Keystone - foto d'archivio
SVIZZERA
12.10.20 - 08:490

Accordo quadro: «Berlino si impegnerà per le discussioni con l'UE»

Lo assicura Michael Flügger, nuovo ambasciatore tedesco in Svizzera

BERNA - Il nuovo ambasciatore tedesco in Svizzera Michael Flügger ritiene che nuove trattative sui punti chiave dell'accordo quadro con l'Unione europea siano irrealistiche. Ma, a suo avviso, rinegoziazioni e chiarimenti sono una prassi corrente a Bruxelles.

Berlino si impegnerà affinché la Svizzera possa discutere con l'UE su tutte le questioni che non riguardano punti essenziali, promette Flügger in un'intervista pubblicata oggi dal quotidiano svizzero-tedesco Blick.

Se i punti chiave non potranno nuovamente essere affrontati, nuove trattative sono frequenti nell'Unione europea, assicura l'ambasciatore di Germania. Chiarimenti, allegati e disposizioni sono stati adottati per numerosi trattati, osserva Flügger, sottolineando come esistano numerose possibilità per ottenere garanzie.

Attesa risposta chiara - Il diplomatico tedesco cita ad esempio la direttiva sulla cittadinanza europea, uno dei punti contestati in Svizzera. A suo avviso, essa non significa che tutti possano venire nella Confederazione per beneficiare dell'aiuto sociale. Se questa è la preoccupazione, se ne può sicuramente parlare, aggiunge.

A proposito della Corte di giustizia dell'Unione europea (CGUE), il suo ruolo è molto limitato, secondo Flügger. Essa è competente soltanto in caso di litigio concernente il diritto europeo, spiega. «È semplicemente assurdo pretendere che la CGUE comanderà tutto in Svizzera. Con questa attitudine difensiva, ci si dimentica a che cosa serva l'accordo».

Gli accordi bilaterali hanno 21 anni, sottolinea il diplomatico tedesco. «Da allora il mondo è cambiato». Il fatto che le relazioni bilaterali siano rimaste al livello del 1999 non può essere nell'interesse della Svizzere, aggiunge. Ma ora la Commissione europea si attende una risposta chiara dal Consiglio federale, su quello che vuole realmente.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
NEUCHÂTEL
35 min
Brucia una palazzina: quattro feriti
L'incendio è divampato la scorsa notte a Cressier: un ferito versa in gravi condizioni.
VAUD
1 ora
Venduta la villa dell'ex dittatore
La tenuta di Savigny, appartenuta a Mobutu Sese Seko, era stata acquistata all'asta da UBS nel 2016.
SVIZZERA
2 ore
Vaccinazioni: mai così tante dosi contro l'influenza
In Svizzera ne sono state ordinate 1,95 milioni, mentre lo scorso anno erano 1,18 milioni
GRIGIONI
4 ore
Nel fiume col carrello elevatore: operaio ferito
L'incidente si è verificato ieri a Coira nell'ambito di un cantiere su un ponte pedonale
SOLETTA
14 ore
Stupratore di Olten. «Aveva un enorme problema di droga»
Il 37enne è in carcere, accusati di aver aggredito e accoltellato la 14enne trovata nel bosco Olten
SVIZZERA
17 ore
Stazioni sciistiche e shopping natalizio: ecco le risposte ai molti interrogativi
In viste delle Festività, il Consiglio federale ha rafforzato i provvedimenti contro il coronavirus.
SVIZZERA
18 ore
Ritirati il chorizo di Aldi e i filetti di trota affumicati di Lidl
Entrambe le aziende hanno ritirato il prodotto dalla vendita
ZURIGO
18 ore
Ragazzino trascinato dall'autobus per 100 metri, autista assolto
L'uomo era a processo per lesioni colpose. È ripartito senza accorgersi che l'11enne era rimasto incastrato nella porta.
SVIZZERA
19 ore
Le stazioni sciistiche tirano un sospiro di sollievo
Il fatto che le nuove misure non prevedano limitazioni di capacità soddisfa i comprensori.
SVIZZERA
19 ore
In Romandia cinema e teatri riapriranno
Dal 19 dicembre il mondo della cultura potrà tirare un sospiro di sollievo.
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile