Keystone
SVIZZERA
08.03.21 - 08:000

Iniziativa anti-burqa, per parte della stampa è un segnale sbagliato

Alcuni editoriali odierni sottolineano i punti critici della legge approvata ieri da popolo e cantoni.

BERNA - Un segnale sbagliato: è quanto si legge oggi negli editoriali di vari media svizzeri sull'adozione del divieto di dissimulazione del viso accolto ieri da popolo e Cantoni.

Il Tages-Anzeiger osserva che l'iniziativa contro il velo integrale ha oscurato questioni importanti relative ai comportamenti nei confronti dei musulmani in Svizzera e che è ora di aprire un nuovo dibattito sull'Islam. Per il giornale, ad esempio, è necessario riflettere su «come vogliamo lavorare con le circa 200 comunità islamiche in Svizzera e garantire che si basino sui fondamenti della nostra costituzione e possano difendersi dalle influenze radicali». Anche la questione dei predicatori deve essere affrontata.

La Neue Zürcher Zeitung (NZZ) sottolinea l'alto livello di approvazione nella Svizzera romanda, dove in passato le iniziative borghesi hanno faticato a raccogliere consensi. «Si trattava di mandare un segnale contro l'Islam radicale», sostiene la NZZ. Il quotidiano non crede che la violenza antimusulmana aumenterà a seguito del voto, come teme il portavoce della Federazione delle organizzazioni islamiche in Svizzera.

Per il Blick, il divieto del velo integrale è solo un atto simbolico che non avrà alcun impatto sulla vita quotidiana. Il giornale vede dell'ironia nel fatto che il popolo abbia accettato questo testo in un momento in cui «andiamo tutti in giro con delle maschere».

«La Svizzera vuole essere liberale, aperta e tollerante. Ma grazie a un'alleanza contro natura tra gli xenofobi opposti al multiculturalismo e certe femministe che reagiscono emotivamente a segni esterni di oppressione, ha adottato un messaggio stigmatizzante per la comunità musulmana», scrivono La Liberté (friburghese) et le Nouvelliste (vallesano).

Il neocastellano Arcinfo sottolinea pure che, sebbene il testo adottato ieri non cambierà molto nella vita quotidiana della maggior parte delle persone, «la campagna sarà ricordata come l'ennesima vessazione» per i musulmani in Svizzera. Senza cadere nell'ingenuità, il giornale invita a «rendere la nostra società più inclusiva, smettendo di ridurre l'Islam a meri cliché».
 
 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
ZURIGO
4 ore
«Non siamo degli “sboroni dell'auto” senza rispetto»
Nel weekend la polizia zurighese aveva interrotto un raduno di bolidi. Ora prende la parola una co-organizzatrice
FOTO
SVIZZERA / GERMANIA
9 ore
Auto strapiena di marijuana
I doganieri tedeschi hanno intercettato una vettura elvetica su cui erano presenti 53 chili di sostanza stupefacente
SVIZZERA / BRASILE
10 ore
Svizzero rapito e ucciso in Brasile
L'omicidio, avvenuto a Goianésia, sarebbe legato a un debito di circa 2'000 franchi.
SVIZZERA
11 ore
Covid: salgono i casi, ricoverati stabili
I pazienti Covid occupano ora l'1,8% dei posti letto complessivi.
SOLETTA
11 ore
Clienti “influencer” per andare in palestra senza Covid Pass
Lo stratagemma è stato adottato in una struttura solettese, ma è poi stato segnalato alle autorità
BERNA
12 ore
Scontro tra un auto e un treno
È successo nel Canton Berna. Fortunatamente non si registrano feriti
FOTO
ZURIGO
13 ore
Entrano in casa, li legano, e fuggono con gioielli e denaro
La polizia è alla ricerca dei malviventi autori di un colpo avvenuto, questa mattina, in una villetta a Oberengstringen.
SVIZZERA
13 ore
Lungo autostrade e ferrovia c'è energia da sfruttare
Con l'installazione d'impianti fotovoltaici sui ripari fonici, si potrebbero ricavare 101 GWh all'anno
BERNA
14 ore
Per cambiare sesso bastano 75 franchi
Una modifica di legge permette di sveltire il cambio nello stato civile.
SVIZZERA
15 ore
Un anno in più di Covid Pass dopo la terza dose
Durante la conferenza stampa di ieri gli esperti avevano erroneamente detto che il pass non sarebbe stato prolungato.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile