Keystone
GINEVRA
04.07.20 - 13:190

Maudet si rifiuta di recarsi alla riunione del comitato che potrebbe decidere di espellerlo

«Il mio diritto a essere ascoltato è un'illusione» ha dichiarato in una newsletter

GINEVRA - Il consigliere di Stato Pierre Maudet (GE/PLR) non si recherà lunedì alla riunione del comitato direttivo del PLR ginevrino che potrebbe decidere di espellerlo dal partito. In una newsletter personale dichiara che non parteciperà «a questo processo politico».

«Il mio diritto a essere ascoltato è un'illusione», dichiara il capo del Dipartimento dello sviluppo economico. Il comitato direttivo del PLR ginevrino si riunisce lunedì mattina per avere chiarimenti riguardo a scambi di chat tra Maudet e il suo ex collaboratore e collega di partito Simon Brandt, relative al finanziamento di una serata.

Il presidente del partito ginevrino Bertrand Reich ha messo all'ordine del giorno una possibile espulsione di Maudet che richiederebbe una approvazione dei due terzi di membri presenti. Il consigliere di Stato avrebbe poi 30 giorni per fare appello contro questa decisione sulla quale l'assemblea generale dovrebbe esprimersi.

«Accanimento» - Nella newsletter, Maudet promette di «stare in piedi» di fronte all'«accanimento» di alcuni all'interno del suo movimento politico. Più in generale, torna al rinvio a giudizio chiesto mercoledì scorso dal pubblico ministero cantonale al termine dell'inchiesta penale contro cinque imputati, tra cui lo stesso Maudet.

«È un passo importante che è stato fatto», ha detto il consigliere di Stato. Ha dichiarato di essere «sollevato» che un giudice indipendente si pronunci sul caso, riguardo al quale si aspetta che venga deciso «il prima possibile». È sorpreso che i messaggi trapelati scambiati con Simon Brandt, sequestrati diversi mesi fa durante una perquisizione, siano stati pubblicati solo questa settimana, un giorno prima dell'annuncio della prossima chiusura del Ministero pubblico.

Pierre Maudet è oggetto di un'indagine per presunta accettazione di vantaggi per il suo controverso viaggio ad Abu Dhabi nel 2015. Il caso sul finanziamento delle attività politiche è sul punto di essere abbandonato, con grande soddisfazione del consigliere di Stato.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
BERNA
1 ora
Scontro tra un auto e un treno
È successo nel Canton Berna. Fortunatamente non si registrano feriti
FOTO
ZURIGO
1 ora
Entrano in casa, li legano, e fuggono con gioielli e denaro
La polizia è alla ricerca dei malviventi autori di un colpo avvenuto, questa mattina, in una villetta a Oberengstringen.
SVIZZERA
2 ore
Lungo autostrade e ferrovia c'è energia da sfruttare
Con l'installazione d'impianti fotovoltaici sui ripari fonici, si potrebbero ricavare 101 GWh all'anno
BERNA
3 ore
Per cambiare sesso bastano 75 franchi
Una modifica di legge permette di sveltire il cambio nello stato civile.
SVIZZERA
3 ore
Un anno in più di Covid Pass dopo la terza dose
Durante la conferenza stampa di ieri gli esperti avevano erroneamente detto che il pass non sarebbe stato prolungato.
SVIZZERA
13 ore
Terza dose. Con quale vaccino? Da quando? E il certificato?
Domande e risposte sulla vaccinazione anti-Covid di richiamo, approvata oggi da Swissmedic per le persone a rischio
BASILEA
17 ore
Il controllore omicida è al sicuro a Hong Kong
Karim Ouali ha fatto perdere le sue tracce nel 2011. Ora la Cina non vuole estradarlo
GRIGIONI
19 ore
«Vogliamo che venga finalmente rinchiuso»
Nel 2017 il frontale costato la vita a una 27enne. Condannato, l'automobilista non aveva accettato la sentenza
FOTOGALLERY
VAUD
21 ore
Tonnellate di spazzatura disseminate sull'A1
Un incidente avvenuto stamattina ha causato la chiusura dell'autostrada fra Nyon e Gland fino alle 18.
BERNA
22 ore
«I contagi continueranno ad aumentare»
Patrick Mathys in merito alla pandemia: «Solo in due cantoni il tasso di riproduzione è ancora sotto l'1»
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile