Parlament.ch / Screenshot
SVIZZERA
17.03.21 - 12:260

«Vogliamo evitare che la crisi duri più a lungo»

Lo ha detto il ministro della sanità Alain Berset nell'ambito della discussione sulla legge Covid al Nazionale

Ecco le decisioni prese stamani dal consesso in merito alla produzione di vaccini, al passaporto vaccinale e allo scudo per gli eventi

BERNA - In Svizzera la lotta contro il coronavirus si basa ancora su tre pilastri: le misure, i test con il relativo contact tracing, e la vaccinazione. «Se le riaperture avvengono troppo velocemente, rischiamo che la crisi duri più a lungo e ci colpisca di più. Lo vogliamo evitare» ha detto stamani il consigliere federale Alain Berset, nell'ambito della discussione sulla legge Covid in seno al Consiglio nazionale. L'obiettivo è chiaro: «Tutti quanti vogliamo tornare al più presto alla normalità. Ma con il minor danno possibile alla popolazione, alla società e all'economia».

Ecco le principali decisioni prese stamani dal Consiglio nazionale:

Vaccini prodotti in proprio - Il Consiglio federale deve poter produrre in proprio beni medici, come i vaccini. Tale decisione è stata approvata anche dal Consiglio degli Stati, pertanto ora il Consiglio federale ha questa possibilità. Si parla, per esempio, della facoltà di adottare una propria linea di produzione, come era stato proposto da Lonza.

Passaporto vaccinale - Il Nazionale ha approvato la base giuridica per un certificato vaccinale. Un certificato che - come proposto da Jürg Grossen - sarà impiegato anche per le persone guarite dal Covid. Ora sta al Consiglio federale occuparsi dei dettagli. È fondamentale che il certificato sia accettato anche in altri paesi, in modo da poter essere utilizzato per viaggiare.

Uno scudo per gli eventi - Uno scudo finanziario per gli organizzatori di eventi? Per il Consiglio nazionale devono potervi fare capo anche i promotori di manifestazioni con carattere regionale. E anche eventi che a causa delle restrizioni possono avere luogo soltanto in maniera limitata. Rispetto a quanto proposto dagli Stati, il Nazionale vuole prolungare la validità dello scudo fino al 30 aprile 2022.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Ginevra
56 min
Covid, dopo i vaccini si punta ai rimedi da banco
Alcuni sono già raccomandati, altri in fase avanzata, mentre altri ancora sono già stati scartati
SVIZZERA
2 ore
Tonnellate di CO2 in meno... solo allungando la vita dei prodotti
Ha luogo oggi la seconda edizione del Secondhand Day, per sensibilizzare gli svizzeri sui propri consumi
ZURIGO
2 ore
«Non siamo no-vax, siamo contro le restrizioni»
Ha avuto luogo oggi pomeriggio una manifestazione autorizzata contro le misure anti Covid
SVIZZERA
6 ore
Gratis o no: altre due settimane di litigi
Il governo ha rimandato al 10 ottobre la decisione. I partiti e la popolazione sono spaccati
SVIZZERA
8 ore
È esplosa la corsa ai test
La richiesta è raddoppiata con l'obbligo del certificato Covid. E il governo teme che non si arresterà
Lucerna
9 ore
Schianto frontale in moto, grave una 17enne
La collisione ha coinvolto altri due motociclisti che si trovavano sulla strada
SVIZZERA
10 ore
Oggi gratis, domani a 75 franchi?
Il test antigenico potrebbe diventare a pagamento dall'11 ottobre. Gli addetti ai lavori speculano sui possibili prezzi
ZURIGO
11 ore
Al rettore non piace il certificato
All'università di Zurigo l'accesso è vietato agli studenti senza pass. «Una scelta dolorosa» per Michael Schaepman
SVIZZERA
12 ore
Test in regalo da Maurer
Antigenici gratuiti fino alla revoca del certificato Covid: questa sarebbe la posizione del ministro UDC
SVIZZERA
20 ore
«Se la consegna avviene in ritardo, ci tagliano lo stipendio»
Il delivery va forte, soprattutto con la pandemia. Ma un corriere Smood vuota il sacco: «Pessime condizioni di lavoro»
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile