Keystone
Un seggio a Basilea
BASILEA CITTÀ
03.06.20 - 19:390

Gli stranieri possano votare e siano eleggibili: mozione accolta a Basilea

Il Cantone sarebbe il primo ad ammettere dei residenti non svizzeri a cariche elettive.

BASILEA - Basilea Città potrebbe diventare il primo Cantone a concedere agli stranieri il diritto di essere eletti. Il Gran Consiglio ha adottato oggi per un soffio una mozione socialista che prevede per i domiciliati non svizzeri il diritto di voto e di eleggibilità.

Gli stranieri possono già votare a livello cantonale a Neuchâtel e nel Giura e tale possibilità esiste anche in vari Comuni in tutto il Paese. Basilea Città, però, potrebbe essere il primo cantone a permettere agli stranieri residenti di candidarsi e assumere cariche elettive.

A favore della mozione hanno votato 48 granconsiglieri della sinistra e di parte del centro; 45 borghesi si sono opposti e due deputati si sono astenuti.

Il testo prevede il diritto di voto e di eleggibilità per gli stranieri che risiedono nel cantone da almeno cinque anni e sono in possesso di un permesso C, di domicilio. Il governo, che condivideva gli obiettivi della mozione, deve elaborare un progetto di legge entro il 2022.

Se il legislativo, in sintonia con il voto odierno, adotterà questa proposta, il referendum appare sin d'ora scontato, come hanno rilevato oggi gli oratori di ogni schieramento politico durante il dibattito, e l'ultima parola spetterà al popolo. Nel 2010 gli elettori avevano nettamente bocciato un'iniziativa dai contenuti analoghi a quelli della mozione socialista.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
FOTO
SAN GALLO
7 ore
«Uccidere la propria figlia, come si può arrivare a questo?»
È un quartiere sotto choc quello che questo pomeriggio ha appreso del delitto compiuto da un padre di 54 anni.
VAUD / FRANCIA
7 ore
Uccise una prostituta, ora ha deciso di ricorrere
L'uomo era stato condannato a 30 anni di prigione per il brutale omicidio di una giovane rumena a Sullens.
SVIZZERA
12 ore
Epidemia di femminicidi in Svizzera: «I numeri parlano da soli»
I casi registrati nel 2021 sono ormai saliti a 23, in crescita significativa rispetto allo scorso anno.
SVIZZERA
12 ore
Migranti maltrattati: «Siamo intervenuti»
Sospesi 14 addetti alla sicurezza dei centri per richiedenti asilo. Ma per la Sem «sono casi circoscritti»
SAN GALLO
14 ore
Uccide la figlia e si toglie la vita
Un 54enne e una dodicenne sono stati trovati morti in un'abitazione di Rapperswil-Jona
SVIZZERA
14 ore
«Le accuse di tortura sono false e ingiustificate»
Secondo un'indagine esterna, i diritti dei richiedenti l'asilo nei centri federali vengono generalmente rispettati.
FOTO
BERNA
15 ore
«Un brivido mi scorre lungo la schiena»
Nella notte due bambini sono morti a Leuzigen a causa di un incendio.
SVIZZERA
16 ore
Nel weekend meno di 800 casi al giorno
Sono stati effettuati 63'205 tamponi. Il 3,7% è risultato positivo al coronavirus
SVIZZERA
17 ore
Pass o no? Sciatori nella nebbia
Certificato sì o no? Berna non ha ancora deciso. E gli operatori sciistici si infervorano
SAN GALLO
17 ore
«Il Consiglio federale ha tradito il paese»
Sotto la lente delle autorità le affermazioni che un granconsigliere UDC svittese ha fatto sabato a Rapperswil-Jona
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile