Keystone (archivio)
SVIZZERA
11.06.20 - 12:140

Quasi 100 milioni per Schengen

Anche il Consiglio degli Stati ha approvato una serie di progetti per rafforzare i controlli alle frontiere.

BERNA - La Svizzera deve investire circa 99 milioni per una serie di progetti destinati a rafforzare i controlli alle frontiere esterne dello Spazio Schengen. Dopo il Nazionale nel dicembre scorso, oggi gli Stati hanno dato il loro benestare a questo credito per 36 voti a 2. Si tratta essenzialmente di un adeguamento dei sistemi informatici e per un eventuale incremento del personale.

L'Unione europea intende stanziare diversi miliardi di euro nei prossimi anni per adeguare la collaborazione Schengen/Dublino alle nuove sfide. In particolare, Bruxelles vuole migliorare i controlli alle frontiere esterne e la collaborazione tra le diverse autorità nazionali preposte alla sicurezza e alla migrazione. Stando al Governo, anche la Confederazione ne trarrà beneficio sul piano di polizia, asilo e migrazioni.

La cooperazione internazionale e lo scambio d'informazioni nell'ambito di Schengen/Dublino contribuiscono a una maggiore sicurezza della Svizzera, in particolare in materia di sicurezza interna, secondo il plenum. Tali accordi si sono rivelati essere strumenti indispensabili nella lotta contro il terrorismo e la criminalità organizzata, hanno sottolineato vari oratori.

I lavori di attuazione giuridica e organizzativa sono già in corso. Da una parte si intende modificare i sistemi esistenti, ovvero il SIS (Sistema d'informazione Schengen), il VIS (Sistema d'informazione sui visti), l'Eurodac (Banca dati europea delle impronte digitali) e l'APIS (Sistema d'informazioni anticipate sui passeggeri).

D'altro canto verranno sviluppati nuovi sistemi, quali l'ETIAS (Sistema europeo di informazione e autorizzazione ai viaggi) e l'EES (Sistema elettronico d'ingresso e uscita), precisa il comunicato.

Questi sistemi consentiranno di effettuare un miglior controllo delle frontiere e di evitare lacune in materia di sicurezza, ha riassunto la ministra di giustizia e polizia Karin Keller-Sutter.

Secondo i calcoli del Dipartimento federale di giustizia e polizia (DFGP), i costi complessivi per l'attuazione di questi sviluppi del cosiddetto acquis di Schengen nel periodo 2020-2025 saranno pari a 121,7 milioni di franchi. Il DFGP fornirà prestazioni proprie sotto forma di risorse umane e contribuirà con mezzi propri ai costi (23 milioni). Nel suo messaggio, il Consiglio federale chiede pertanto al Parlamento un credito d'impegno di 98,7 milioni di franchi, che sarà liberato in due tranche.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
lo spiaggiato 1 anno fa su tio
Bene, soldi spesi per migliorare la nostra sicurezza... :-))))
Heinz 1 anno fa su tio
@lo spiaggiato Concordo, I criminali veri li becchi solo se incroci i dati e li segui a livello sovranazionale, devi agire al loro stesso più alto livello. Altrimenti beccano solo i rubagalline...
Tato50 1 anno fa su tio
" acquis Schengen" ; progetto che fa acqua ? Ridateci i soldi della Billag e i milioni fregati al Ticino dalle riserve da parte delle CM e un'occhiatina a chi non arriva a fine mese. Già dimenticato che il respingimento nei paesi dove hanno toccato terra per la prima volta certi personaggi è stato abolito per il Corona Fabrizio ?. Spero che venga ripristinato al più presto e che la vasca venga un pochino svuotata perché a sud spendono e spandono e ghignano. Piccioni !!!!!!!!!!
seo56 1 anno fa su tio
Vergognoso!
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
BERNA
1 ora
Scontro tra un auto e un treno
È successo nel Canton Berna. Fortunatamente non si registrano feriti
FOTO
ZURIGO
1 ora
Entrano in casa, li legano, e fuggono con gioielli e denaro
La polizia è alla ricerca dei malviventi autori di un colpo avvenuto, questa mattina, in una villetta a Oberengstringen.
SVIZZERA
2 ore
Lungo autostrade e ferrovia c'è energia da sfruttare
Con l'installazione d'impianti fotovoltaici sui ripari fonici, si potrebbero ricavare 101 GWh all'anno
BERNA
3 ore
Per cambiare sesso bastano 75 franchi
Una modifica di legge permette di sveltire il cambio nello stato civile.
SVIZZERA
3 ore
Un anno in più di Covid Pass dopo la terza dose
Durante la conferenza stampa di ieri gli esperti avevano erroneamente detto che il pass non sarebbe stato prolungato.
SVIZZERA
13 ore
Terza dose. Con quale vaccino? Da quando? E il certificato?
Domande e risposte sulla vaccinazione anti-Covid di richiamo, approvata oggi da Swissmedic per le persone a rischio
BASILEA
17 ore
Il controllore omicida è al sicuro a Hong Kong
Karim Ouali ha fatto perdere le sue tracce nel 2011. Ora la Cina non vuole estradarlo
GRIGIONI
19 ore
«Vogliamo che venga finalmente rinchiuso»
Nel 2017 il frontale costato la vita a una 27enne. Condannato, l'automobilista non aveva accettato la sentenza
FOTOGALLERY
VAUD
21 ore
Tonnellate di spazzatura disseminate sull'A1
Un incidente avvenuto stamattina ha causato la chiusura dell'autostrada fra Nyon e Gland fino alle 18.
BERNA
22 ore
«I contagi continueranno ad aumentare»
Patrick Mathys in merito alla pandemia: «Solo in due cantoni il tasso di riproduzione è ancora sotto l'1»
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile