Twitter/Ignazio Cassis
SVIZZERA
20.04.21 - 15:220

Cassis a tu per tu col ministro degli esteri ungherese

Al centro dell'incontro non soltanto la pandemia, ma anche le relazioni bilaterali tra i due paesi

BERNA - Il consigliere federale Ignazio Cassis ha ricevuto oggi a Berna il ministro ungherese degli affari esteri e del commercio estero, Péter Szijjártó, per un incontro ufficiale di lavoro. Lo ha comunicato il Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE), aggiungendo che temi di discussione sono stati le relazioni bilaterali tra i due paesi, la prossima presidenza ungherese del Comitato dei Ministri del Consiglio d'Europa e l'impatto socio-politico ed economico della pandemia di Covid-19.

Nel corso dell'incontro, Cassis e Szijjártó hanno sottolineato le buone relazioni tra i rispettivi paesi. L'Ungheria - viene sottolineato nella nota - non è solo un rilevante partner commerciale per la Svizzera, ma anche un paese importante per gli investitori elvetici in Europa centrale. Inoltre, il partenariato tra Ungheria e Svizzera non riguarda solo l'economia ma anche, per esempio, il settore dell'istruzione e gli scambi culturali.

Il responsabile del DFAE ha poi informato il suo omologo sulle relazioni tra la Svizzera e l'Unione europea (Ue) e ha colto l'occasione per congratularsi con l'Ungheria per la sua prossima presidenza del Comitato dei Ministri del Consiglio d'Europa.

A questo proposito Cassis ha evidenziato il ruolo centrale delle istituzioni del Consiglio d'Europa nella crisi pandemica. «La pandemia - ha dichiarato il responsabile del DFAE - ci ha fatto capire ancora una volta quanto siano importanti la solidarietà e la cooperazione. Dimostra che le sfide possono essere superate molto meglio attraverso una stretta cooperazione tra gli Stati». Il consigliere federale ha anche evidenziato come il rafforzamento dei diritti umani, della democrazia e dello Stato di diritto, insieme alla protezione delle minoranze, siano elementi centrali della politica estera svizzera.

Infine, Cassis ha presentato al suo omologo ungherese la Strategia Cina, recentemente adottata dal Consiglio federale, sottolineando a tal proposito l'importanza di un dialogo costruttivo e critico, presupposto essenziale per garantire relazioni ampie e solide sia sul piano multilaterale che a livello bilaterale.

Relazioni strette grazie a legami storici - L'Ungheria e la Svizzera hanno alle spalle una lunga tradizione di scambi bilaterali. Un rapporto che è stato segnato profondamente, tra le altre cose, dagli eventi del 1956, quando dopo la fallita rivolta contro il comunismo sovietico, la Svizzera ha accolto circa 12'000 rifugiati ungheresi e inviato aiuti all'Ungheria. Ancora oggi i legami tra Svizzera e Ungheria sono stretti e diversificati: lo scorso anno, per esempio, erano 25'347 i cittadini ungheresi che vivevano in Svizzera e il volume degli scambi commerciali tra i due paesi ammontava a circa 2,5 miliardi di franchi.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
1 ora
Il vaccino sarà più caro
Le casse malati dovranno pagare 25 franchi a dose contro i 5 attuali. Per gli assicurati sarà comunque ancora gratuito.
SVIZZERA
1 ora
Un altro effetto del coronavirus: la rabbia
La pandemia ha reso molte persone più aggressive. A farne le spese è spesso chi lavora in campo medico o nei trasporti.
SVIZZERA
2 ore
Subaffitti: impedire gli abusi
Posti in consultazione tre progetti che riguardano le locazioni. Le reazioni di proprietari e inquilini però divergono.
SVIZZERA
3 ore
Attivista no vax rifiuta di pagare le tasse
Dopo il sì alla Legge Covid, Daniel Trappitsch non intende versare altri contributi.
ARGOVIA
6 ore
Hanno dovuto scegliere chi ricoverare
Il primo caso alla clinica Hirslanden di Aarau, dove metà del reparto è occupato da pazienti Covid.
ARGOVIA
6 ore
Incendio in un appartamento, morta una donna
Il rogo è divampato ieri sera in una casa plurifamiliare a Döttingen. Ancora ignote le cause.
SVIZZERA
9 ore
Più divieti per i non vaccinati: «È un'opzione»
Le parole di Lukas Engelberger. E su un eventuale obbligo vaccinale: «Pericoloso per il rapporto tra Stato e cittadini»
SVIZZERA
9 ore
«Misure incoerenti. Svizzeri discriminati rispetto ai frontalieri»
Viaggi, vaccini e terze dosi. Lorenzo Quadri interpella il Consiglio federale sulle decisioni annunciate venerdì
SVIZZERA
9 ore
La presidenza ci mostrerà un nuovo Ignazio Cassis?
Ne è convinto l'amico Fulvio Pelli in attesa della data storica (per il Ticino) dell'8 dicembre
SVIZZERA
17 ore
Senza tampone in aeroporto? Il rientro diventa un caos
Il caso di un manager che si è trovato bloccato in Germania: per prendere un volo per Zurigo ha sborsato 520 euro.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile