche cambiamenti nella posizione di Bruxelles su certi aspetti.

Questo, in sintesi, il sunto della presa di posizione della Conferenza dei governi cantonali dopo l'incontro col presidente della Confederazione, Guy Parmelin, in cui quest'ultimo ha spiegato le difficoltà nei negoziati e il perché la Svizzera, al momento, abbia deciso di non firmare l'intesa.

Nella loro riunione plenaria del 29 marzo 2019, i governi cantonali avevano ribadito l'importanza di un accordo istituzionale con l'UE per garantire l'accesso al mercato interno e una maggiore sicurezza giuridica. Ma, allo stesso tempo, avevano sottolineato la necessità di chiarire le disposizioni del progetto di accordo sugli aiuti di Stato, le misure di accompagnamento e la direttiva sui diritti dei cittadini dell'Unione.

Dopo il nulla di fatto scaturito dall'incontro del 23 aprile scorso tra Parmelin e la presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, e la valutazione del Consiglio federale della situazione, i Cantoni hanno accolto la ripresa dei colloqui a livello politico sostenendo peraltro che la Svizzera abbia già fatto importanti concessioni su alcune questioni critiche (adozione dinamica del diritto comunitario, ruolo della Corte europea di giustizia nella risoluzione delle controversie, clausola ghigliottina) e che sia fondamentale che i tre punti contestati vengano risolti nel modo "in cui la Svizzera vuole che siano risolti prima della firma dell'accordo istituzionale".

Se nuovi elementi o cambiamenti nella posizione dell'UE rendono possibile un tale risultato, i governi cantonali sosterranno il Consiglio federale nei suoi sforzi. I cantoni credono che il governo debba fare tutto il possibile per stabilire un quadro stabile per le relazioni bilaterali ed evitare una spirale negativa. Tutte le possibili opzioni politiche devono essere esplorate nelle discussioni con l'UE prima di prendere una decisione strategica.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
28 min
Lotteria pro vaccino, 33enne premiata con diecimila franchi
Olivia, una 33enne zurighese, si è portata a casa una vincita di 10mila franchi.
SVIZZERA / CANTONE
52 min
Donne incinte assalite dai dubbi: «Vaccino sì o no?»
Berna consiglia il vaccino a tutte le donne in dolce attesa a partire dalla dodicesima settimana di gravidanza.
ZURIGO
2 ore
Violento frontale, in gravi condizioni entrambi i conducenti
Per motivi ancora da chiarire, il giovane ha invaso la corsia opposta.
FOTO
BERNA
2 ore
Ad Aegerten è spuntata un'anfora di duemila anni
La scoperta risale alla scorsa primavera. Il contenitore era impiegato per il trasporto di olio d'oliva
ZURIGO
3 ore
Certificato Covid, qui anche per tagliarsi i capelli
«Lavoriamo talmente vicino al cliente che un'eccezione non ha senso», così il gerente del salone, Pedro Sanchez.
SVIZZERA
5 ore
Quarantena senza salario per i non vaccinati? «Sì, ma...»
In Germania il provvedimento scatterà il prossimo 1. novembre. Ecco cosa ne pensano i politici del nostro paese
BERNA
6 ore
Come Mitholz si prepara a dire addio all'ex deposito di munizioni
Chi abita nelle vicinanze dell'impianto dovrà trasferirsi in un luogo sicuro
SONDAGGIO TAMEDIA
7 ore
Tutti alle urne: come avete votato?
Domenica saremo chiamati a esprimerci sul Matrimonio per tutti e sull'Iniziativa 99%. Partecipate al nostro sondaggio
FOTO
LUCERNA
16 ore
Niente manifestazione a Willisau
60 persone sono state controllate dalla polizia e poi allontanate
BERNA
16 ore
Gli scettici sui vaccini pubblicano file non censurati dei pazienti
In particolare, su Telegram, è comparsa la cartella clinica di una donna finita in ospedale dopo il vaccino.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile