Immobili
Veicoli
Keystone
BERNA
17.09.20 - 08:130

Oggi in Parlamento: trasparenza, legge Covid e CO2

Sul coronavirus, gli Stati hanno fatto un passo verso il Nazionale, ammettendo il sostegno agli indipendenti.

BERNA  - La lunga giornata odierna del Consiglio nazionale inizia con l'esame, a livello di divergenze, della nuova legge sulla protezione dei dati. Seguirà un dibattito sulla trasparenza nel finanziamento della politica.

Trasparenza finanziamenti - Tale revisione dei Legge federale sui diritti politici, che costituisce un controprogetto indiretto all'iniziativa popolare "Per più trasparenza nel finanziamento della politica (Iniziativa sulla trasparenza)", prevede l'obbligo per gli attori politici di comunicare, oltre alle proprie entrate, anche le liberalità superiori ai 25'000 franchi che vengono loro concesse.

Per la commissione preparatoria del Nazionale questa richiesta, proposta dagli Stati, è esagerata. Le persone fisiche e giuridiche nonché le società di persone che conducono una campagna in vista di un'elezione o di una votazione non dovrebbero essere tenute a comunicare le liberalità ricevute. Rendere pubblico il nome dei donatori viene ritenuto un'ingerenza eccessiva nella sfera privata di questi ultimi.

Le persone o società di persone che conducono una campagna impiegando più di 50 mila franchi devono invece sottostare all'obbligo di dichiarare le proprie entrate e le proprie uscite. Il Consiglio degli Stati aveva fissato questa soglia a 250mila franchi. La commissione ritiene inoltre che anche i membri del Consiglio degli Stati debbano rendere pubbliche le fonti di finanziamento della loro campagna.

Legge Covid - Dopo aver esaminato la trasposizione di norme europee nel diritto svizzero, in ossequio ai cosiddetti "sviluppi dell'acquis di Schengen", il Consiglio nazionale tornerà a occuparsi della Legge Covid-19. Ieri gli Stati hanno compiuto un passo importante nei confronti della Camera del popolo, stabilendo che anche i lavoratori indipendenti e i datori di lavoro penalizzati dalle misure restrittive decise dal Consiglio federale a causa del coronavirus potranno essere sostenuti.

Legge sul CO2 - Da parte sua, il Consiglio degli Stati esaminerà, a livello di divergenze, la legge sul CO2, il cui scopo è ridurre le emissioni di gas serra del 50% entro il 2030 (rispetto al 2006) come prevedono gli Accordi di Parigi. Diversi sono ancora i punti che oppongono le due camere, che non saranno tutti eliminati oggi. Il dossier finirà quindi in conferenza di conciliazione.

Tra le divergenze rimanenti, una riguarda la tassa per i voli privati e d'affari. I "senatori" hanno sempre voluto fissarla a un valore unico di 500 franchi, il Nazionale in una forchetta compresa tra 500 e 5'000 franchi. La commissione preparatoria ha ora fatto un passo verso la Camera del popolo e propone un intervallo tra 500 e 3'000 franchi.

C'è poi un punto su cui la commissione degli Stati non ha voluto cedere: chi per negligenza si sottrarrà alla tassa sul CO2 non deve essere sanzionato. Il Nazionale vorrebbe poter punire gli inadempienti con una multa. Rimane una differenza anche per quanto riguarda gli impianti destinati alla produzione di vettori energetici rinnovabili negli edifici.
 
 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
3 ore
Malati che muoiono a causa del rinvio di interventi chirurgici
Il settore sanitario è sotto pressione. Si temono gravi conseguenze sulle condizioni dei pazienti
SVIZZERA
11 ore
Covid-pass aggiornato? Ora non ci si dovrà più mettere il dito
Niente più verifica manuale, ora l'app Covid Certificate esegue il refresh automaticamente.
SVIZZERA / MONDO
13 ore
«Vaccinare il mondo per fermare la pandemia»
Il messaggio del segretario generale dell'Onu Antonio Guterres al WEF di Davos.
SVIZZERA
15 ore
Sostegno al 2G, ma solo sino a fine febbraio
Le risposte dei cantoni alla consultazione federale sui provvedimenti anti-coronavirus
ZURIGO
17 ore
Quadruplicati gli attacchi di panico, gli esperti sono preoccupati
Depressione, ansia e paura: sono tutte conseguenze della pandemia, che colpiscono in particolare i giovani.
SVIZZERA
17 ore
Quarantene e test di massa? Da rivedere: «Omicron è come un incendio»
Anche gli scienziati hanno dei dubbi sul contact tracing. E sono ottimisti: il picco è vicino
GINEVRA
17 ore
Investita sulla pista da sci, muore a 5 anni
La piccola, residente a Ginevra, è stata travolta a Flaine, stazione sciistica situata in Alta Savoia.
GRIGIONI
18 ore
Gastronomia, quasi una irregolarità su quattro
In diversi casi è stato riscontrato un mancato rispetto delle disposizioni microbiologiche.
SVIZZERA
19 ore
Oltre 67mila contagi e 30 morti nel weekend svizzero
Ancora in aumento i pazienti ricoverati a causa del virus, che occupano ora l'8,1% dei posti letto complessivi.
ZURIGO
21 ore
Zurigo chiama alla cassa gli altri Cantoni per i pazienti Covid
Il 10-15% di quelli ricoverati nelle strutture zurighesi proviene da altre regioni del paese
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile