Deposit
SVIZZERA
27.09.20 - 13:420
Aggiornamento : 14:10

L'USAM deplora il sì al congedo paternità: «Onere per le future generazioni»

L'introduzione delle due settimane di congedo per i neo-papà va verso l'approvazione alle urne.

Per il consigliere nazionale Mathias Reynad che si è battuto in parlamento l'esito che sta uscendo dal voto è «un'eccellente notizia».

BERNA - Il direttore dell'Unione svizzera delle arti e mestieri (USAM) Hans-Ulrich Bigler deplora il "sì" che si sta delineando in favore dell'introduzione di un congedo paternità. A suo avviso, ciò rappresenterà un onere per le giovani generazioni.

«Sono preoccupato per il finanziamento di tutti questi regimi di assicurazioni sociali», ha dichiarato oggi Bigler all'agenzia Keystone-ATS, che è pure membro del comitato referendario contro il congedo paternità.

Secondo la co-presidente del comitato in favore del "no", la consigliera nazionale Diana Gutjahr (UDC/TG), si tratta di una «incurante e non necessaria espansione delle strutture sociali». «Dispiace di non essere riusciti a convincere il popolo sulla portata di questa decisione», ha aggiunto la democentrista turgoviese.

Stando alle prime proiezioni dell'Istituto demoscopico Gfs.bern, il congedo è nettamente accettato dagli Svizzeri (61%). I padri avranno diritto a dieci giorni, da prendersi in blocco o in singole giornate, nei primi sei mesi dopo la nascita di un figlio.

«Eccellente notizia» - Sull'altro fronte, non mancano le reazioni positive: secondo il consigliere nazionale Mathias Reynard (PS/NE), che si è battuto in Parlamento e durante la campagna per il "sì" alle urne, si tratta di un'«eccellente notizia». A suo avviso, è un primo passo verso una vera politica famigliare.

«Il risultato mostra che la nascita di un bambino concerne anche gli uomini», ha dichiarato Reynard a Keystone-ATS. «Così colmiamo un po' il ritardo a livello europeo, ma siamo ancora lontani dalla media dell'OCSE», ha aggiunto. Il vallesano ritiene che a medio termine l'obiettivo deve essere l'introduzione di un vero congedo parentale.

Sulla stessa lunghezza d'onda il direttore di Pro Familia Philippe Gnaegi, il quale si dice «molto contento» per la netta approvazione degli Svizzeri del congedo paternità. «Il risultato odierno mostra come la società sia evoluta e che non si è più a un modello in cui la donna deve restare a casa», ha sottolineato Gnaegi.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
seo56 1 anno fa su tio
Vergognoso. Festeggeranno gli esercenti...
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
FOTO
CANTONE/SVIZZERA
1 ora
«Si faccia di più per il clima»
Le manifestazioni si sono svolte in tutta la Svizzera. Gli attivisti hanno fatto sentire la loro voce anche a Bellinzona
NEUCHÂTEL
4 ore
Pugnalò due volte la ex, condannato a quattro anni e mezzo di prigione
L'imputato è stato ritenuto colpevole di tentato omicidio. Il giudice: «Il rischio di conseguenze mortali era elevato».
SVIZZERA
8 ore
«Genero biglietti per il treno gratis, come e quando voglio»
Sfruttando una falla nel sistema informatico delle FFS, un 16enne è riuscito a ottenere diversi biglietti senza pagarli.
FOTOGALLERY
BASILEA CITTÀ
10 ore
King Roger ora ha anche un tram tutto suo
A Basilea è entrato in funzione un convoglio dedicato al campione della racchetta.
SVIZZERA
10 ore
Covid-19: altri 1288 casi e 36 ricoveri in Svizzera
Ieri erano stati registrati 1478 contagi e 13 ospedalizzazioni. Una settimana fa rispettivamente 952 e 22.
NEUCHÂTEL
14 ore
Focolaio Covid in casa anziani, nonostante il vaccino
Su 31 residenti, 22 sono stati contagiati. E questo nonostante una copertura vaccinale del 91% fra gli ospiti.
CANTONE/ SVIZZERA
15 ore
Più sicurezza nelle gallerie (non soltanto nel San Gottardo)
A seguito dell'incidente del 24 ottobre 2001, è scattato un programma da 1,6 miliardi per rendere più sicuri i tunnel
SVIZZERA
17 ore
Sì a legge Covid-19 e cure infermieristiche, più incertezza sulla giustizia
È quanto emerge dal sondaggio svolto a inizio mese dalla SSR sui tre temi in votazione il 28 novembre.
FOTO
SOLETTA
1 gior
«Il ciclista non ha avuto nessuna possibilità di evitare l'impatto»
Il giovane che a bordo di una McLaren aveva gravemente ferito un 38enne è stato condannato a 44 mesi di prigione.
FOTO
GIURA
1 gior
In dogana con armi, munizioni e pure una moto d'epoca (non dichiarata)
Un francese di 59 anni è stato fermato (e multato) domenica 17 ottobre presso il valico di Bure.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile