Keystone
SVIZZERA/UNIONE EUROPEA
23.04.21 - 10:510

«Vogliamo relazioni stabili e coerenti con Berna»

La presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen ha parlato prima dell'incontro con Guy Parmelin.

Per von der Leyen l'accordo quadro «è essenziale» per tutti. Da parte sua il presidente della Confederazione ha precisato che le relazioni con l'Ue «sono preziose» e vanno preservate.

BRUXELLES - Poco prima d'incontrare il presidente della Confederazione, Guy Parmelin, la presidente della commissione europea, Ursula von der Leyen, ha dichiarato ai media che l'Ue vuole costruire, mediante un accordo istituzionale, relazioni stabili e coerenti con la Confederazione.

L'incontro tra Parmelin e von der Leyen è incominciato alle 10.00. Tema del colloquio la spinosa questione dell'accordo istituzionale, che vede impegnate Svizzera e Ue in difficili negoziati da anni.

Secondo von der Leyen, un'intesa è possibile, anche se ci vuole una dose di flessibilità da ambo le parti. Nei negoziati gli ultimi metri sono i più difficili, ha tuttavia riconosciuto davanti ai media.

L'accordo quadro, ha aggiunto la presidente della Commissione Ue, «è essenziale per le nostre relazioni», anche perché «la Svizzera e l'Ue non sono semplici vicini», a causa della prossimità geografica ma anche delle strette relazioni tra i rispettivi cittadini. Von der Leyen ha detto di sperare che l'incontro con Parmelin darà nuovi impulsi al dossier onde fissare un quadro stabile e completo delle nostre relazioni.

Dal canto suo, il presidente della Confederazione ha dichiarato che le relazioni con l'Ue, sono «preziose» e che vanno preservate soprattutto in tempi difficili come questi. Negli ultimi mesi, ha assicurato il ministro vodese, le discussioni tra le parti sono state intense. Anche se difficili, le trattative sono state condotte con molto impegno.

Questo incontro dovrà permettere alle parti di fare un'analisi politica dei risultati. La Svizzera, ha spiegato Parmelin, vuole fare di tutto per mantenere le relazioni bilaterali.

Dopo che il popolo, lo scorso settembre, ha bocciato in votazione l'iniziativa "Per un'immigrazione moderata", c'è pressione sul Consiglio federale per risolvere rapidamente il dossier legato all'accordo quadro. Nella sua versione attuale infatti, il testo è incapace di riunire una maggioranza.

Tre i punti controversi che rimangono ancora sul tavolo. Si tratta della protezione dei salari, degli aiuti di Stato e della direttiva sulla cittadinanza europea che amplia l'accesso alle prestazioni sociali.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
5 ore
Terza dose. Con quale vaccino? Da quando? E il certificato?
Domande e risposte sulla vaccinazione anti-Covid di richiamo, approvata oggi da Swissmedic per le persone a rischio
BASILEA
8 ore
Il controllore omicida è al sicuro a Hong Kong
Karim Ouali ha fatto perdere le sue tracce nel 2011. Ora la Cina non vuole estradarlo
GRIGIONI
10 ore
«Vogliamo che venga finalmente rinchiuso»
Nel 2017 il frontale costato la vita a una 27enne. Condannato, l'automobilista non aveva accettato la sentenza
FOTOGALLERY
VAUD
12 ore
Tonnellate di spazzatura disseminate sull'A1
Un incidente avvenuto stamattina ha causato la chiusura dell'autostrada fra Nyon e Gland fino alle 18.
BERNA
14 ore
«I contagi continueranno ad aumentare»
Patrick Mathys in merito alla pandemia: «Solo in due cantoni il tasso di riproduzione è ancora sotto l'1»
SVIZZERA
15 ore
Covid, 1'491 casi e 9 decessi in Svizzera
In diminuzione i pazienti ricoverati in cure intense a causa del virus, che occupano ora l'11,6% dei posti letto.
SVIZZERA
15 ore
La Svizzera è sempre più calda
Temperature superiori ai 25 gradi per 80 giorni sul Ticino meridionale, e tra 40 e 60 giorni sull'Altopiano
SVIZZERA
15 ore
Via libera alla terza dose
L'ok di Swissmedic alla somministrazione in Svizzera per i preparati Moderna e Pfizer/BioNTech
SVIZZERA
16 ore
"Svizzero" per errore, non ha più diritto alla nazionalità
Il Tribunale federale ha respinto il ricorso di un giovane che a torto e a lungo è stato considerato cittadino elvetico.
SVIZZERA
17 ore
Il Covid ha dimezzato l'uso dei trasporti pubblici
All'inizio del 2021 si percorreva una media di 3,6 chilometri al giorno, il 52% in meno rispetto all'anno precedente
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile