Keystone
SVIZZERA
17.06.20 - 09:410
Aggiornamento : 10:12

Aerei da combattimento, consegnato il referendum

«Si tratta di uno spreco di soldi inaccettabile e inutile» per i referendisti.

A sei anni di distanza dal no ai Gripen, il popolo tornerà nuovamente alle urne

BERNA - Il Partito Socialista Svizzero, i Verdi e il Gruppo per una Svizzera senza Esercito hanno consegnato oggi il referendum contro l’acquisto di nuovi aerei da combattimento, che sull’intera durata di vita dei velivoli - fanno notare i referendisti - costeranno ai contribuenti ben 24 miliardi di franchi. «Uno spreco di soldi inaccettabile e inutile - in particolare attualmente con la più grave crisi economica della storia recente del nostro Paese».  

Con quasi 90'000 firme raccolte, di cui 65'874 vidimate, il PS Svizzero, i Verdi e il GSsE hanno consegnato oggi il referendum “No ai miliardi per gli aerei da combattimento” assieme a Greenpeace, la Gioventù Socialista, i Giovani Verdi e a diverse associazioni pacifiste. A sei anni dal NO ai Gripen, il popolo sarà chiamato ad esprimersi nuovamente sull’acquisto di nuovi aerei da combattimento. «Molte persone sono indignate che la proposta attuale costa il doppio rispetto ai Gripen. La popolazione non vuole aerei da combattimento di lusso!», ha commentato Laura Riget, segreteria del GSsE. 

Anche dal profilo della sicurezza l’acquisto di questi aerei da combattimento di lusso è ritenuto insensato: «Per garantire anche in futuro i servizi della polizia aerea, basterebbe acquistare degli aerei da combattimento cosiddetti leggeri, che costerebbero molto meno e sono pure meno inquinanti dal profilo ambientale e acustico. Il Dipartimento della Difesa non ha però neanche preso seriamente in considerazione questi concetti alternativi», aggiunge il Consigliere agli Stati socialista Carlo Sommaruga. 

Sull’intera durata di vita degli aerei da combattimento, l’acquisto approvato dal Parlamento costerà ai contribuenti 24 miliardi di franchi, se si aggiungono i costi d’esercizio e di manutenzione al costo iniziale di 6 miliardi di franchi. Per il Consigliere nazionale dei Verdi Fabien Fivaz è chiaro: «È uno spreco di soldi irresponsabile. Questi soldi andrebbero piuttosto usati per salvaguardare i posti di lavoro o combattere il cambiamento climatico – soprattutto durante l’attuale crisi».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
8 min
Maurer contro le quote rosa
Lo scrive oggi Le Matin Dimanche, che ha avuto accesso a documenti riservati.
SVIZZERA
LIVE
Votazioni federali: les jeux sont faits
Urne chiuse in tutta la Svizzera. Al via lo scrutinio dei cinque oggetti su cui il popolo è chiamato a esprimersi
SVIZZERA
1 ora
Quattro medici "critici" sotto sorveglianza
Sono accusati di non applicare le misure volute da Berna per contenere il propagarsi della pandemia da Covid-19
SVIZZERA
2 ore
L'epidemiologo cambia rotta: «Ora la gestione Covid funziona»
Marcel Salathé ora è positivo: le cifre sono stabili, seppur elevate, e il contact tracing finalmente funziona
NIDVALDO
2 ore
Alla guida di un camion con l'1,4 per mille
Al camionista kirghiso è stato vietato il proseguimento del viaggio
GINEVRA
4 ore
Pioggia di votazioni cantonali a Ginevra e Uri
Molti quesiti per gli abitanti dei due cantoni, dal salario minimo alle ciclabili. Altri nove alle urne.
BERNA
4 ore
Svizzeri al voto su cinque temi federali
Una domenica di votazione così non si vedeva da quattro anni. Forte incertezza su almeno due quesiti.
SVIZZERA
13 ore
La rivista ritratta: «Riesamineremo lo studio sull'Echinaforce»
Perché se funziona in laboratorio non è detto che funzioni anche sull'uomo: «È sovrainterpretazione»
GINEVRA / ITALIA
16 ore
Quasi giunto a destinazione l'aereo torna indietro
Il volo, partito questa mattina da Ginevra, ha avuto un problema tecnico.
ZURIGO
19 ore
Condizioni di lavoro negli asili nido: a Zurigo si manifesta
Circa 500 persone sono scese in piazza per protestare contro la situazione di queste strutture.
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile