Immobili
Veicoli
Keystone
Gerd Folkers, presidente del CSS
SVIZZERA
17.08.20 - 15:210

Il mondo della scienza contrario all'immigrazione moderata

Per il Consiglio svizzero della scienza l'iniziativa dell'UDC mette a repentaglio l'accordo sulla ricerca con l'Ue.

BERNA - L'iniziativa per la limitazione mette a repentaglio la stabilità delle condizioni quadro del sistema svizzero di formazione, ricerca e innovazione. È quanto sostiene il Consiglio svizzero della scienza (CSS), che si oppone pubblicamente all'iniziativa popolare "per un'immigrazione moderata", al voto il prossimo 27 settembre.

L'organo consultivo indipendente della Confederazione per tutte le questioni di politica scientifica ritiene che l'iniziativa non concerne unicamente l'accordo bilaterale sulla libera circolazione delle persone, ma anche l'Accordo di cooperazione scientifica e tecnologica tra la Confederazione Svizzera e l'Unione europea (accordo sulla ricerca).

I programmi quadro di ricerca e innovazione dell'Ue rappresentano, dopo il Fondo nazionale svizzero (FNS), la fonte di finanziamento più importante, scrive oggi in una presa di posizione il CSS, secondo cui la partecipazione a tali programmi è di una «importanza capitale» per la Confederazione.

Inoltre, aggiunge il Consiglio, università, istituti di ricerca e aziende possono attualmente reperire all'estero specialisti altamente qualificati che la Svizzera non riesce a fornire.

L'iniziativa - L'appuntamento alle urne è in programma il 27 settembre dopo l'annullamento delle votazioni a maggio a causa del Covid-19.

L'iniziativa promossa da ASNI e UDC auspica la fine della libera circolazione con l'Unione europea. Il testo - che ha raccolto oltre 116'000 firme valide - esige che la Svizzera regoli in maniera autonoma l'immigrazione degli stranieri. Impedisce inoltre ogni nuovo trattato internazionale per la libera circolazione. Si sono espressi contro il testo praticamente tutti i partiti, il Consiglio federale, il parlamento e diverse associazioni.

Se l'iniziativa venisse accettata, le autorità avrebbero un anno per negoziare la fine dell'accordo con Bruxelles. Se non si dovesse trovare una soluzione, il Consiglio federale dovrebbe uscire dall'intesa nel mese successivo, col rischio di far cadere l'insieme del primo pacchetto di accordi bilaterali.
 
 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
NIDVALDO
20 min
In contromano per 12 chilometri sulla A2, seguendo il navigatore
La polizia ha fermato la conducente di un veicolo con targa italiana
SVIZZERA
39 min
«Il periodo del certificato Covid sembra arrivare alla fine»
Le decisioni prese mercoledì potrebbero essere modificate, in caso di un'evoluzione positiva della situazione pandemica
SVIZZERA
1 ora
Le vittime di aggressioni sessuali criticano l'operato della polizia
Chiunque segnali una violenza di questa natura deve essere interrogata
SVIZZERA
10 ore
Omicron ha ribaltato la graduatoria fra i cantoni
Appenzello virtuoso, Ginevra un flop. I cantoni della Svizzera orientale ora sono i meno toccati dal coronavirus.
SVIZZERA
11 ore
«Relazioni stabili con l'Ue, ma nessun accordo quadro 2.0»
L'intervento del presidente Ignazio Cassis al raduno dell'UDC zurighese all'Albisgüetli.
BERNA
16 ore
Un "virus" che dalla Svizzera si è diffuso in Cina
Fino al 1. maggio al Museo Alpino Svizzero di Berna saranno esposte fotografie in netto contrasto fra loro.
GRIGIONI
17 ore
Il WEF avrà luogo a fine maggio
Gli organizzatori hanno confermato che l'evento, procrastinato a causa di Omicron, si terrà nella località grigionese.
SVIZZERA
19 ore
Campagna vaccinale: nuove raccomandazioni
Le autorità sanitarie hanno aggiornato le raccomandazioni nell'ambito della campagna vaccinale.
SVIZZERA
19 ore
Omicron non cede: i nuovi casi sono 37'992
Sono 138 le persone ospedalizzate nelle ultime 24 ore. Il bollettino dell'Ufsp.
SAN GALLO
19 ore
Rubano un'auto, provocano un incidente e fuggono
Due dei tre presunti protagonisti dello scontro di Oberuzwil sono già stati arrestati dalla polizia.
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile