Keystone
SVIZZERA
25.11.20 - 10:270

Maggior protezione contro la mutilazione degli organi genitali

Il Consiglio federale vuole puntare su un approccio che si basa su vari pilastri.

Da un lato occorre fare di più a livello di prevenzione, dall'altro questi atti vanno perseguiti penalmente.

BERNA - In futuro le bambine e le donne in Svizzera che rischiano di essere vittima della mutilazione di organi genitali saranno più protette. Lo ha indicato oggi il Consiglio federale, il quale ha adottato un rapporto che prevede varie misure in questo senso.

In Svizzera, ricorda un comunicato governativo odierno, vivono circa 22'400 bambine e donne che sono o rischiano di essere vittima di tali mutilazioni. Sebbene ciò dal 2012 costituisca un reato, finora è stata pronunciata una sola condanna.

Il rapporto - disponibile solo in francese e tedesco - adottato oggi mostra che i reati gravi si verificano all'interno della famiglia o del contesto sociale e che spesso le vittime sono bambine piccole o adolescenti.

A smuovere le acque ci ha pensato, tramite un postulato depositato nel 2018, l'ex consigliera nazionale Nathalie Rickli (UDC/ZH). L'Esecutivo, dal canto suo, oggi ha reso noto di voler puntare su un approccio globale che poggia su vari pilastri: il perseguimento penale e la prevenzione, l'istituzione di reti interdisciplinari, il rafforzamento della cooperazione nazionale e internazionale nonché l'assistenza e le cure sanitarie alle bambine e alle donne interessate.

La Confederazione partecipa in particolare al finanziamento della rete svizzera contro la mutilazione degli organi genitali delle bambine, sottolinea il Consiglio federale. Tra le altre cose, intende inoltre istituire un organo composto da rappresentanti dei settori della sanità, del perseguimento penale e della giustizia, ma anche dell'integrazione, dell'asilo, della parità dei sessi e della protezione dei minori, che avrà il compito di accompagnare le misure della Confederazione e dei Cantoni.

Leggi il nostro Focus sul tema

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SONDAGGIO TAMEDIA
1 ora
Dalla pandemia alla giustizia: come voterai il prossimo 28 novembre?
Mancano poche settimane alle votazioni federali. Partecipa al sondaggio di 20 minuti e Tamedia
ZURIGO
11 ore
«Non siamo degli “sboroni dell'auto” senza rispetto»
Nel weekend la polizia zurighese aveva interrotto un raduno di bolidi. Ora prende la parola una co-organizzatrice
FOTO
SVIZZERA / GERMANIA
16 ore
Auto strapiena di marijuana
I doganieri tedeschi hanno intercettato una vettura elvetica su cui erano presenti 53 chili di sostanza stupefacente
SVIZZERA / BRASILE
17 ore
Svizzero rapito e ucciso in Brasile
L'omicidio, avvenuto a Goianésia, sarebbe legato a un debito di circa 2'000 franchi.
SVIZZERA
18 ore
Covid: salgono i casi, ricoverati stabili
I pazienti Covid occupano ora l'1,8% dei posti letto complessivi.
SOLETTA
18 ore
Clienti “influencer” per andare in palestra senza Covid Pass
Lo stratagemma è stato adottato in una struttura solettese, ma è poi stato segnalato alle autorità
BERNA
19 ore
Scontro tra un auto e un treno
È successo nel Canton Berna. Fortunatamente non si registrano feriti
FOTO
ZURIGO
20 ore
Entrano in casa, li legano, e fuggono con gioielli e denaro
La polizia è alla ricerca dei malviventi autori di un colpo avvenuto, questa mattina, in una villetta a Oberengstringen.
SVIZZERA
20 ore
Lungo autostrade e ferrovia c'è energia da sfruttare
Con l'installazione d'impianti fotovoltaici sui ripari fonici, si potrebbero ricavare 101 GWh all'anno
BERNA
21 ore
Per cambiare sesso bastano 75 franchi
Una modifica di legge permette di sveltire il cambio nello stato civile.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile