Immobili
Veicoli
Keystone
SVIZZERA
13.07.20 - 16:430

Sommaruga torna a viaggiare: sarà a Kiev

Visita in Ucraina per la presidente della Confederazione che martedì 21 luglio sarà ricevuta dal suo omologo Zelenskyy.

Visita in Ucraina alle porte per la presidente della Confederazione Simonetta Sommaruga, che martedì 21 luglio sarà ricevuta a Kiev dal presidente Volodymyr Zelenskyy. Si tratta del primo viaggio all'estero della consigliera federale dallo scoppio della pandemia di coronavirus in Europa.

L'Ucraina, si legge in una nota odierna del Dipartimento federale dell'ambiente, dei trasporti, dell'energia e delle comunicazioni (DATEC), riveste grande importanza per la Svizzera sotto il profilo della politica di sicurezza e di pace. Inoltre, è un Paese che dispone di un considerevole potenziale economico.

Si tratta di una visita di Stato nel corso della quale i presidenti Sommaruga e Zelenskyy discuteranno della collaborazione bilaterale e del contesto internazionale. Nel programma del primo giorno sono anche previsti diversi incontri incentrati sugli scambi economici e scientifici. La delegazione ufficiale sarà accolta da rappresentanti del settore energetico e delle infrastrutture.

Il secondo giorno Sommaruga si riunirà nella capitale con ministri del governo ucraino e membri della società civile. Le discussioni verteranno sui settori in cui è possibile instaurare una collaborazione ancora più stretta tra i due Stati.

Giovedì si recherà nella parte orientale del Paese, teatro di un'annosa guerra. Si informerà della situazione con le autorità locali e con esperti del settore umanitario e delle politiche di sviluppo. In programma pure la visita a una stazione di depurazione dell'acqua sostenuta finanziariamente dalla Svizzera, che rifornisce la popolazione su entrambi i lati della linea di contatto. Questa divide le zone controllate dal governo da quelle occupate.

Trovare una soluzione al conflitto in Ucraina orientale è una priorità per la politica di pace elvetica, assicura il DATEC. La Svizzera fornisce aiuti umanitari ed è la quinta più importante nazione donatrice.

Le relazioni diplomatiche tra i due Paesi sono state instaurate poco dopo l'indipendenza ucraina nel 1991. I contatti sono «buoni e possono ancora essere ampliati in diversi settori», viene sottolineato nel comunicato, in cui si ricorda che si tratta della prima visita bilaterale tra i due presidenti. Il volume del traffico commerciale, regolato da un accordo di libero scambio, ammontava nel 2018 a 556 milioni di franchi.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Evry 1 anno fa su tio
Ma cosa va a fare ? stia a casa e esca solo il 6 gennaio per la sua festa, auguri
streciadalbüter 1 anno fa su tio
seo 56:alla Russia e a Putin non fa ne caldo ne freddo l`opinione della Svizzera:in campo internazionale non contiamo un bel niente.Quantité négligeable.
seo56 1 anno fa su tio
Bene! É un bel segnale per il nano Putin e l’arrogante Russia..
miba 1 anno fa su tio
..."riveste grande importanza per la Svizzera sotto il profilo della politica di sicurezza e di pace"... Sommaruga sveglia! L'Ucraina ha rovesciato un presidente legittimamente eletto (alias colpo di stato) e lo sanno ormai anche i paracarri che sono filo-nazisti! Se poi gli interessi e la relativa visita privilegiano "il potenziale economico" allora diventa tutto più chiaro (e soprattutto meno ipocrita...)
Fran 1 anno fa su tio
Non é commentano le questa tizia. Ma ovviamente il suo é un viaggio indispensabile... Siamo basiti.
streciadalbüter 1 anno fa su tio
Speriamo che ci resti
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
2 ore
Vaiolo delle scimmie: Berna pensa all'acquisto di un vaccino
«Per il momento, non c'è motivo di preoccuparsi» rassicura la vicedirettrice dell'UFSP Linda Nartey
ZURIGO
11 ore
Feriti a bottigliate a Winterthur
Tre persone sono state arrestati per due episodi distinti avvenuti nelle prime ore di domenica
SVIZZERA
13 ore
Gas, un accordo di solidarietà tra Svizzera e Germania
Simonetta Sommaruga e Guy Parmelin hanno incontrato il vicecancelliere Robert Habeck alla vigilia del WEF
ZURIGO
17 ore
Esplosione in casa, 18enne gravemente ferito
La deflagrazione sarebbe stata causata da una miscela pirotecnica autoprodotta.
SVIZZERA
17 ore
«È sempre più un'influenza stagionale»
C'è chi rivolge lo sguardo al prossimo autunno, esprimendo preoccupazione per l'emergenza di nuove varianti del Covid.
SVIZZERA
20 ore
Quando sei miliardi non bastano
La Confederazione potrebbe dover sborsare un ulteriore miliardo per l'acquisto dei jet da combattimento F-35.
GINEVRA
20 ore
La rissa fra "bande" degenera e partono alcuni spari
I fatti sono avvenuti in un bar del quartiere ginevrino di Plainpalais. Nessuno è rimasto ferito.
SVIZZERA
23 ore
Quegli spinosi miliardi degli oligarchi con i quali non si sa bene che fare
In Svizzera sono 6 (ma c'è chi dice che siano molti, molti di più) e per la legge elvetica non si possono toccare
SVIZZERA
1 gior
Anche il WEF 2022 si tinge di guerra
Al via oggi nella capitale grigionese il summit economico, attesi 50 capi di stato e anche Zelensky e Stoltenberg
SCIAFFUSA
1 gior
L'alcol, l'incidente e la fuga
Il conducente ha perso il controllo dell'auto, urtando una vettura ferma a un semaforo
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile