Keystone (archivio)
Il presidente Markus Ritter critica aspramente le scelte del Consiglio federale in ambito agricolo.
SVIZZERA
11.08.20 - 08:110

La politica agricola è un «cavallo di Troia»

Il presidente dell'Unione svizzera degli agricoltori critica aspramente la Confederazione.

«Quello che mi preoccupa enormemente è che in Svizzera ci vengono imposte sempre più normative. Ma quando si tratta di carne di manzo e pollo importata, Berna chiude gli occhi», attacca Markus Ritter.

BERNA - Il presidente dell'Unione svizzera degli agricoltori (USC), Markus Ritter, critica aspramente la politica agricola della Confederazione. «Il Consiglio federale ci vuole offrire un cavallo di Troia», dice in un'intervista pubblicata dalla Neue Zürcher Zeitung.

«Quello che mi preoccupa enormemente è che in Svizzera ci vengono imposte sempre più normative. Ma quando si tratta di carne di manzo e pollo importata, Berna chiude semplicemente gli occhi», afferma Ritter. Il rapporto sulla riforma agricola dice esplicitamente che standard per la sostenibilità dei prodotti sono impossibili da inserire negli accordi di libero scambio, precisa il presidente dell'USC, che è pure consigliere nazionale per il PPD (SG).

«Se il Parlamento ci imporrà tante regolamentazioni quante ne prevede la riforma agricola, io non potrò accettare l'accordo di libero scambio con il Mercosur», il mercato comune dell'America meridionale che comprende Argentina, Brasile, Paraguay e Uruguay. «Lotterò contro il Mercosur. E lo farò con veemenza», avverte.

Secondo Ritter ci sono due opzioni per l'agricoltura svizzera: «Od otteniamo con i voti dei liberali-radicali una politica agricola di prossimità, che lascia spazio al libero scambio; oppure ci avviciniamo ai Verdi e chiudiamo la porta al libero mercato».

In febbraio Ritter aveva proposto un'alleanza con il partito ecologista. I contadini sarebbero chiamati a introdurre standard ambientali leggermente più elevati e in cambio sosterrebbero i Verdi nelle loro richieste concernenti le importazioni agricole. Gli ecologisti si erano dichiarati pronti a discuterne.

Nell'intervista, il presidente dell'USP critica anche la strategia di autosufficienza alimentare della Svizzera. «Tre anni fa in Parlamento ci era stato promesso che la Svizzera avrebbe mantenuto il suo livello di autosufficienza. Ora il Consiglio federale dice: "Dimentichiamoci la produzione, importiamo più cibo"», conclude Ritter.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
SosPettOso 3 mesi fa su tio
In realtà le regole dell'OMS sui trattati di libero scambio permetterebbero di bloccare qualsiasi merce che non soddisfa i criteri locali di chi importa. Ma la nostra politica fa gli interessi dei grandi importatori e dei grandi gruppi e delle multinazionali, mica quelli dei nostri produttori...
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
FOTO
BASILEA CITTÀ
3 ore
"Basilea senza nazisti", oltre 3'000 persone hanno sfilato per la città
Autorizzata delle autorità nonostante le norme anti-Covid, il corteo ha attirato parecchi manifestanti.
SVIZZERA
8 ore
Con l'inverno meteorologico arrivano anche i primi fiocchi
Martedì è attesa una prima spolverata di neve, in alcune zone anche a basse quote.
FOTO
BASILEA CAMPAGNA
8 ore
Rapina in un ufficio postale, si cerca una coppia di rapinatori
L'auto usata per la fuga, rubata poco prima, è stata data alle fiamme
SVIZZERA
10 ore
Addio PPD, benvenuta Alleanza del Centro
Il partito punta a conquistare elettori, uscendo da una connotazione troppo cattolica. Sì anche alla fusione con il PBD
SVIZZERA
10 ore
«Impedire lo sci? Una frenesia dettata dall'estero»
Alcune stazioni in Svizzera sono aperte da due mesi e nessuna di esse è diventata un focolaio d'infezione
SVIZZERA
12 ore
La sicurezza del vaccino? Non è negoziabile
La Svizzera, assicura Nora Kronig, non scenderà a compromessi
SVIZZERA
12 ore
L'edizione 2021 del Forum economico mondiale è in forse
Klaus Schwab spiega che la manifestazione avrà luogo solo in condizioni di assoluta sicurezza
SVIZZERA
13 ore
È morta la donna più anziana della Svizzera
«Se mia madre sapesse che sono diventata così vecchia...», affermava la vegliarda in un libro a lei dedicato
SVIZZERA
14 ore
Scuole reclute da record nel 2021
«Sarà la più grande della storia recente» spiega il capo dell'esercito, comandante di corpo Thomas Süssli
SVIZZERA
15 ore
PPD, oggi si decide su nuovo nome e fusione con il PBD
L'assemblea dei delegati si svolge in modo decentrato a causa della pandemia
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile