Parlament.ch / Screenshot
SVIZZERA
17.03.21 - 12:260

«Vogliamo evitare che la crisi duri più a lungo»

Lo ha detto il ministro della sanità Alain Berset nell'ambito della discussione sulla legge Covid al Nazionale

Ecco le decisioni prese stamani dal consesso in merito alla produzione di vaccini, al passaporto vaccinale e allo scudo per gli eventi

BERNA - In Svizzera la lotta contro il coronavirus si basa ancora su tre pilastri: le misure, i test con il relativo contact tracing, e la vaccinazione. «Se le riaperture avvengono troppo velocemente, rischiamo che la crisi duri più a lungo e ci colpisca di più. Lo vogliamo evitare» ha detto stamani il consigliere federale Alain Berset, nell'ambito della discussione sulla legge Covid in seno al Consiglio nazionale. L'obiettivo è chiaro: «Tutti quanti vogliamo tornare al più presto alla normalità. Ma con il minor danno possibile alla popolazione, alla società e all'economia».

Ecco le principali decisioni prese stamani dal Consiglio nazionale:

Vaccini prodotti in proprio - Il Consiglio federale deve poter produrre in proprio beni medici, come i vaccini. Tale decisione è stata approvata anche dal Consiglio degli Stati, pertanto ora il Consiglio federale ha questa possibilità. Si parla, per esempio, della facoltà di adottare una propria linea di produzione, come era stato proposto da Lonza.

Passaporto vaccinale - Il Nazionale ha approvato la base giuridica per un certificato vaccinale. Un certificato che - come proposto da Jürg Grossen - sarà impiegato anche per le persone guarite dal Covid. Ora sta al Consiglio federale occuparsi dei dettagli. È fondamentale che il certificato sia accettato anche in altri paesi, in modo da poter essere utilizzato per viaggiare.

Uno scudo per gli eventi - Uno scudo finanziario per gli organizzatori di eventi? Per il Consiglio nazionale devono potervi fare capo anche i promotori di manifestazioni con carattere regionale. E anche eventi che a causa delle restrizioni possono avere luogo soltanto in maniera limitata. Rispetto a quanto proposto dagli Stati, il Nazionale vuole prolungare la validità dello scudo fino al 30 aprile 2022.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
TURGOVIA
7 ore
A 77 anni in carcere per non pagare la multa
Una donna turgoviese si è presentata ieri davanti alla prigione di Frauenfeld per espiare la sua pena.
SVIZZERA
7 ore
Vinto il jackpot di Euromillions più alto di sempre
Sette persone hanno invece portato a casa 700mila franchi a testa.
SVIZZERA
12 ore
L'UDC rimane saldamente il primo partito svizzero
Segue il PS, che ha alle calcagna PLR, Alleanza del Centro e Verdi, secondo l'ultimo Barometro elettorale della SSR
SVIZZERA
12 ore
«Perso il 28% del fatturato a causa del certificato»
Lo rileva un sondaggio condotto da GastroSuisse dopo l’introduzione dell’obbligo.
FOTO
ZUGO
14 ore
Violento frontale, due automobiliste all'ospedale
L'incidente è avvenuto nel primo pomeriggio di oggi sulla cantonale tra Baar e Neuheim.
SVIZZERA
16 ore
Vaccinazioni: 8'757 casi con effetti collaterali
Si tratta all'incirca di otto casi ogni 10'000 inoculazioni effettuate nel nostro Paese.
SVIZZERA
17 ore
Si resta sotto i mille contagi
Si contano anche 22 nuovi ricoveri. Sempre di meno i pazienti Covid-19 in cure intense.
SVIZZERA
17 ore
Legge Covid-19 «discriminatoria e arbitraria»
I democentristi invitano il popolo a respingere il testo che andrà in votazione il prossimo 28 novembre.
GINEVRA
19 ore
Sferrò un calcio all'avversario, finirà in carcere
È stato condannato l'uomo che nel 2018 tirò un calcio in faccia a un avversario durante una partita di Quarta Lega.
SVIZZERA
20 ore
Legge Netflix: «Una truffa ai danni di consumatori e giovani»
Il comitato che intende lanciare un referendum contro la Legge ha presentato le sue argomentazioni.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile